Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

I diari della motocicletta

I luoghi del film che ripercorre il viaggio di Che Guevara in America Latina

I diari della motocicletta

Nel 2004 il regista Walter Salles portò sul grande schermo l'eroe di intere generazioni, Ernesto Che Guevara, col film I diari della motocicletta raccontandone la giovinezza e, in particolare, il viaggio intrapreso nel 1952 in America Latina, ispirandosi al suo diario, Notas de viaje.

A bordo di una Norton M18 del 1939 soprannominata Poderosa II, a piedi o facendo l'autostop, il giovane studente di medicina in compagnia dell'amico Alberto Granado gira per le strade e le città del Sud America. Partendo dall'Argentina, passando per il Cile, il Perù, la Colombia e infine il Venezuela, la coppia di giovani viaggia osservando la realtà che li circonda, misurandone la gente, le città, le strade, le condizioni di vita e di istruzione, condividendo con l'anima il dolore e la povertà che incontrano dietro ad ogni angolo.

Perché il viaggio intrapreso dal futuro Che è un viaggio di scoperta, di analisi, di confronto, di presa di coscienza del vero mondo, di quello di cui non si parla, che si nasconde sotto al tappeto, perchè scomodo, perché spiacevole, perché noioso. Eppure un mondo che esiste e che il protagonista digerirà a modo suo, scegliendo di percorrere una strada diversa, che lo porterà a diventare un mito intramontabile della lotta.

I luoghi dove in particolare si sofferma la pellicola sono Machu Picchu e San Pablo, in Perù. Il primo, l'antica città sopravvissuta agli spagnoli e scoperta solo nel 1911, viene visitato dai due protagonisti in lungo e in largo, fino perdersi nella bellezza e nella storia del luogo. Il secondo, il lebbrosario di San Pablo, dove i due avevano deciso di svolgere attività di volontariato per un paio di settimane.

Da questo viaggio-analisi emergerà la drammatica situazione del popolo latino-americano, causata dalle terribili condizioni economiche imposte dal sistema internazionale, che non tiene conto delle persone e della realtà effettiva delle cose e il bisogno, l'esigenza, di ottenere un mondo migliore, più giusto. Anche, e sopratutto, lottando.

I diari della motocicletta Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 6 voti.
Articolo pubblicato il
Autore: Antonio Aveta
I diari della motocicletta
apri
Offerte di viaggio