Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Girotonno 2016, tra cuochi, fiamme e...tonno!

Tutto pronto per l'edizione 2016 di Girotonno:Carloforte, capitale del gusto, rende omaggio alla cucina tabarchina con invidiabili prelibatezze a base di tonno

Girotonno 2016, tra cuochi, fiamme e...tonno!

Concerti, mostre, convegni, cultura, spettacolo e la gastronomia più raffinata, in una delle location più esclusive d’Italia. Manca davvero solo qualche altro giro di lancetta e finalmente potremmo salutare la nuova edizione di Girotonno 2016, il più atteso show cooking del Belpaese.

Difficile pensare ancora a qualcosa che non sia stato scritto a proposito di Girotonno: Carloforte, l’unico comune dell’isola di San Pietro, ogni anno, si appresta a far rivivere la grande tradizione culinaria tabarchina, retaggio di influenze tunisine, sarde e liguri, in un mix di musica d’autore, spettacoli live e chef internazionali pronti a darsi battaglia a suon di pentole e fornelli.

L’EVENTO

Considerata tra le manifestazioni enogastronomiche più importanti del bacino del Mediterraneo, giunta alla sua XIV edizione, Girotonno 2016 si appresta, ancora una volta, a stupire il mondo intero con le sue esibizioni, le sue sfide e le sue prelibatezze culinarie.
L’appuntamento, per il 2016, è dal 2 al 5 giugno: quattro giorni intensi, adrenalinici, tutti da vivere all’insegna del pregiatissimo tonno del Mediterraneo.
L’evento, nato ormai nel lontano 2003 per celebrare l’antico rituale della mattanza del Bluefin, una particolare specie di tonno rosso, vede un susseguirsi di giornalisti, tonnaroli, esperti del settore e star della cucina, pronti a mantener viva l’antica tradizione della vita nella tonnara di Carloforte, un tempo tra le più attive del mar Mediterraneo.

GIROTONNO 2016: IL PROGRAMMA

Il momento clou di Girotonno 2016, però, sarà il World Tuna Cuisine Competition – Campionato Mondiale del Tonno di Qualità, il più grande show gastronomico live che vedrà sfidarsi chef internazionali d’eccezione, tutti rigorosamente stellati. In rappresentanza di ben sei Paesi, infatti, il palcoscenico del Girotonno di Carloforte, vedrà scendere in campo il giapponese Hiroyuki Kurosu, il campione mondiale in carica, gli italiani Stefano De Gregorio, Luigi Pomata e Alberto Sanna, nonché i migliori esponenti di Russia, Svizzera, Polonia e Perù che dovranno soddisfare i palati esigenti della giuria di qualità con piatti stravaganti e anticonvenzionali, rigorosamente a base di tonno.  
Al termine della kermesse culinaria, una giuria di esperti e giornalisti, premierà la migliore performance gastronomica con il tradizionale piatto tondo con il logo di Girotonno, simbolo dell’indiscussa vittoria.

Ogni giorno, quindi, a partire del 2 giugno, tutti avranno la possibilità di assistere non solo alla preparazione dei cibi, ma anche il privilegio di assaggiare i piatti gourmet. Lungo la banchina Mamma Mahon, infatti, sarà allestito il Tuna Village: con un semplice ticket dal costo irrisorio (circa 15€), si potranno gustare tutte le migliori specialità a base di tonno. Qualche esempio? Pasta al forno e cous cous, tonno al Carignano, spezzatino di tonno e, ovviamente, tonno alla carlofortina.
Il tutto accompagnato da pane, gelato e bibite.  

E, per l’occasione, Carloforte si appresta ad accogliere due degli chef italiani più famosi all’estero, il siciliano Filippo La Mantia e il “filosofo del cibo” Claudio Sadler che stupirà gli avventori con una delle sue tante specialità, il tonno tonnato. A dirigere lo spettacolo, la showgirl Eliana Chiavetta e l’attore-cuoco provetto Andy Luotto.

E se mancasse ancora qualcosa per rendere imperdibile Girotonno? Carloforte, non abbiate paura, sa come stupire e lasciare affascinati i turisti in visita! Oltre all'eccellente cucina, spazio anche alla buona musica. Si parte subito alla grande con il concerto gratuito del gruppo sardo dei Tazenda il 2 giugno al Palapaise, si prosegue il 3 giugno al Campo Sportivo Pino Solitario con la star internazionale Mario Biondi e si conclude con Antonello Venditti il 4 giugno.
Domenica 5 giugno, il gran finale: sul corso Battellieri, si alterneranno sul palco alcuni tra i più importanti artisti sardi, quali Benito Urgu, Maria Giovanna Cherchi, Roberto Tangianus, Massimo Pitzalis, per una serata all'insegna della musica, del cabaret, folklore e del divertimento made in Sardegna.

A mezzanotte, come ogni anno, si saluterà l’edizione di Girotonno 2016 con un eccezionale spettacolo di fuochi d’artificio: la kermesse si congeda festosamente dai suoi ospiti e dà a tutti l’appuntamento al 2017, con la promessa di continuare ad affascinare e a stupire.

Ma ciò che rende davvero irresistibile l’appuntamento con Girotonno, è la grande festa che anima Carloforte. Difatti, per le stradine del centro storico e sul lungomare, ci sarà spazio per l’Expo Village, in cui i visitatori potranno acquistare non solo le migliori specialità culinarie della Sardegna, ma anche i pregiati manufatti dell’artigianato locale.

Ma, di certo, Girotonno 2016 è molto, molto di più. E il divertimento sarà, davvero, per tutti i gusti. Gli appassionati di arte e cultura, potranno visitare l’Osservatorio Astronomico e il Museo multimediale della Torre di San Vittorio, i più sportivi potranno cimentarsi in attività ludiche al Villaggio dello Sport mentre gli amanti del trekking e della natura non sapranno resistere alla scoperta dell’Isola di San Pietro.

La Location

Senza alcuna ombra di dubbio, ciò che decreta il successo di una manifestazione tanto attesa, dipende anche dalla location in cui è ambientata. E il binomio Girotonno-Carloforte, non potrebbe che essere tra i più vincenti. L’isola di San Pietro, infatti, è uno dei luoghi sardi più scenografici e mozzafiato, preso d’assalto da migliaia di turisti provenienti da ogni angolo del Pianeta. Comune onorario della provincia di Genova sin dal 2004, Carloforte è caratterizzata da una natura rigogliosa, spiagge lunghe e assolate intervallate da rocce e scogliere a strapiombo sul mare, acque cristalline dai riflessi iridescenti e un assetto urbanistico di matrice sette-ottocentesca che la rende ancora più caratteristica, come ben testimoniano gli eleganti palazzi che impreziosiscono il centro cittadino.

Come arrivare

Una volta giunti a Cagliari, per arrivare sull’isola di S.Pietro, e quindi a Carloforte, è necessario raggiungere il porto di Portovesme o, in alternativa, quello di Calasetta. Dopo una traversata di circa mezz’ora, a bordo dei traghetti della compagnia Delcomar, potrete finalmente mettere piede in una delle località più belle che la Sardegna ha da offrire.

Con tutte queste premesse, quindi, non c’è da indugiare oltre. Il Girotonno 2016 è già qui!

Girotonno 2016, tra cuochi, fiamme e...tonno! Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 20 voti.
Articolo pubblicato il
Girotonno 2016, tra cuochi, fiamme e...tonno!
apri
Offerte di viaggio