Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Il Festival Internazionale del Cinema di Rotterdam

In una Rotterdam intensa e viva, va di scena l'annuale Festival Internazionale del Cinema: una kermesse esplosiva e all'avanguardia per i registi indipendenti

Il Festival Internazionale del Cinema di Rotterdam

Il cuore di Rotterdam, l'antica città fluviale bagnata dalla Mosa e dal Reno, ogni anno, tra la fine di gennaio e l'inizio di febbraio, riempie le sue piazze, le sue strade e i suoi canali per dare il benvenuto all'International Film Festival, una delle maggiori kermesse cinematografiche della Vecchia Europa, insieme a Venezia, Cannes e Berlino.

Pubblico in fermento, una programmazione vastissima e diversificata, una grande partecipazione di professionisti del cinema indipendente, fanno del Festival Internazionale del Cinema, un'importante vetrina sul mondo cinematografico, una cassa di risonanza per gli registi e autori emergenti.

Arrivato alla sua 43° edizione, l'International Film Festival di Rotterdam – previsto per quest’anno dal 21 gennaio al 1 febbraio 2015 - nasce grazie all'ispirazione di Huub Bals, un appassionato cinefilo e cineasta che, nel giugno del 1972, decise di dar visibilità ai film di genere non commerciale, aprendo le porte dell'Olanda ai paesi in via di sviluppo e a quelli dell’Estremo Oriente.

Una delle colorate locandine del 43mo International Film Festival di RotterdamBals, inorgoglito dal pubblico e dal successo riscosso dal suo festival, nel corso degli anni, ha stanziato contributi e fondi affinché la manifestazione si mantenesse viva e, dopo la sua prematura scomparsa, in sua memoria, è stato istituito un fondo, l’Hubert Bals Fund, per supportare l'opera di registi emergenti nei paesi in via di sviluppo.

Più che una kermesse di paillettes e lustrini, il Festival si è sempre contraddistinto per il clima informale e per l'atmosfera gioiosa che vi si respira. Già nell'intenzione di Bals, la kermesse doveva caratterizzarsi per la non competitività e non rivalità tra i film presentati. Dal 1995, però, il festival ha perso il suo carattere originario: introducendo il riconoscimento Tiger Award, destinato ai registi all'opera d'esordio, viene meno la non competitività. 

In un mix di esibizioni live, proiezioni cinematografiche e opere d'arte visiva ispirate al mondo del cinema, il Festival entra nel vivo: per ben 12 giorni di fila, le 24 sale cinematografiche di Rotterdam proiettano il programma completo della kermesse, attirando in città appassionati di cinema, turisti o, anche, semplici curiosi. 

Il momento più atteso della competizione, ovviamente, è quello riservato al Tiger Award: il regista esordiente, ottenendo la vittoria, non solo sarà premiato con 15.000 euro, ma otterrà un lancio internazionale del proprio lavoro, garantendosi l'attenzione di distributori e stampa di ogni parte del mondo. 

Un palcoscenico non da poco, quindi. Tra i vincitori degli scorsi anni, si annoverano registi come Lou Ye, Pablo Trapero, Daniele Gaglianone, Kelly Reichardt e anche, in tempi non ancora maturi, il genio di Christopher Nolan, l'apprezzato regista di "The Following e di Batman".  

Un festival cinematografico internazionale, una Rotterdam in febbrile fermento, costituiscono la cornice ideale – non solo per visitare una città dall’illustre passato e godere dei suoi incantevoli scorci – ma anche e, soprattutto,  per chi intende mettersi in gioco e provare a cambiare il mondo con il contributo dei propri film.

Il Festival Internazionale del Cinema di Rotterdam Valutazione: 4.90 su 5 Basato su 21 voti.
Articolo pubblicato il
Il Festival Internazionale del Cinema di Rotterdam
apri
Offerte di viaggio