Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

I vini di Bordeaux: i migliori vini francesi

Alla scoperta dei vini di Bordeaux, i migliori vini francesi, con uno sguardo alle vigne più importanti ed ai percorsi mozzafiato di questo angolo di Francia

Marco Minei
I vini di Bordeaux: i migliori vini francesi

Nella parte sud occidentale della Francia sorge una città che col tempo si è resa nota in tutto il mondo per un’eccellenza enologica che sembra non avere eguali. Stiamo parlando di Bordeaux di quelli che sono i migliori vini francesi. Il nostro viaggio ci porterà quindi a scoprire i vini di Bordeauxi vigneti più importanti e gli itinerari più caratteristici che quest’antica terra ci offre.

113.000 ettari. 57 denominazioni, 400 negozi, 60 cantine cooperative: il complesso dei vigneti borgognesi è un territorio vasto dove a volte è addirittura difficile orientarsi. Con i suoi 2000 anni di storia questa grande risorsa è la più antica al mondo, soprattutto se si parla della produzione di vini raffinati.

Le vigne sono presenti in 500 comuni e tutti i vini di Bordeaux sono d’origine controllata (D.O.C.). Sui 113.000 ettari più dell’80% della superficie è occupata dai vini rossi e rosati mentre il rimanente da quelli bianchi.

I vigneti di Bordeaux si distinguono per la loro posizione geografica rispetto alla Garonna, un grande fiume francese che scorre nel parte sud occidentale della nazione e sono in tutto cinque:

I vigneti di Médoc che si trovano sulla riva sinistra dell’estuario della Gironda (altro importante fiume del sud ovest francese).

I vigneti dei Graves che si trovano a sud di Bordeaux, lungo la Garonna.

I vigneti di Blaye e Bourg tra la riva destra della Gironda e la frontiera del dipartimento della Charente Marittima (dipartimento francese della regione Poitou – Charentes).

I vigneti del libournese che si estendono ad est  dalla città di Libourne.

I vigneti Entre –Deux –Mers (tra i due mari) che si trovano tra i fiumi della Dordogna e della Garonna fino al dipartimento della Gironda.

I bellissimi vini di Bordeaux, i migliori vini francesi e del mondo!

Quelli di Bordeaux sono sicuramente tra i migliori vini francesi e del mondo, essi sono classificati in 57 denominazioni che possono essere comunali, sottoregionali o regionali. Per cui prima di esplorare insieme i favolosi itinerari da percorrere attraverso questa terra, scopriamo le 7 grandi famiglie in cui sono divisi i vini di Bordeaux:

1. Bordeaux Supérieur e Bordeaux

Le uve di questi vini sono le stesse in un po’ tutti i vigneti dela città e, nonostante appartengano alla stessa famiglia, hanno una personalità ben distinta. I Bordeaux rossi sono armoniosi, tonici ed equilibrati con un gusto fruttato, quelli Supérieur invece sono una selezione dei primi e si distinguono da essi per un carattere più corposo ed una buona attitudine all’invecchiamento.

2. Saint Emilion, Pomerol, Fronsac

I primi sono tra i vini più illustri del mondo. Le terre generose del vitigno Merlot donano al vino rotondità, ricchezza ed aromi sottili. Il Pamerol è un piccolo vitigno molto celebre: i suoi vini sono di tonalità decisa e costituita, i Pomerol ed i Lalande-Pomerol hanno un gusto ed un sapore molto forte e personale. Infine, il vigneto millenario di Fronsac produce vini dal carattere carnoso e generoso con un sapore speziato come il Fronsac per l’appunto ed i Canon-Fronsac.

3. Vins Blanc Secs

Questi vini bianchi sono prodotti quasi in tutto il territorio borgognese ma sono rappresentati da tre territori specifici: quello di Graves, di Entre-Deux-Mers e di Côtes de Blaye. Hanno un profumo intenso e si distinguono per delle note di frutti non ancora maturi.

4. Côtes

Sono apprezzati per il loro carattere e la loro diversità. Si estendono per tutto il territorio e assumono diversi nomi tra cui il Premières Côtes de Bordeaux, il Côtes de castello, il Côtes de Bourg ed il Côtes de Francs.

5. Vins Blancs Moelleux et Liquoreux

Si trovano da ambo le sponde della Garonna e vengono chiamati “vini d’oro”.  Sono unici al mondo grazie ad un microclima particolare, ad un fungo grazie al quale si sviluppa la “putrefazione nobile” ed a un rendimento molto basso, visto che le vendemmie sono fatte interamente a mano. I vini bianchi liquorosi hanno un gusto evocante i frutti esotici come albicocca, tiglio o acacia e sono arricchiti da note di mandorle e spezie.

