Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Il gazpacho : dai campi andalusi alle nostre tavole

Conosciamo meglio il gazpacho. Un piatto semplice, antico e gustoso che con i suoi colori e profumi evoca la stagione estiva

Il gazpacho : dai campi andalusi alle nostre tavole

Se cerchiamo in rete qual è il piatto tradizionale della cucina spagnola ecco che spunta lei, la paella. Tuttavia a contraddistinguere la tradizione culinaria iberica  è il gazpacho, arriva dal sud della Spagna di preciso dall’Andalusia (regione storica a sud della Spagna), è una zuppa fredda a base di verdure crude. Un piatto fresco e leggero perché contiene pochissimi grassi,fonte naturale di vitamine, sali minerali,fibra e sostanze antiossidanti.

Il gazpacho andaluso classico: a base di pomodori rossi

L'origine del gazpacho è alquanto controversa ed antica. Tradizionalmente è considerato un piatto dell'entroterra andalusa, ma alcuni riportano che nell’Antica Roma i contadini preparavano il  “salmorium”, piatto a base di aglio, olio d’oliva, sale e pezzetti di pane raffermo. Altri ancora danno come creatori del gazpacho gli arabi e da loro è stato poi diffuso in Spagna. Una cosa resta certa, l’introduzione del pomodoro è avvenuta dopo la scoperta dell’America.

Letteralmente  gazpacho vuol dire "miscuglio" ed era l’alimentazione dei contadini iberici del sud della regione poiché facile da preparare ,da portare nei campi e rinfrescante dopo le ore trascorse a lavorare al sole.

Un freschissimo gazpacho classico preparato con pomodori gialli

Il gazpacho ha subito diverse modifiche nel corso della storia, si prepara un po’ in tutto il territorio e cambia gusto a seconda della regione, ma gli ingredienti di base sono pomodori, cetrioli, peperoni rossi o verdi,cipolla,aglio e pane raffermo.

Il gazpacho classico, freddo, viene servito in una ciotola di terracotta per mantenere la temperatura fresca ma molti aggiungono pezzi di ghiaccio tritato. In inverno invece è consigliabile gustarlo leggermente caldo. Può essere consumato come antipasto, come cocktail o aperitivo aggiungendo ghiaccio e Rhum rendendolo così  più liquido.

Il Salmorejo, gazpacho di Cordoba più liquido e arricchito con prosciutto

Il gazpacho più famoso rimane quello di Siviglia ma esistono altre versioni in numerose città della regione ad esempio il Salmorejo di Cordoba, più liquido e con più aglio nel quale si aggiungono pezzi di jamón serrano (prosciutto serrano) e uovo sodo e, infine, la Porra di Antequera, a base di pomodori e peperoni è una zuppa fredda molto simile al gazpacho originaria della città che le dà il nome - Antequera - nella regione di Malaga. Per le varianti di colore troveremo il gazpacho rosso in Andalusia Occidentale, il bianco (senza pomodoro e con cipolle e sedano) a Malaga, Cordoba e Granada e il verde (a base di verdure verdi che possono variare quali avocado, spinaci, porri e cetrioli) in Sierra Morena e Sierra de Huelva.

Gazpacho in versione bianca tipico di MalagaVersione verde del gazpacho, tipica della Sierra Morena e della Sierra de Huelva - Andalusia

Qui  propongo la ricetta classica del gazpacho.

Ingredienti: 500 gr di pomodori maturi, 1 cipolla , 1 cetriolo, 2 spicchi di aglio, 1 peperone dolce verde o giallo, pane raffermo, 1 cucchiaino di sale, 1 o 2 cucchiai di aceto ,olio extravergine di oliva, pepe.

Procedimento : Pelate i pomodori, privateli dei semi. Tritate finemente la cipolla e sbucciate il cetriolo privandolo della parte che contiene i semi. Riducete gli spicchi d’aglio in poltiglia e tritate il peperone dopo avere eliminato le pati interne ed i semi. Bagnate di acqua il pane e strizzatelo . In una ciotola mettete il sale e l’aceto, aggiungete l’aglio, la cipolla e l’olio e mescolate. Unite il pomodoro, le verdure e il pane bagnato. Mettete in frigorifero. Prima di servire regolate di sale e aceto e pepate.

Ora tocca a voi scoprire qual è la variante di questa zuppa che più preferite!

Il gazpacho : dai campi andalusi alle nostre tavole Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 2 voti.
Articolo pubblicato il
Il gazpacho : dai campi andalusi alle nostre tavole
apri
Offerte di viaggio