Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Festival: Mawazine e il ritmo del mondo

Rabat è pronta a trasformarsi in un palcoscenico a cielo aperto per il Festival Mawazine che festeggia il 14° anniversario con performance di grandi artisti internazionali

Festival: Mawazine e il ritmo del mondo

Il popolo marocchino grazie all’incontro fra varie culture, berbera e araba e le influenze andaluse (dopo la dominazione del sud della Spagna), ha dato vita a diverse tradizioni musicali che ancora oggi accompagnano la vita di tutti i giorni della popolazione.

La musica marocchina ha quindi diverse correnti. La musica arabo-andalusa con il nawba, un ritmo rigoroso con la presenza di strumenti e voci. La musica gnawa, un mix di musica araba e berbera con tamburi, guaita (strumento a fiato) e il qraqeb (strumento simile alle nacchere). La musica contemporanea con il rai unione di elementi jazz, hip-hop e rap con strumenti elettrici moderni.

Tra i festival Mawazine - in programma quest'anno a Rabat dal 29 maggio al 6 giugno - è la più grande manifestazione internazionale che celebra e promuove il grande patrimonio musicale marocchino.

Organizzato da Mounir Majidi segretario del re Mohammed VI, il festival è nato nel 2001 come iniziativa per promuovere l’immagine del Marocco come nazione aperta al cambiamento e alla tolleranza, e da anni è un evento che unisce diversità musicali e culturali attraverso un vasto programma di concerti, spettacoli e workshop.

La filosofia ed il messaggio che vuole diffondere il festival sono: favorire l'interazione tra artisti e pubblico, tolleranza e apertura con la rappresentanza di diverse culture, apertura a tutte le espressioni artistiche, combinazione tra arti tradizionali ed espressioni moderne.

Giunto alla sua 14° edizione, porta sul palco ad ogni edizione grandi nomi della musica marocchina ed orientale, oltre ad artisti di fama internazionale.

Jennifer Lopez fra gli artisti più importanti che rendereanno speciale il festival MawazineLa partecipazione di grandi artisti e la grande affluenza di pubblico, permettono al festival di incrementare l’economia ed il turismo non solo nella città di Rabat ma in tutto il Paese.

Rabat (città patrimonio mondiale dall’Unesco), dal suo canto, nei 9 giorni del festival contribuisce facendo da location d'eccezione con i suoi importanti monumenti storici e luoghi simbolo della cultura marocchina.

La kermesse ospiterà tra gli artisti di fama internazionale: Jennifer Lopez che aprirà il festival, Pharrell Williams, Sean Paul, Avicii, Placebo, Akon, Usher ed i Maroon5 .

Ma si daranno appuntamento soprattutto i big della musica marocchina ed orientale come: Fnaire gruppo rap di Marrakech, Haim Botbol leggenda del canto giudeo-marocchino, Khmsa Batma cantante pop rock con ritmi orientali, Oum artista che mescola ritmi gnawa al jazz e Carmen Souza cantante portoghese jazz con influenze africane.

Oltre i concerti, come in tutte le edizioni, per le strade di Rabat si potrà assistere a spettacoli e workshop durante i quali gli artisti promuoveranno la loro arte. Il tutto sotto la supervisione dell’associazione culturale “Maroc Cultures” di cui Mounir Majidi è presidente.

Per quanto riguarda i biglietti, circa il 90% dei concerti sono completamente gratuiti, ad eccezione di alcuni show e dei posti in prima fila.

Gli spettacoli sono dislocati in 7 location per dare la possibilità di far partecipare tutti.

1. Per accedere all'area dell'OLM Souissi, dove si terranno gli spettacoli internazionali, l’entrata è gratuita, si pagano solo i posti in prima fila che hanno un costo che varia dai 50 ai 100 euro circa.

2. Per assistere, invece, agli spettacoli orientali, in programma nell'Area Nahda, i costi si aggirano intorno ai 20/30 euro.

3. L'ingresso al Bouregreg per gli spettacoli africani è completamente gratuito.

4. L'entrata al Teatro Nazionale Mohamed V varia dai 20 ai 90 euro circa.Danze e musica popolari tipiche africane non macheranno al Mawazine Festival 2015

5. Per il sito di Chellah, con performance di musica dal mondo il costo è di 10 euro.

6. Accedere al centro culturale Renaissance per assistere agli spettacoli tarab, costa circa 10 euro per tutti i concerti.

7. Entrare al Salè per ammirare gli spettacoli di musica marocchina è, infine, completamente gratuito.

Per tutte le info è possibile andare sul sito della manifestazione o chiamare il numero dedicato: 080 200 03 03

La musica ha sempre unito le persone, è un linguaggio universale che non conosce colore, religione e confini. Il Mawazine Festival ne è l’esempio, dalle note che si propagano dai suoi palchi cerca di costruire un dialogo ed un confronto affinché si possa raggiungere l’armonia tra i popoli di tutto il mondo!

Festival: Mawazine e il ritmo del mondo Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 8 voti.
Articolo pubblicato il
Festival: Mawazine e il ritmo del mondo
apri
Offerte di viaggio