Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

In Australia per nuotare con le megattere

Immaginate di poter nuotare con alcuni dei mammiferi più grandi del mare: in Australia al via un nuovo progetto per ammirare da vicino le megattere

In Australia per nuotare con le megattere

L’Australia è uno dei Paesi maggiormente all’avanguardia nell’eco-turismo: qui vengono sviluppati progetti innovativi e straordinari anche grazie alla bellezza e complessità dell’ambiente naturale. Ne è un esempio il Parco Marino di Ningaloo, nella parte occidentale del Paese, dove l'anno prossimo partirà una nuova fase sperimentale che prevede la possibilità di nuotare con le immense megattere.


L’eco-turismo in Australia

Il Parco Marino di Ningaloo non è nuovo a iniziative simili; qui è già possibile nuotare con gli squali balena e immergersi nelle straordinarie barriere coralline della zona. L’idea di tuffarsi tra le megattere è nata per dare un’ulteriore spinta all’eco-turismo di questo Paese, dove sono già più di 23.000 le persone che ogni anno vogliono provare questa emozione nei fondali più belli del mondo. Si tratta di un’esperienza incredibile, perché si ha la possibilità di avvicinare dei veri giganti buoni che si nutrono esclusivamente di plancton e vivono tra Coral Bay ed Exmouth, sulla costa occidentale.

È un giro d’affari milionario quello dell’eco-turismo in Australia, che ogni anno porta nelle casse dello Stato circa 6 milioni di dollari. Il Governo è infatti intenzionato a potenziare questo settore sfruttando al massimo le opportunità che il territorio offre.
 

Offerte Travelweare

Il nuovo progetto

A partire da giugno 2016 verrà inaugurata, dunque, la nuova stagione con i tour in compagnia delle megattere nei mari australiani.

Si partirà con un periodo di prova per capire la reazione dei turisti e valutare, quindi, l’eventualità di rendere questa ’attrazione permanente e non stagionale. I biologi marini, infatti, hanno spiegato che la migrazione di questi grandi cetacei corrisponde alla fine di quella degli squali balena, creando quindi le condizioni idonee affinché quest’attività possa inserirsi perfettamente nel delicato equilibrio dell’ecosistema australiano.

I visitatori saranno condotti al largo con delle imbarcazioni apposite e verranno fatti immergere a gruppi di 10. Tuttavia non sarà consentito toccare gli animali per questioni di sicurezza: seppure innocui per l’uomo, si parla comunque di esemplari che raggiungono i 16 metri di lunghezza, capaci di spostare immense masse d’acqua, rappresentando così un pericolo per i turisti in immersione. Per questo motivo, la distanza minima di sicurezza dalle megattere ferme è stata fissata a 4 metri mentre per quelle in movimento è stata stabilita a 30 metri. Inoltre, sarà sempre proibito tuffarsi in presenza di una mamma con i cuccioli o nel momento del riposo nel Golfo di Exmouth.


Un’avventura unica, un passaggio da brividi con alcuni dei mammiferi più imponenti del pianeta in un Parco Marino di rara bellezza. È l’opportunità per ammirare da vicino uno spettacolo straordinario a cui l’uomo solitamente non è invitato, capace di strabiliare per la sua potenza.

Voi volereste all’altro capo del mondo per vivere un’esperienza come questa?

In Australia per nuotare con le megattere Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 3 voti.
Articolo pubblicato il
In Australia per nuotare con le megattere
I Più Letti
  • del giorno
  • della settimana
apri
Offerte di viaggio