Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Il Gruner See: quel lago verde che... non c'è

Ogni anno a primavera, nel cuore della Stiria, lo scioglimento dei ghiacci "crea" il Grüner See, il grande lago verde che d'inverno... non esiste!

Il Gruner See: quel lago verde che... non c'è
Siete alla ricerca di un posto mozzafiato e stravagante? Il Gruner See è ciò che fa per voi. 
Nel bel mezzo della Stiria (Austria), nei pressi del villaggio di Tragoess, questo incantevole lago ha una bizzarra particolarità: in realtà non esiste!


Ogni anno, con la primavera, la neve e il ghiaccio scioltisi al sole, arrivano verso il fondo di questa verdissima valle sommergendo tutto quello che incontrano. Da questa dolce inondazione nasce il Gruner See, meraviglia d'acqua che dà la possibilità a subacquei e nuotatori coraggiosi di nuotare tra prati, panchine, alberi, foglie e sentieri.

Ogni anno il parco "vittima di queste inondazioni primaverili", è meta di turisti provenienti da tutte le parti del mondo, in particolar modo degli amanti delle immersioni che qui troveranno acque dalle temperature comprese tra i 4 e gli 8 gradi (non proprio la temperatura per una nuotata rigenerante, ma con una muta eviterete la sincope): fra le acque cristalline sarà possibile trovere margherite di campo al posto dei coralli, sentieri di ghiaia invece di scogli, niente alghe ma solo rami, foglie e robusti tronchi.

Luogo meraviglioso anche in superfice
Tutto per una profondità che non supera gli 11 metri e una purezza dell'acque che permette una visuale nitida fino a 40 metri: tutto merito della neve purissima!

Qui potrete godere dello splendido lungolago e delle mille sfumature che il sole, complice del cielo e del bosco attorno, creeranno sulla superficie del lago.

E allora da dove vengono le trote e i graziosi pesciolini che solleticano le pinne dei prodi subacquei arrivati fin quà giù? Nessun mistero made in Austria. Si tratta di uno "scherzoso dono" dei locali che ogni anno, a primavera, "ripopolano" il lago rendendolo più "vivo" (non è dato sapere il destino dei pesci a fine estate, ma ci auguriamo vengano nuovamente "fatti traslocare").

Una nuotatina tra alberati vali nel Grüner SeeNel lago verde alla ricerca di una panchina per riposarsi un po'











Perciò affrettatevi: con l'arrivo dell'autunno il Gruner See si ridurrà a poco più che una pozzanghera per essere poi circondato dalla neve non appena l'inverno farà capolino. E allora si che ritorneranno i viottoli, le panchine (si spera, asciutte), i rami secchi, i ponti e i sentieri. 

Ma niente paura: dopo il lungo inverno austriaco la magia tornerà il nuovo anno, come sempre, a primavera.
Il Gruner See: quel lago verde che... non c'è Valutazione: 4.94 su 5 Basato su 16 voti.
Articolo pubblicato il
Il Gruner See: quel lago verde che... non c'è
I Più Letti
  • del giorno
  • della settimana
apri
Offerte di viaggio