Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Gibilterra: viaggio ai confini del Mediterraneo

In Andalusia, ai confini del Mediterraneo, c'è un territorio che un tempo separava il mondo conosciuto da terre misteriose: benvenuti a Gibilterra!

Gibilterra: viaggio ai confini del Mediterraneo
Gibilterra è una piccola penisola nell'Andalusia, di soli 6 chilometri quadrati, ma è un possedimento coloniale del Regno Unito, un territorio d'oltremare (tant'è, che le targhe delle macchine presentano la sigla GBZ: Great Britain Zone).

Si presenta agli occhi dei suoi visitatori come un'alta rocca che sorge direttamente dal mare, accerchiata da palazzi più o meno nuovi: è come se il Principato di Monaco avesse alle spalle anni e anni di occupazioni ed assedi. Sì, perché questo piccolo lembo di terra ha accolto comunità spagnole, marocchine e anche genovesi ed è stato teatro, durante i secoli, di numerosissime battaglie. 

Chiamata anche "The Rock" (La Rocca), malgrado le sue piccole dimensioni offre diverse attrattive, sia dal punto di vista naturalistico che storico: nella parte superiore della Rocca vivono le star di questo territorio: i macachi di Gibilterra. Sono sicuramente l'attrazione maggiore qui e la loro celebrità è dovuta alla loro unicità: sono le sole scimmie che vivono in stato semi-selvatico sul territorio europeo e guai a dar loro da mangiare! 4000£ di multa! E se vi capitasse di investirle, anni e anni di prigione sono assicurati! Si dice che se queste scimmie, importate qui da Churchill, dovessero mai scomparire, scomparirebbe pure Gibilterra!

Girare per le viuzze della Rocca è decisamente emozionante: clima mite tutto l'anno e vista mozzafiato sulla colonna d'Ercole africana (Jebel Musa, in Marocco) sono assicurati!
L'Upper Rock Nature Reserve (il parco naturale della Rocca di Gibilterra) è visitabile sia a piedi che con un mezzo, ma attenzione alle strade, strettissime! Occorre una guida super esperta per destreggiarsi tra sentieri sui dirupi e i terrazzamenti a picco sulla città!
 
Gibilterra è una città fortificata con evidenti testimonianze delle guerre; la Rocca è attraversata da una serie di tunnel (The Great Siege Tunnel, XVIII secolo e altri della 2° Guerra Mondiale) ed è circondata da alte mura che risalgono, quelle più vecchie, al 1700, mentre le più nuove sono prova delle occupazioni più recenti (metà 1900).
Altra testimonianza delle occupazioni a Gibilterra è il Castello Moresco, che venne costruito nel 711 e svetta sulle pendici della Rocca. 

L'animale più venerato di Gibilterra, il macaco, che padroneggia dall'alto sulla pista dell'aeroportoIngresso del Siege Tunnels












La vera particolarità di Gibilterra, è che si tratta di una terra sempre diversa, non è inquadrabile in qualche schema predefinito: ci sono yacht lussuosi ormeggiati in porto, così come case sventrate da incendi e bombardamenti, c'è una fauna unica nel suo genere e alti grattacieli al di sotto della rocca, le tradizionali cabine telefoniche inglesi si trovano in ogni angolo, ma lo spagnolo è la lingua più diffusa, l'area sembra più grande di come è in realtà, ma l'aeroporto taglia in larghezza il territorio e la strada principale che attraversa la pista di atterraggio, la Winston Churchill Avenue, viene sbarrata ogniqualvolta un aereo decolla dalla pista. 

Gibilterra è una piacevole sorpresa, un luogo così particolare che sfugge da ogni stereotipo: uno di quei posti da "almeno una volta nella vita".
Gibilterra: viaggio ai confini del Mediterraneo Valutazione: 4.40 su 5 Basato su 5 voti.
Articolo pubblicato il
Gibilterra: viaggio ai confini del Mediterraneo
apri
Offerte di viaggio