Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

I golosi dolci delle feste in Portogallo

Speziati, avvolgenti, cremosi, saporiti e...calorici. Il nostro viaggio alla scoperta dei dolci delle feste portoghesi

I golosi dolci delle feste in Portogallo

Paese che vai, usanze che trovi. E' proprio il caso di dirlo. Se poi, tra le usanze tipiche rientrano anche dolci e dolciumi di vario genere, ecco sentir salire l'acquolina in bocca.

La culinària portuguesa - la cucina portoghese - nasce da un insieme di culture e tradizioni, risalenti a epoche diverse, ed è dotata di una grande varietà d’ingredienti e spezie che la rendono gustosa e accattivante. 
I portoghesi amano banchettare, non lesinano condimenti e aromi, ma quando si tratta di dolci tipici natalizi, la parola d'ordine è "esagerare"!
In barba alla dieta e alle restrizioni culinarie, le tavole natalizie si riempiono di profumi, colori e..sapori di tutti i tipi. 

In un trionfo di cannella, anice stellato, vaniglia e zenzero si dà vita a torte, dessert, pasticcini, mousse, vellutate e creme caramel capaci di stregare anche i palati più scettici.

La dolcissima Aletria, una torta all'uovo tipica delle feste in Portogallo Questo golosissimo tour gastronomico va alla ricerca dei dolci portoghesi, quelli tipici delle feste, i più antichi e appartenenti alla tradizione prponendosi di scovarne di nuovi, rielaborati e rivisitati, ma non per questo meno gustosi. 

Partiamo dall'Aletria, il dolce tipico delle feste, proveniente dagli antichi conventi. Secondo la tradizione, le suore, oltre a svolgere le mansioni tipiche dettate dall'ordine, s'impegnavano a stirare lenzuola e biancheria da tavola a chiunque lo richiedesse. E, per inamidare, utilizzavano una grande quantità di albumi. Ovviamente, i tuorli non potevano finire nella pattumiera. E così, nacquero questi dolci: il nome deriva dal tipo di pasta utilizzata - simile ai capelli d'angelo utilizzati per il migliaccio napoletano - cotta in un'emulsione di acqua e zucchero, mescolata al latte e ricoperta di tuorli d'uovo. Spolverizzata con vaniglia ridotta in polvere finissima e con cannella, viene servita fredda.

Bolo da Rainha in Portogallo: simile al Bolo do Rei, ma meno dolceSimbolo del Portogallo nel mondo, il Bolo do Rei - il dolce dei Re Magi - è diffusissimo durante tutto l'anno ma, com'è ovvio, raggiunge l'apice di vendite e di preparazione nel periodo delle feste natalizie. Si tratta di una ciambella, con il classico buco al centro, ripiena di marmellata di albicocche e guarnita con diversi tipi di confettura - su tutte, pesche, albicocche e arance amare - canditi, scorze di agrumi glassate, frutta secca e glassa di zucchero. Una bomba calorica, ma dal sapore indimenticabile che riempie le vetrine delle migliori pasticcerie di Lisbona, di Porto, e non solo.

Senza marmellata e senza zucchero caramellato, ma una profusione di scorzette di agrumi, noci, nocciole, mandorle, pinoli e qualche candito: è questo, il Bolo da Rainha, il "dolce della regina". Dal sapore più deciso, ma meno stucchevole del Bolo do Rei, questa ciambella sarà apprezzata dagli amanti della frutta secca.

I deliziosi e irrestitibili Pasteis alla crema di Belem (Lisbona) Portogallo

Deliziosi, dal profumo inebriante e con il caramello che si scioglie in bocca. I Pastéis de nata, le classiche tartellette alla crema, sono una prelibatezza da assaporare lentamente, per assimilare ogni ingrediente. Originari di Belem, il quartiere più ditaccato di Lisbona, famoso per la sua maestosa Torre, sebbene la ricetta originale pare sia secretata tra le mura di un antico monastero, i Pastéis sono semplici da preparare: la sfoglia, farcita con una crema di panna e uova, in forno crea una superficie caramellata tutta da gustare. Nonostante siano dolci non proprio light, durante le occasioni di festa, natalizie e non, se ne consumano in quantità industriali, magari abbinandoli a un buon bicchiere di Porto. 

Una vera golosità, amata soprattutto dai più piccini, i Filhos sono frittelline di uova, farina e zucchero, servite bollenti e spolverizzate con tantissima cannella e zucchero a velo. Risalenti all'antica tradizione portoghese, i Filhos, assumono tante diverse forme, a seconda dei ferri utilizzati per crearli. 

Gli irresistibili Azevias, ripieni di ceci, dolce tipico del Natale in PortogalloL'avreste mai detto che la crema di ceci, dal sapore così forte e deciso, avrebbe creato un dessert delicato e arrendevole al palato? Ebbene sì. E il caso delle Azevias, piccoli fagottini golosi, ripieni di vellutata di ceci, arricchiti da mandorle, noci e nocciole. Un connubio unico, dal sapore particolare.

A base di Porto, il liquore tipico del Paese, troviamo i Formigos e i Mexidos, i due dolci delle feste più consumati in Portogallo. I primi, composti di acqua, vino, pane, limone, miele, cannella, pinoli e noci; i secondi - macerati anch'essi in un composto di Porto, zucchero e acqua - vantano uva passa e pinoli tra gli ingredienti principali. 

Buoni, corposi, sontuosi al palato e incredibilmente irresistibili. I Sonhos, chiudono degnamente le feste in Portogallo. Morbidi e soffici sgonfiotti, questi dolcetti natalizi, sono a base di zucca e carota (secondo i gusti), fritti in abbondante olio e burro, guarniti di zucchero fuso e caramellato. Una bontà tutta da assaporare. 

Con la sua consistenza quasi sensuale e il suo sapore unico il Pudim Abade de Priscos è uno dei protagonisti delle tavole delle feste in Portogallo

Con qualche chilo di troppo, ma con la pancia piena e il palato ancora pervaso da gusti intensi, speziati e cremosi, il nostro viaggio termina qui. Ma non prima di aver assaggiato un ultimo pezzettino di Pudim Abade de Priscos, budino speziato e profumato di limone, servito con un bicchiere di Porto. Ora sì, il viaggio finisce per davvero. 

I golosi dolci delle feste in Portogallo Valutazione: 4.74 su 5 Basato su 19 voti.
Articolo pubblicato il
I golosi dolci delle feste in Portogallo
apri
Offerte di viaggio