L'affascinante paesaggio dei vigneti di Saint Emilion, Francia6. Médoc et Graves

Il primo vitigno lo si trova tra la Gironda ed i boschi di Lelande ed è la terra del Cabernet Sauvignon: il vitigno di Médoc per eccellenza. Qui il vino messo in botti di quercia acquista molte sfumature aromatiche ed ha un’ottima attitudine all’invecchiamento. Il secondo territorio invece è a sud di Bordeaux e produce armoniosi vini rossi anch’essi con una forte attitudine all’invecchiamento.

7. Rosé, Clairet, Crémant, Fine

Le prime due tipologie di vino sono rossi ma vinificati alla maniera di grappoli bianchi portando ad un gusto robusto, il Crémant, nato nel 1990 esiste nelle versioni brut, demisec, dolce o rosé mentre la Fine di Bordeaux è un’acquavite di denominazione controllata prodotta a partire dai vini bianchi dei vitigni Colombard e Ugni-Blanc ed elaborata con una doppia distillazione.

Ma le meraviglie di queste terre non finiscono qui: l’intera zona è un fantastico itinerario da percorrere lasciandosi abbagliare dalle bellezze del luogo e degustando i "magici" vini di Bordeaux. Scopriamo i percorsi più belli:

  •  La strada dei Castelli
Da Bordeaux alla Pointe de Grave, la più bella strada del vigneto bordolese si rivela al confine con le piste ciclabili. Costellata di castelli, il Médoc raggruppa i più pregiati vini di Bordeaux. Qui si erige il famoso castello Margaux; attraversando il podere Saint-Julien si fa tappa a Pauillac, zona che vanta i migliori vini di Bordeaux: Lafite-Rothschild, Latour, Mouton-Rothschild. Imperdibile una visita alle loro magnifiche cantine e al museo consacrato all'arte del vino.

  •  La Strada del Patrimonio
Sulla riva destra della Dordogne, si arriva nel Libournais attraverso i vigneti di Saint-Emilion, Fronsac, Côtes de Castillon e Côtes de Francs. Avvallamenti e colline costellate di mulini offrono uno splendido panorama. Spettacolari sono le piccole strade medievali di Saint-Emilion, dichiarata Patrimonio mondiale dell’Unesco, circondata dai grandi vigneti d Ausone, Figeac, Cheval Blanc.

  •  La Strada delle Colline

A nord nelle valli del Blayais e del Bourgeais, da Bourg-sur-Gironde a Blaye, si trova la magnifica cittadella di Vauba: qui la strada è costellata di deliziosi villaggi in pietra bionda, chiese romane (Bayon), vestigia gallo romane (Gauriac, Plassac) e piccoli porti che offrono una vista spettacolare sull'estuario della GirondaI vigneti dei Sauternes, nei pressi di Bordeaux: paesaggi da togliere il fiato

  • La Strada dei Graves
Culla dei vini di Bordeaux, i vigneti di Graves e del Sauternes si estendono tra Bordeaux e la foresta delle Lande. Solo qui si producono gli unici vini bianchi del vigneto bordolese: Pessac-Léognan per i secchi, Barsac e Sauternes per i vini liquorosi. Magnifico il castello della Brède, residenza di Montesquieu, la Maison du vin des Graves a Podensac e gli affascinanti villaggi del Sauternais.

  •  La Strada delle “Bastide”

Tra Dordogna e Garonna, l’Entre-deux-Mers distilla una grande varietà di rossi, rosati e bianchi. Qui vi è un ricco patrimonio da scoprire: dimore di campagna, le cosiddette bastide, villaggi medievali (Cadillac, Saint-Macaire, Créon, Sauveterre-en-Guyenne, Montségur…), abbazie (La Sauve-Majeure) e abitazioni di scrittori e artisti (Mauriac al castello di Malagar, Toulouse-Lautrec al castello di Malromé).


Per la sua unicità, per le tante prelibatezze e per la meraviglia dei luoghi, la zona dei vini di Bordeaux è un gioiello unico al mondo. Da visitare da soli o in compagnia per un fantastico viaggio di degustazione che accontenterà anche i palati più fini.

Vino fatto invecchiare nelle botti al fresco delle cantine

I vini di Bordeaux: i migliori vini francesi Valutazione: 4.38 su 5 Basato su 8 voti.
Articolo pubblicato il
Autore: Marco Minei
I vini di Bordeaux: i migliori vini francesi
apri
Offerte di viaggio