Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Il Sudafrica di Mandela

Un viaggio nel Paese di uno dei pochi uomini che è riuscito a cambiare la storia del mondo partendo dai suoi sogni

Il Sudafrica di Mandela

Nelson Mandela ha passato la sua intera esistenza cercando di rendere il suo Paese un posto migliore. E c'è riuscito, ispirando durante il lungo processo, il mondo intero. Questo itinerario vuole essere un omaggio a un uomo che con una grande forza d'animo e un estremo coraggio, ha cambiato il volto della Storia e ha lottato strenuamente per l'affermazione dei diritti umani.  Cerchiamo insieme di fare un viaggio nel suo Sudafrica, alla scoperta della sua vita e della sua lotta.

1° tappa. Mvezo è il piccolo villaggio dove il Premio Nobel per la pace è nato nel 1918. Si trova nel sud est del Paese e sorge sulle rive del fiume Mbashe. Qui, tra le strade terrose e dissestate, dove capre e pecore pascolano tranquille mentre le donne all’aperto preparano da mangiare per le famiglie. Non è cambiato molto a Mvezo da quando Mandela è nato, le case sono sempre costruite da pastoni di erbe, rami secchi e fango. Sono cambiati, però, gli animi e la storia del Sudafrica con loro.

2° tappa. Qunu è stato il luogo dove Mandela ha passato la sua gioventù, e dove sarà seppellito vicino ai suoi due figli stroncati dal male più grande che affligge l’Africa, l’HIV. Qui l’ex presidente ha fatto costruire, dopo la sua liberazione dal carcere, una casa di campagna che guarda alle colline dove da giovane si divertiva a giocare o aiutava la famiglia facendo pascolare gli animali. È proprio in questo villaggio che la sua storia è cambiata, ha iniziato gli studi ed è riuscito ad arrivare fino ai gradi più alti d’istruzione, traguardo non scontato per i bambini di colore cresciuti in quelle zone. Non lo è ancora oggi, dato che pochissimi giovani hanno le possibilità economiche e l’incoraggiamento che serve per arrivare agli studi universitari.


3° tappa
. Si trasferisce quindi a Johannesburg dove studia legge e apre il primo studio associato composto da persone di colore con il suo socio ed amico Oliver Tambo, per dare assistenza a basso costo ai molti che non potevano permettersela, ma erano schiacciati dalle leggi sull’apartheid. 

Johannesburg è la città più popolosa del Sudafrica, ed anche il centro economico del Paese. Il cuore della città è Newtown Precinct dove prima sorgeva il vecchio mercato. In questa zona si trova il Museum Africa che racconta la storia, le tradizioni e la cultura africana. C’è inoltre la Bus Factory centro di architettura e design all’avanguardia e il Market Theatre, museo della scienza e della tecnologia. Non lontano si trova la zona di Parktown che, immerso nel verde, ospita anche lo Zoo Lake. Poco distante anche il quartiere di Houghton, dove tra le numerose ville si trova anche quella di Nelson Mandela. 

4° tappa. Non lontano da Johannesburg, c'è il sobborgo di Soweto cuore della lotta all’apartheid. Le testimonianze delle lotte che si sono susseguite fino all’eliminazione delle leggi razziali, sono custodite all’interno dell’Apatheid Museum in Golden Reef City.

5° tappa. Cape Town è l’ultima tappa di questo viaggio alla scoperta del Sudafrica di Mandela. Proprio qui, nel carcere di Robben Island ha passato 27 anni della sua vita in una cella piccola quanto uno sgabuzzino. La prigione sorge su un’isola che si può avvistare facilmente dalle coste. Oggi è patrimonio dell’Umanità ed è diventato un museo a cielo aperto per chiunque voglia provare a guardare da vicino la parte dolorosa della storia di questo Paese. Si arriva con i Ferry boat e ex detenuti guidano gruppi di visitatori all’interno della struttura, mostrando le celle e raccontando la propria esperienza di lotta contro le ingiustizie e di prigionia.


Cape Town si mostra più dolce alla vista rispetto alla fredda struttura carceraria. È la capitale legislativa del Sudafrica ed è la terza città più popolosa del Paese. È dominata dalla Table Mountain, oggi parco nazionale, la cui cima si può raggiungere con le cableway panoramiche. Dalla sua sommità si può ammirare una meravigliosa vista della città che guarda all’oceano sconfinato.

Il centro storico racchiude le attrazioni principali, come il castello di Buona Speranza. Passando per Greenmarket Square si possono osservare gli edifici storici e il mercato di prodotti artigianali. Da vedere sono anche i palazzi di Old Town House e St. George Mall ed ancora la Cattedrale Anglicana.

Poco lontano dal centro si trovano invece i quartieri di Heritage Square e Long Street con le loro case in stile olandese o vittoriano, a seconda delle dominazioni.

Per salutare Cape Town andate alla riserva naturale di Simon’s Town, non distante dal centro cittadino, troverete una piacevole sorpresa: i pinguini Bouders che popolano le bianche spiagge di quella zona.

Terminiamo questo viaggio con una frase dell’uomo che ha saputo essere leader perché è riuscito a guidare il proprio Paese verso il rispetto reciproco e la libertà: “I veri leader devono essere capaci di sacrificare tutto per il bene della loro gente”.

Il Sudafrica di Mandela Valutazione: 4.50 su 5 Basato su 4 voti.
Articolo pubblicato il
Il Sudafrica di Mandela
apri
Offerte di viaggio