Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

I 7 posti al mondo in cui è vietato scattare i selfie

Selfie? No, grazie. Da Occidente a Oriente, ecco dove i selfie (o gli accessori per realizzarli) sono stati banditi

I 7 posti al mondo in cui è vietato scattare i selfie

Tutti, almeno una volta, si sono scattati un selfie in vacanza e i selfie-stick (i bastoni telescopici per autoscatti "d’autore") sono diventati un accessorio imprescindibile e la moda sembra ormai diffusa a macchia d’olio. La condivisione social in tempo reale, attraverso immagini che certifichino la presenza in un determinato posto, è diventata una necessità, emblema del turismo partecipativo. Tuttavia, al prossimo viaggio, fate attenzione: potreste essere in uno dei luoghi in cui il selfie è vietato per legge.

 

1) Concerti di Londra - Inghilterra

I bastoni per selfie sembrano essere considerati il male assoluto delle grandi manifestazioni: nella capitale inglese, per esempio, i selfie-stick devono essere lasciati fuori nella maggior parte dei grandi eventi. La Wembley Arena e la O2 Arena sono i luoghi in cui principalmente vige questo divieto, messo in atto per questioni di sicurezza essendo luoghi con grande assembramento di persone, dove potrebbero trasformarsi in un’arma contundente.


2) Plage de la Garoupe, Antibes - Francia

Il cartello della no-braggies zone (divieto di selfie) sulla Plage de la Garoupe, Antibes - FranciaSe avete deciso di trascorrere qualche giorno di vacanza tra le spiagge della Costa Azzurra, fate attenzione ai cartelli. Sul litorale di Antibes, precisamente nella Plage de la Garoupe, numerosi cartelli indicano che si è entrati nella No-Braggies Zone: un'area in cui è "vietato vantarsi". Questo tratto di litorale è tra i più affascinanti della Francia meridionale e le autorità hanno motivato il divieto di selfie come soluzione alla progressiva perdita della capacità di godere della tranquillità e del relax a favore della condivisione social.


3) Corsa dei tori di Pamplona - Spagna

La festa di San Firmino, il 6 luglio, è degli eventi più importanti dell’anno in Spagna, che richiama milioni di persone da tutto il mondo. I visitatori sono obbligati a comportarsi in modo tale da non mettere ulteriormente in pericolo la vita dei corridori, e scattarsi un selfie, tanto più con il bastone, potrebbe distrarli con conseguenze nefaste.

 

4) La Mecca - Arabia Saudita

Il pellegrinaggio più importante della religione islamica, prescritto dal Corano, è stato fatto oggetto di un divieto di selfie da parte dei maggiori esponenti culturali religiosi, preoccupati dalla mania esplosa anche tra i giovani islamici. La modestia è uno dei principi del Corano e fare mostra della propria presenza a La Mecca va contro questo caposaldo.

 

5) Zoo nello Stato di New York

Anche Oltreoceano il divieto di selfie è stato posto per garantire le minime condizioni di sicurezza: lo Stato di New York è stato il primo ad agire in questa direzione, vietando qualsiasi fotografia in compagnia degli animali negli zoo del territorio. Oltre che essere una pratica pericolosa, è stato dimostrato che può provocare stress negli animali.

 

6) Lake Tahoe, tra Nevada e California

In una delle aree naturali più affascinanti della costa orientale degli Stati Uniti, è stato necessario imporre il divieto di selfie a tutti i visitatori. A causa della moda di scattare fotografie vicino agli orsi – particolarmente numerosi in quest’area – i rangers hanno dovuto agire in questo modo per preservare l’incolumità dei turisti, inconsapevoli, forse, del fatto che un orso è capace di raggiungere velocità elevate per raggiungere quella che considera una sua preda.

7) Corea del Sud

Multe salatissime in Corea del Sud per chi vende bastoni per selfie (selfie-stick) non omologati

Uno degli Stati maggiormente attivi nello sviluppo e nelle innovazioni tecnologiche, ha deciso di promulgare una legge che sanziona severamente chi vende i selfie-stick non omologati. Il motivo? Potrebbero essere causa di interferenze radio. La pena è il pagamento di una multa di 23 mila euro o la reclusione per 3 anni.

 

Il divieto di selfie e il divieto di utilizzo di bastoni per i selfie sembrerebbe una misura estrema ma, in alcuni casi, è indispensabile, specialmente quando il buon senso lascia il posto alla voglia di mostrarsi: il desiderio di ricevere like e retweet innesca dei meccanismi pericolosi e, se fino a pochi anni fa gli autoscatti erano delle innocenti fotografie tra amici, adesso, tra eccessi e attrezzature particolari, sono un fenomeno di costume dai risvolti in alcune situazioni imprevedibili. 

I 7 posti al mondo in cui è vietato scattare i selfie Valutazione: 4.91 su 5 Basato su 11 voti.
Articolo pubblicato il
I 7 posti al mondo in cui è vietato scattare i selfie
I Più Letti
  • del giorno
  • della settimana
apri
Offerte di viaggio