Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

I laghi più strani d'Europa

Dai laghi rossi della Camargue al lago che esiste solo d'estate: un piccolo tour alla ricerca dei laghi europei più strani e spettacolari

I laghi più strani d'Europa
"Chiare, fresche e dolci acque"...Così declamava Petrarca per richiamare alla mente del lettore la bellezza e la purezza di acque cristalline in cui si bagnava l'amata.

Forse, il Poeta, si riferiva a rivoli di montagna, piccoli specchi d'acqua di modesta importanza, non potendo, certo, all'epoca, immaginare che l'Europa, il vecchio Continente, potesse vantare milioni di laghi aventi superficie, profondità e dimensione completamente diverse le une dalle altre. 

Non tutti i bacini, però, hanno mantenuto pure le proprie acque:turismo, sfruttamento ambientale, sempre più crescente industrializzazione, hanno notevolmente inquinato questi specchi d'acqua.
Certo, i laghi europei non hanno toccato il tragico livello dell'Aral - ormai completamente prosciugato - ma nel corso degli anni, hanno preso forme particolari, assunto colorazioni differenti che li hanno resi unici al mondo per la presenza di strani fenomeni ad essi connessi. 


1. Lago di Tovel - Italia
Il misterioso Lago di Tovel in Trentino Alto Adige
Il nostro viaggio alla scoperta dei laghi più strani e caratteristici d'Europa, inizia dall'Italia, presisamente dal Trentino Alto Adige, con il lago di Tovel. Fino al 1964, questo bacino della Val di Non, presentava una duplice colorazione:di un azzurro intenso e brillante nel periodo invernale, rosso sangue d'estate. Numerose le leggende e le spiegazioni scientifiche del fenomeno:per i biologi, la caratteristica delle acque tinte di rosso, era da attribuirsi ad un'alga rarissima, la Tovellia sanguinea; secondo una leggenda, invece, il lago cambiò a seguito della vendetta di re Lavinto: questi, rifiutato dalla bella Tresenga, uccise lei e gli altri pretendenti, gettandone i corpi senza vita nel lago. Il sangue, quindi, avrebbe colorato di rosso le acque. Altra spiegazione, una delle più accreditate, riconduce la colorazione alle deiezioni delle mucche in alpeggio che pascolavano nei pressi del lago. Da cinquant'anni, però, il lago è tornato al colore originale, sia perché le mucche non pascolano più al Tovel, sia perché non si trovano più tracce dell'alga Tovellia sanguinea.


2. Lago di Saimaa - FinlandiaLago di Saimaa: lo straordinario fenomeno delle nubi lucenti
Il Lago Saimaa, in Finlandia, è il più grande del Paese e il quarto d'Europa per dimensioni. Navigabile, collegato al Golfo di Finlandia tramite il Canale Saimaa, questo strano lago offre uno spettacolo unico dal punto di vista paesaggistico: ponti e canali che collegano più di 14.000 isole tra loro e punti panoramici da cui godere delle nubi nottilucenti, straordinarie nubi luminose di vario colore, visibili sullo specchio d'acqua solo dopo il tramonto.


3. Kerid Crater - IslandaIl curioso fenomeno del Kerid Crater: un lago in un cratere - Islanda
Uno dei laghi più spettacolari e strani d'Europa si trova in Islanda ed è il Kerid Crater. Immerso in un cratere di forma circolare, dalle striature rosse, blu e verde, questo lago riflette i colori delle rocce circostanti, cambiando colore a seconda della luce del sole. La particolare forma ad anello, consente di girare tutto il sito, risalire agevolmente i dolci pendii, fermarsi su di una sponda e ascoltare nitidamente il canto degli uccelli anche a chilometri di distanza. Spettacolare anche perché poco conosciuto.


4. Grüner See - Austria
Il Gruner See: il parco che diventa un lago - Austria
il lago Grüner See, in Stiria (Austria), è famoso in tutto il mondo perché, in realtà, non esiste! Sì, proprio così. In autunno, si passeggia in un parco ricco di alberi, fogliame, panchine e sentieri. D'inverno, la neve e il ghiaccio coprono il paesaggio circostante, ammantandolo di bianco. La primavera, il sole più caldo, inizia a sciogliere il ghiaccio e la neve, i quali confluiscono in una piccola vallata che, mese dopo mese, inizia a riempirsi d'acqua. D'estate, appare finalmente il Gruner See: turisti di tutto il mondo, accorrono in Stiria per immergersi in queste acque gelide ma cristalline. Ovviamente, non sarebbe un vero lago senza pesci: a questo, provvedono gli abitanti locali, i quali, ogni anno, lo "popolano" di specie differenti. 


5. Laghi di Plitvice - Croazia
Gli spettacolari Laghi di Plitvice, Croazia
Il verde brillante e il blu profondo contraddistinguono i laghi di Plitvice, in Croazia. Immersi nel Parco Nazionale dei laghi, collegati tra loro da cascate e originati dal Fiume Bianco e dal Fiume Nero, questi sedici laghi sono protetti da una natura rigogliosa, attraversati da percorsi pedonali a strapiombo sull'acqua e da sentieri da percorrere a piedi o in bicicletta. Incredibili i colori prodotti dal salto delle cascate: un arcobaleno pieno di luce che sorge dalle acque.


6. Étangs de Camargue - FranciaGli Etangs de Camargue: spettacolo della natura
Fiumi, laghi, stagni e acquitrini. In Camargue, regione meridionale della Francia, la maggior parte degli specchi d'acqua, chiamati étangs - in italiano "stagni" - è di colore rosso vivo. Presagio da fine dal mondo, scenario apocalittico, misterioso e inquietante, fino a quando non si conoscono le ragioni del fenomeno: l'elevatissima concentrazione di sale che favorisce la crescita di una speciale alga rossa - la Dunaliella salina - nelle acque è l'unica responsabile di questo colore così intenso. Il più grande è l'’Étang de Vaccarès - sul delta del fiume Rodano, dal 1927 dichiarato riserva protetta in cui vivono oltre 400 specie di uccelli, tra cui il fenicottero rosa, che nelle sue acque salate trova il proprio habitat ideale. 


7. Salina de Torrevieja e Salina de La Mata - Spagna
La Salina de Torrevieja, in Spagna, regala immagini da sognoMagico il crepuscolo al Parque Natural de las Lagunas de la Mata y Torrevieja

Lo stesso fenomeno e le stesse alghe dei laghi della Camargue li ritroviamo negli strani laghi della vicina Spagna. Sulla costa spagnola nel Parque Natural de las Lagunas de la Mata y Torrevieja vi sono la Salina de Torrevieja e la Salina de La Mata, i due più grandi laghi salati d'Europa. Oltre alla bellezza di questi bacini che rendono ancor più strano e particolare il già straordinario paesaggio, secondo la WHO - World Health Organisation - l'acqua di questi bacini idrici è la più sana in assoluto.

Questi strani laghi, così diversi tra loro, rappresentano un'eccellenza nel proprio genere. Non si sa quale sarà il destino di questi specchi d'acqua: alcuni, potrebbero sparire del tutto ma, fiumi e altri corsi d'acqua, potrebbero generarne di nuovi, creando nuovi veri e propri spettacoli della natura!
I laghi più strani d'Europa Valutazione: 4.86 su 5 Basato su 21 voti.
Articolo pubblicato il
I laghi più strani d'Europa
apri
Offerte di viaggio