Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

I 10 musei più strani del mondo

Dal museo dei cuori infranti a quello dei parassiti intestinali: un viaggio attraverso le rassegne artistiche più strane al mondo

Marco Minei
I 10 musei più strani del mondo

Va da sé che l’arte è in chi guarda: non sempre un quadro, una statua o un antico monumento riesce a folgorare l’animo di chi si appresta a varcare la soglia di un museo. E' per questo che, forse, non ci si dovrebbe tanto stupire se girando per il mondo non si trovano dappertutto i Raffaello, i Monet o i Munch. Anzi, a dirla tutta, è proprio il concetto di museo che a volte va riconsiderato nel proprio essere.

Girovagando tra gli stati e i continenti non è raro quindi imbattersi in musei che ad un primo sguardo sembrano davvero tutt’altro o che all’interno ospitano “opere d’arte” che difficilmente  potremmo definire tali.

Ed è proprio da questa concezione di base che partiamo alla scoperta di quei musei che possiamo definire con tranquillità tra i più strani del mondo.

 

1. Museum of Bad Art, Dedham, Somerville e Brookline - Massachusetts

Charlie and Sheba: uno degli orribili quadri del MOBA - Massachusetts

Questa nostra rassegna parte dagli Stati Uniti dove possiamo imbatterci nel MOBA (Museum of Bad Art). Il Museo, privato, ha 3 sedi interamente dedicate alle “opere d’arte troppo brutte per essere ignorate”. Fondato nel 1994 a Dedham nel teatro cittadino (oggi chiuso per lavori di ristrutturazione) che ha avuto un tale successo tanto da spingere il suo creatore, Scott Wilson, ad aprire altre due sedi: una a Somerville nel 2008 e l'ultima a Brookline nel 2010. La collezione racchiude circa 500 tra le peggiori opere d’arte mai state create.

 

2. Hobo Museum, Britt - Iowa

Il vecchio teatro adibito a sala esposizioni dell'HOBO Museum di Britt - Stati Uniti

Rimanendo nel Nuovo Mondo scopriamo l’Hobo Museum, un piccolo museo a Britt, nell’Iowa - Stati Uniti - che s’incentra sulle storia e sulle attività dei vagabondi. All’interno di un vecchio teatro adibito a sala d’esposizione, si possono trovare libri, musica ed opere di piccolo artigianato raccolti ed arrivate da collezioni sparse per il mondo. Il museo ha aperto nel 1980 quando il Chief Theatre, sede della collezione, è stato acquistato dalla Fondazione Hobo con i fondi donati loro da un vagabondo che, a quanto pare, era riuscito a fare fortuna.

 

3. Museum of Questionable Medical Devices, Saint Paul - Minnesota

Alcune delle curiose attrezzature mediche del Museum of Questionable Medical Devices - Minnesota

Girovagando tra le tante sale del Museo della Scienza del Minnesota, nella città di Saint Paul, sulle rive del Mississipi, ci si può imbattere in una sezione che ospita una collezione alquanto particolare ovvero il Museum of Questionable Medical Devices (Museo degli strumenti medici discutibili). Voluta da Bob Mcoy - un collezionista appassionato dal 1970 di curiose attrezzature mediche - la galleria è dedicata agli improbabili strumenti medici ed alle bizzarre trovate curative inventate nel corso degli ultimi secoli per guarire dalle malattie più comuni.

 

4. Broken Relationship Museum, Zagabria - Croazia

Il particolare allestimento del Broken Relationship Museum di Zagabria

A Zagabria esiste il Broken Relationship Museum, ovvero il museo delle relazioni amorose finite. La galleria nasce nel 2006 dall’idea di una coppia di artisti croati i quali, una volta terminata la loro relazione, trovandosi in possesso di un'enorme quantità di oggetti legati al loro amore piuttosto che gettarli via hanno deciso di esporli in un museo. La collezione comprende davvero di tutto: da lettere d’addio a regali restituiti, da vecchie compilation in cd a poesie scritte per l’amata, tutti accompagnati da un breve testo che ne racconta la storia.

