Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Grande festa in Giamaica per il compleanno di Bob Marley

Una Giamaica colorata e festante si appresta a celebrare la sua figura più rappresentativa. Buon compleanno Bob Marley!

Grande festa in Giamaica per il compleanno di Bob Marley

Le bandiere svolazzanti, il profumo di fiori, i mercati colorati, i dreadloacks variopinti, i quartieri eleganti, i pittoreschi sobborghi, il suono della musica reggae con il suo ritmo cadenzato e incessante. In una terra piena di colori, profumi e suggestioni, tutto parla del mito Bob Marley. L'icona della musica reggae che, se fosse ancora viva, celebrerebbe il settantesimo compleanno. 

Il 6 febbraio 1945 Robert Nesta Marley, meglio conosciuto con il solo diminutivo Bob, nasceva in quel di Nine Mile, da madre giamaicana e padre britannico. I rapporti tesi con la famiglia d'origine del marito, Norval Marley, capitano di Marina, costrinsero Cedella Booker, la madre di Bob, a cercar fortuna altrove. Lasciata Nine Mile, madre e figlio, si trasferirono a Trenchtown, un sobborgo di Kingston, la capitale della Giamaica.
Un giovanissimo Bob Marley sulla copertina di un disco dei The Wailers, il gruppo che fondò con Neville O'Riley LivingstonOggetto di bullismo e discriminazione da parte dei compagni e visto con sospetto dalla società giamaicana, Bob - da subito - cercò di affrancarsi da quel contesto di povertà e miseria da cui proveniva. Lasciata ben presto la scuola e imparato il mestiere di elettricista, Bob si appassionò alla musica grazie all'amicizia con Neville O'Riley Livingston, celebre cantante e percussionista giamaicano. Dopo un inizio difficoltoso, data l'inesperienza e la mancanza di mezzi di sostentamento, i due fondarono insieme il gruppo The Wailers, salvo poi dividersi per inseguire una carriera da solisti. 

Il successo non tarda ad arrivare. Con i ritmi tipici della sua terra, Bob imprime una decisa svolta alla sua carriera musicale. La sua voce, così carica di note e sfumature, così bassa e vibrante, catalizza l'attenzione del pubblico sui temi caldi: l'emarginazione, il rifiuto per l'odio razziale, l'esaltazione dell'amore per Dio, i colori del mondo e la grazia di essere nati liberi, fanno di Bob Marley il simbolo dell'emancipazione giovanile. 

Una carriera impressionante e fulminea durata lo spazio di un ventennio: il simbolo di un'intera nazione, l'idolo delle folle e dei fans, muore prematuramente a soli 36 anni per un melanoma maligno, lasciando il mondo orfano di uno dei figli più promettenti. 

E la sua Patria, lungi dal dimenticarlo, in questi giorni, gli rende omaggio per celebrare una grande ricorrenza. Grazie alla Rita Marley Foundation, fondazione gestita dalla moglie Rita, e al continuo impegno dei suoi figli, gli appassionati di musica reggae e fan di tutto il mondo e di diverse generazioni, potranno festeggiare il compleanno di Bob Marley senza sosta, in un turbinio di festival e manifestazioni.

L'ingresso del Museo di Bob Marley a Kingstone, GiamaicaIl 6 febbraio tutta la Giamaica si vestirà a festa: concerti-tributo, presentazioni letterarie, karaoke, interviste con Rita Marley e i suoi figli, le feste in spiaggia e le visite guidate nei luoghi simbolo della vita di Bob. Dal mausoleo nel villaggio di Nine Mile al quartiere di Trenchtown , passando per la casa di Hope Road, l'abitazione di Kingston in cui Bob - dato l'impegno politico - fu vittima di un attentato da cui uscì fortunatamente illeso.

Le celebrazioni in onore del settantesimo compleanno di Bob Marley, grazie all'evento #Marley70, saranno trasmesse in streaming in tutto il mondo e partiranno la prima settimana di febbraio con il 23° Bob Marley Birthday Bash, il festival della città di Negril, con cinque giorni interamente dedicati alla musica reggae. 

Il 6 febbraio, giorno del compleanno di Bob Marley, il Museo di Bob Marley a Kingston ospiterà una serie di conferenze basate sulla musica reggae, sul rapporto tra la Giamaica e la musica, tra il Reggae e la moda e tra la marijuana e l'economia. E, soprattutto, sul contributo dato da Bob alla musica internazionale.  

Il 7 febbraio è il giorno del mega concerto-tributo al Kingston Waterfront. Amici di Bob, artisti provenienti da ogni angolo di mondo, pronti a imbracciare microfono e chitarra per far risuonare nell'aria quelle note immortali per milioni di fan.  

Se non fosse ancora abbastanza, c'è spazio anche per 
l’International Reggae Conference, all’University of the West Indies a St Andrew dall’11 al 13 febbraio, in cui esperti, appassionati e amanti della musica reggae s’incontreranno sul palcoscenico internazionale per confrontarsi e approfondire la propria cultura in tema di musica giamaicana.  

Il Mausoleo di Bob Marley nel villaggio nativo di Nine Mile, GiamaicaMa c'è un'altra data assolutamente da non perdere: appena dopo le celebrazioni per il compleanno, la famiglia di Bob Marley farà un regalo dal valore inestimabile ai fan di tutto il mondo. Il 17 febbraio 2015 uscirà, infatti, la doppia raccolta "Bob Marley & The Wailers: Easy Skanking In Boston ’78", disponibile nei formati CD+DVD o CD+BluRay.  Non solo musica, ma anche manoscritti, fotografie e scritti autografi, per celebrare la vita e la musica di quest'artista scomparso troppo presto. 

Un regalo inaspettato e, per questo, ancora più prezioso: un modo per festeggiare questo importante compleanno ma anche per conoscere la Giamaica, il suo passato, la sua storia e il suo bagaglio culturale, attraverso le note, la musica e la voce di Bob Marley, suo illustre figlio. 

Grande festa in Giamaica per il compleanno di Bob Marley Valutazione: 4.92 su 5 Basato su 12 voti.
Articolo pubblicato il
Grande festa in Giamaica per il compleanno di Bob Marley
I Più Letti
  • del giorno
  • della settimana
apri
Offerte di viaggio