Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

I migliori ostelli americani

Oltre alla convenienza, molte strutture offrono qualità e servizi. Per un ottimo viaggio low cost!

I migliori ostelli americani


Sempre più spesso capita di di trascorrere una vacanza senza badare molto al luogo del pernottamento, considerato da molti essenzialmente come un punto di appoggio per passare la notte. Così, all’hotel si preferisce l’ostello, in cui di solito gli spazi sono più ristretti rispetto al primo e condivisi con altri clienti. Tuttavia, nel continente americano, alcune di queste strutture ricettive possono regalare piacevoli sorprese.

Il vero problema, però, sta nello scegliere l’ostello che più rispetta le esigenze di ogni turista. Internet aiuta ma, data la vastissima scelta, ci si può letteralmente perdere nei suoi meandri. Cosa c’è di meglio, quindi, di una classifica stilata in base alle esperienze dei viaggiatori?

Un esempio è quella fornita da HostelBookers, uno dei più noti portali per la prenotazione di ostelli, B&B, hotel economici e alloggi low cost in generale.

In vetta alla classifica delle migliori tre strutture del Nord America c’è il Chicago Getaway Hostel, a pochi passi dal centro di Chicago. Sia stanze condivise (max 12 letti) che private in questo ostello che mette a disposizione grautitamente computer con accesso a Internet, caffè e the per tutta la giornata, cucina e persino le chitarre per una goliardica serata fra coinquilini.

Nella stessa città, alle spalle della Roosevelt University, sorge l’Hi Chicago, con ben 500 posti letto (da 6 a 10 per stanza) suddivisi in dormitori riservati a donne e uomini. Aria condizionata, ampie sale comuni in cui socializzare, wi-fi, tavolo da biliardo, cucine e un atm ampliano l’offerta.

Nella stessa area geografica, precisamente a Toronto in Canada, particolarmente raccomandato è il Planet Traveler. Da poco ristrutturato da cima a fondo, è definito uno degli ostelli più green per via dell’energia geotermica di cui usufruisce, della produzione elettrica fotovoltaica, del riscaldamento solare d'acqua termale, dell’illuminazione generale con luci a led e della bonifica di calore delle acque reflue.

Per chi sceglie di esplorare posti decisamente più caldi, la top 3 degli ostelli di Sud e Centro America suggerisce al primo posto l’America del Sur Hostel Buenos Aires a Buenos Aires, in Argentina, nel distretto di Sant’Elmo. Carina, dal design essenziale e dallo stile moderno, questa struttura dispone di camere tutte dotate di aria condizionata e bagno privato, dormitorio compreso, che conta 4 letti. Servizi standard con web free access, colazione, cucina, bar e parcheggio.  

Medaglia d’argento per l’Ecopackers di Cusco in Perù, città più importante dell'Impero Inca, nonchè capitale storica di questo Paese dell’America centrale. A soli 5 minuti da Plaza de Armas, è organizzato in un grande edificio d’epoca che prende il nome di “Casona’’ e vanta dormitori, misti e per sole donne, in cui possono riposare fino a 18 persone. Rustico ed efficiente, possiede bagni larghi e puliti, oltre a un’area barbecue all’aperto e un cinema con maxi schermo e comodi divani.

Sempre nella stessa città, trova spazio anche il Pariwana Backpacker Cusco, tra l’altro a due isolati di distanza dalla stessa Plaza de Armas, organizzato in una casa coloniale del XVI secolo. Il dormitorio più capiente accoglie fino a 18 avventori. All’interno un ristorante, ampie sale relax in cui guardare la tv o giocare a biliardo. Caratteristico il patio proprio dell'architettura coloniale dei Paesi dell'America latina, in cui fare attività all’aperto.

Altro che arte dell’arrangiarsi. Queste location rappresentano quanto di meglio un viaggiatore possa trovare nelle Americhe. Ostello, da sempre melting pot di culture del mondo, in questi casi è anche sinonimo di qualità, comodità e convenienza.

I migliori ostelli americani Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 1 voti.
Articolo pubblicato il
I migliori ostelli americani
apri
Offerte di viaggio