 

5. Musée des Égouts, Parigi - Francia

L'affascinante museo sotterraneo tra le fogne di Parigi

Restando in Europa, scendendo al di sotto del Louvre e della Torre Eiffel ci si imbatte nel Musée des Égouts ovvero nel museo delle fogne parigine. Il lungo percorso sotterraneo racconta l’evoluzione del sistema fognario della Ville Lumière dai tempi degli antichi romani fino ad oggi. Aperto all’inizio del XIX secolo attrae ogni anno circa 70000 visitatori incuriositi di vedere dal vivo i luoghi descritti nei “Miserabili” Di Hugo o da Umberto Eco ne “Il Pendolo di Faucault”.

 

6. Museum of Witchcraft, Boscastle - Inghilterra

Un dispensario di erbe magiche nel Museum of Witchcraft

Nel piccolo paese inglese di Boscastle, in Cornovaglia, possiamo imbatterci nel Museum of Witchcraft, il museo della stregoneria. Creato da Cecil Williamson, uno dei personaggi di spicco della stregoneria britannica moderna, ed aperto tra gli anni ’20 e ’30 del secolo passato, in questa particolare collezione possiamo ammirare tutti i vari oggetti appartenuti alle presunte streghe della Cornovaglia: erbe magiche, sculture fatte in pietra, artefatti, immagini, racconti e libri.

 

7. Nonseum, Herrnbaumgarten - Austria

Il telefono con doppia cornetta del Nonseum, AustriaLa doppia scopa per spazzare i gradini in mostra al Nonseum, Austria

Tra i boschi austriaci esiste un museo dedicato alle migliaia di oggetti brevettati che non hanno mai riscosso successo tra il pubblico: è il Nonseum, il museo degli oggetti inutili. Creato da Fritz Gall nel 1984 la collezione racchiude un’infinità di marchingegni: fedi nuziali a forma di manette, sacchi a pelo per pipistrelli, catenella ferma-tappo per Champagne, slittini pieghevoli e molto altro ancora.

8. Avanos Hair Museum - Turchia

Chez Galip: l'inventore del Museo dei Capelli in Cappadocia

Ad Avanos, in Cappadocia, nel cuore della Turchia, nei sotterranei di un vecchio negozio di ceramiche si può ammirare l’incredibile Museo dei Capelli creato da Chez Galip. La storia di questa raccolta comincia circa trent’anni fa quando un’amica dell’artista turco in procinto di lasciare la città gli regala una ciocca dei suoi capelli. Da quel momento le donne che visitano la cittadina lasciano a Galip lo stesso regalo. E da questa storia che ormai si sta tramutando in leggenda derivano le circa 16000 ciocche di capelli che si possono ammirare nei sotterranei del negozio.

 

9. Sulabh International Museum of Toilets, Nuova Delhi - India

Una delle sale dell'assurdo Sulabh International Museum of Toilets - India

Viaggiando verso oriente arriviamo in India dove a Nuova Delhi esiste un museo completamente dedicato alla toilette: il Sulabh International Museum of Toilets. Fondato dal Dr. Bindeshwar Pathak alla fine del secolo scorso, l’immensa raccolta (circa 5000 mq d’estensione) ci mostra esemplari di wc e bidet provenienti da ogni parte del mondo accompagnati da una ricca documentazione storica sull’uso e le mode di questo fondamentale strumento dai tempi più antichi fino ad oggi.

 

10. Meguro Parasite Museum, Tokyo - Giappone

La collezione di vermi solitari in una sezione del Meguro Parasite Museum di Tokyo

Arriviamo infine nella terra del Sol Levante dove esiste un museo che di certo non è adatto ai deboli di stomaco. Stiamo parlando del Meguro Parasite Museum ovvero il museo dei parassiti. Aperto nel 1953 da Kamegai Satoru, è una collezione di insetti, vermi ed altri animali del genere estratti dal corpo di esseri viventi immersi in un liquido ed esposti in una boccia di vetro. Nel museo è presente anche museo un piccolo Guinness dei primati: il verme solitario più lungo del mondo (8,8 metri).

Visitare questi musei probabilmente non andrebbe a suscitare in noi il senso classico della bellezza ma di certo non ci lascerebbe indifferenti. Queste gallerie sono l’esempio più lampante di come anche oggetti di uso comune possano divenire arte se visti con un occhio diverso e di come, a volte, basti solo aprire un po’ la mente per scoprire nuovi mondi che non avremmo mai immaginato potessero esistere.

I 10 musei più strani del mondo Valutazione: 4.75 su 5 Basato su 4 voti.
Articolo pubblicato il
Autore: Marco Minei
I 10 musei più strani del mondo
apri
Offerte di viaggio