Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Gay life in California

Dal quartiere Castro di San Francisco alla West Hollywood di Los Angeles, la California rappresenta un importante luogo di ritrovo della comunità LGBT

Marco Minei
Gay life in California

La California è uno stato americano situato sulla costa occidentale che si affaccia sull’Oceano Pacifico. E’ sicuramente uno degli stati più affascinanti del nuovo continente: sole splendente, spiagge chilometriche, distese desertiche, parchi emozionanti e città affascinanti come Los Angeles e San Francisco offrono ai turisti di tutto il mondo un perfetto mix tra storia, magia, cultura sport e divertimento.

Questo piccolo stato è da sempre meta ambita e luogo di ritrovo delle comunità LGBT grazie alla grande tolleranza che si respira tra le strade delle due metropoli. A San Francisco, infatti, vi è uno dei quartieri gay più grandi al mondo: Castro.

Nella seconda metà degli anni sessanta il quartiere inizia a diventare punto di riferimento per i tanti giovani omosessuali che da ogni parte degli Stati Uniti accorrono a San Francisco, attirati dalla ventata di libertà che il nuovo movimento di controcultura hippie sta portando alla città californiana.

L'insegna luminosa del Castro Theater di San Francisco

Nel 1975, Harvey Milk, che di lì a breve diventerà uno dei più attivi e noti esponenti del nascente movimento gay (storia da cui hanno tratto il bellissimo film: "Milk"), apre proprio a Castro, in Castro Street, il suo negozio di fotografia. Qui è nato anche il GLBT Museum, che racconta la storia del movimento. Inoltre nel cuore di questo quartiere, sorge il Castro Theatre, costruito nel 1922 ed oggi monumento nazionale il quale ospita rassegne di teatro e festival di cinema, in particolare legati alla cultura LGBT.

Decine sono i locali gay di San Francisco, ma la città in realtà non offre strutture esclusivamente gay (se non qualche guest house per soli uomini nel quartiere di Castro) ma hotel estremamente gay friendly per qualunque budget e tipologia di viaggiatore .Tra quelli più rinomati ricordiamo The Parker Guest House, Beck's Motor Lodge, Belvedere House Bed & Breakfast, Casa Luna SF, ed il Castro Suites.

Altra importante città da sempre attenta ai diritti della comunità LGBT è sicuramente Los Angeles: stile di vita sofisticato , vivace scena culturale e industrie creative contribuiscono a rendere questa città la casa di una delle più grandi comunità LGBT d’America: famosi sono i quartieri di West Hollywood, Silver Lake, Santa Monica e la San Fernando Valley . West Hollywood, infatti, vanta la più grande comunità LGBT della California del sud, ed è il sito della parata annuale del Gay Pride.

La vita notturna gay di Los Angeles è estremamente intensa. Tra i locali più importanti spicca sicuramente il Roosterfish che ormai da 32 anni è un ritrovo per la comunità LGBT del luogo, ma molti altri locali possono contendere al Roosterfish la palma del locale più movimentato della città, tra questi il Faultline, il Palm Bar ed il Fubar.

L'eccitante sala del Faultline di Los Angeles, uno dei gay bar più in voga a Los Angeles

La California è famosa in tutto il mondo per essere lo stato capitale della cultura gay americana, estremamente liberale e molto attenta ai diritti degli omosessuali ha dovuto affrontare diverse peripezie burocratiche prima di poter abrogare del tutto la legge che vietava i matrimoni tra persone dello stesso sesso (26 giugno 2013).  

Per le sue bellezze, per la sua liberalità e per la presenza di quartieri gay estremamente radicati sul territorio questo stato è luogo ambitissimo per il turismo LGBT di tutto il mondo. Tra le passeggiate sulle spiagge, i bar e le grandi discoteche c’è davvero l’imbarazzo della scelta e chissà se magari, respirando l’aria di San Francisco o Las Vegas, non si ritorni a casa non solo con un souvenir ma con una bella fede nuziale. 

Gay life in California Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 2 voti.
Articolo pubblicato il
Autore: Marco Minei
Gay life in California
apri
Offerte di viaggio