Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

GetYourGuide: l'app che brucia le file ai musei

Fila al museo? Un lontano ricordo con GetYourGude la nuova app che rivoluziona il turismo culturale

Marco Minei
GetYourGuide: l'app che brucia le file ai musei

Mai sognato di superare quei chilometri di fila che vi dividono dall’entrata del Louvre senza dover aspettare ore ed ore?

E quella lunga coda agli Uffizi o davanti la Casa di Anna Frank ad Amsterdam, che di sicuro vi farà saltare il pranzo, proprio oggi doveva esserci?

A volte si visita una città e per la fretta non si è creato un itinerario ben preciso e si è costretti alle file, quei cordoni umani senza fine che di certo scoraggiano in tanti.

Bene da oggi il sogno di creare un itinerario ad hoc e di camminare tranquillamente verso l’ingresso prioritario di quel determinato museo senza doversi soffermare nemmeno un secondo alle spalle di qualcuno, è realtà grazie ad un sito che dal 22 novembre 2013 è divenuta anche una app per Ios ed Android: stiamo parlando di GetYourGuide.

Come è nata l'idea?

Nata, appunto, come un portale web su cui poter prenotare biglietti di musei e attrazioni a prezzi scontati. Il sito e la App consentono di visitare oltre 25mila siti turistici in tutto il mondo saltando le code. 

La consueta fila per entrare nella casa-museo di Anna Frank ad AmsterdamGetyourGuide ha mosso i primi passi in Svizzera nel 2009 fino a diventare la più grande piattaforma al mondo di ticket turistici. Tutto nasce da una startup svizzera che ha raccolto negli anni 25 milioni di euro e la fiducia di molti investitori, tra cui Darren Huston, amministratore delegato di Booking.com, il quale ha investito 4,5 milioni del suo capitale personale in questa idea.

Facile, accessibile e sicuro, il portale e di conseguenza l’app garantisce, come detto, anche il biglietto “salta-la-coda”: pagando un po’ di più, infatti si ha accesso all’ingresso prioritario, così come accade nell’imbarco degli aerei.


Come funziona?

Cerchiamo di capire nel dettaglio come funziona questa invenzione che ha cambiato al tempo stesso la concezione dell’itinerario e della compravendita del biglietto.

Il primo passo, naturalmente, riguarda la scelta della meta per poi indicarne la data di soggiorno. Una volta ottenuti i risultati della ricerca vi accorgete sin da subito come GetYourGuide vi proponga attrazioni anche molto diverse tra loro, mettendo in lista sia l’ingresso ai musei cittadini sia il biglietto promozionale per muoversi in città coi mezzi del trasporto pubblico. Per sfoltire la ricerca potete perciò servirvi di un’apposita voce la quale vi dà modo di contenere i risultati restituiti dal motore sulla base di criteri specifici.

La schermata principale della app che suggerisce i siti turisitici più viciniGli utenti possono, quindi, cercare le offerte che soddisfano le proprie esigenze di viaggio o direttamente utilizzare l'applicazione in grado di rilevare la loro posizione che mostra la totalità dalle attività che sono disponibili per la prenotazione attorno a loro, insieme ad una descrizione dettagliata del sito turistico, recensioni, foto dei clienti e le lingue disponibili per quella data attrazione.

Quando arriva il momento di acquistare i pagamenti possono essere effettuati in modo sicuro con carta di credito e gli utenti possono salvare i dati di pagamento per future prenotazioni.

L'applicazione mobilita l'intero processo di prenotazione e, cliccando sull’innovativa opzione “Evita la coda”, GetYourGuide crea un voucher digitale da mostrare ai commercianti, evitando così il fastidio di stampare biglietti.

Grazie a tutto ciò si hanno tutte le informazioni di cui aver bisogno per valutare da cima a fondo la fattibilità di quell’attrazione e la possibilità di passare attraverso il canale preferenziale saltando così le migliaia di persone che aspettano come voi l’entrata in quel determinato luogo. Per una facile pianificazione del viaggio, le attività possono essere salvate in una wish list personale per viaggi futuri.

Se prima del 2013 tutto questo iter era possibile solo attraverso il pc grazie al portale web con la conseguente stampa del biglietto, ora grazie alla app su smartphone con pochi click sarà possibile in tempo reale e in maniera istantanea saltare la fila: non sarete mai stati così vicini a Van Gogh, Monet o alla Cappella Sistina!

GetYourGuide: l'app che brucia le file ai musei Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 2 voti.
Articolo pubblicato il
Autore: Marco Minei
GetYourGuide: l'app che brucia le file ai musei
apri
Offerte di viaggio