Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Hong Kong: dove antico e moderno convivono

Alla scoperta delle bellezze uniche e nascoste che l'isola cinese può offrire: dalle vaste aree verdi e il Buddha di Lantau, alla frenetica Tsim Sha Tsui

Hong Kong: dove antico e moderno convivono

Non solo modernità. Hong Kong offre una miriade di possibilità a seconda dei gusti di chi ha il piacere e l’opportunità di visitarla e scoprirla. Grattacieli, incroci trafficati, insegne luminose: chi pensa che la metropoli di oltre 7 milioni di abitanti situata sulla costa meridionale della Cina sia solo questo, farà presto a ricredersi. Hong Kong è infatti una città poliedrica, in cui avanguardia e tradizione convivono.

L’isola è ricca di panorami mozzafiato. Famosi sono gli skyline che si possono ammirare, soprattutto di notte, quando le luci degli edifici si accendono e si riflettono nel mare, dipingendo le sue acque con decine di colori.  

Il posto migliore da cui osservare un simile spettacolo è sicuramente il Victoria Peak, anche conosciuto solamente come The Peak. Si tratta di una montagna a 552 metri sopra il livello del mare raggiungibile comodamente con il Peak tram, una funicolare che segue un percorso particolarmente ripido. A volte ci sono file chilometriche per prendere questo caratteristico mezzo, giustificate però dalla vista incredibile di cui si gode durante e al termine del viaggio.

Scendendo di quota, accanto agli altissimi palazzi, sorge il suggestivo Chi Lin nunnery nell’area urbana di Kowloon, a Diamond Hill. Un complesso di templi buddhisti e giardini (il più conosciuto è quello di Nan Lian) che ispirano pace e serenità. Famoso il monastero delle suore.

Restando in tema religioso, sull’isola di Lantau (la più grande di Hong Kong raggiungibile in traghetto da Mui Wo) nota per gli enormi spazi verdi presenti, sorge il Tian Tan Buddha. La celebre statua del “big Buddha’’ in bronzo è situata esattamente a Ngong Ping, zona ad Ovest dell’isola. Davvero unica la funivia utilizzabile per arrivarci, preferita specialmente dai turisti. Spendendo un pò di più si può salire sulle cabin crystal, cabine dal pavimento in vetro e quindi trasparente. Da non perdere il vicinissimo monastero Po Lin, complesso sacro costruito oltre 100 anni fa e caratterizzato dagli interni curatissimi e colorati.

Ma non è finita. Lantau ospita diversi villaggi di pescatori, alcuni dei quali formati da palafitte, in cui si può mangiare dell’ottimo pesce fresco, Disneyland e per gli amanti della natura, diversi parchi in cui poter fare campeggio.

Una volta tornati alla “base’’ Hong Kong, vale la pena immergersi nella modernità di Tsim Sha Tsui, a Sud di Kowloon. Quest’area vanta la più alta concentrazione di hotel, più che normale visto che qui il turismo rappresenta il maggior business. Per questo motivo, non mancano di certo ristoranti in cui si cucinano piatti tradizionali e di tutto il mondo, centri commerciali colossali e boutique delle grandi firme.

Infine, sprazzi di “americanicità’’ sulla Avenue of stars, l’equivalente della Hollywood Walk of Fame, sul lungomare del Victoria Harbor, il naturale e profondissimo porto della città. Un must farsi fotografare accanto alla statua del mitico Bruce Lee, attore ed esperto di arti marziali.

Non è un caso se Hong Kong viene spesso definita come la metropoli in cui la cultura occidentale e orientale si incontrano. Lo testimoniano le architetture vecchie e nuove, lo stile di vita e le attrazioni apprezzabili in una città che in realtà somiglia più a uno Stato, anzi a un universo a parte in cui perdersi e vivere.

Hong Kong: dove antico e moderno convivono Valutazione: 4.80 su 5 Basato su 5 voti.
Articolo pubblicato il
Hong Kong: dove antico e moderno convivono
apri
Offerte di viaggio