Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Festival dell'Oriente: Napoli invasa da colori e magia

Per il secondo anno consecutivo, il Festival dell'Oriente 2016 si appresta ad accendere l'antica Partenope con balli, colori e magici rituali millenari

Festival dell'Oriente: Napoli invasa da colori e magia

Napoli invasa dalla magia, dai profumi e dai colori dell’Oriente. Nella suggestiva cornice della Mostra d’Oltremare, infatti, va di scena la quattordicesima edizione del Festival dell’Oriente.

Il 23, 24 e 25 settembre, il Festival dell’Oriente 2016 incendierà il cuore di Napoli, per un’edizione che si prospetta ancora più raffinata, elegante e gioiosa rispetto a quella dell’anno appena trascorso.

Per scoprire il fascino di una terra lontana, di un mondo immenso e sconfinato, il Festival dell’Oriente si propone di coinvolgere attivamente il pubblico, trasportandolo in atmosfere uniche, fatte di rituali magici e antiche suggestioni, a contatto con popoli e culture completamente differenti da quelli occidentali.

In ambiente colorato ma mistico, affollato, ma non rumoroso, il Festival dell’Oriente vi porterà alla scoperta di quelle tradizioni, di quei riti oscuri e millenari che si perdono nella notte dei tempi e, ancora oggi, eseguiti con sapiente maestria.
 

PROGRAMMA: WORKSHOP E ATTIVITÀ

Locandina Festival dell'Oriente Napoli 2016

I visitatori potranno perdersi tra i padiglioni, assaggiare i prodotti tipici della gastronomia thailandese, indiana, giapponese, cinese, mongola, tibetana, nepalese e cingalese, fare incetta di stoffe, tappeti, sculture, sari, arazzi, pregiate ceramiche lavorate a mano, candele profumate, incensi, olii essenziali da massaggio, erbe aromatiche e the. Prodotti tipici e souvenir che porteranno un po’ dell’antica magia orientale nel pragmatico occidente.  Dall’acrobatica danza Uighur alla vivacità della danza Kuchipudi, dal complicato rito della vestizione del 

kimono all’ossequiosa preparazione della cerimonia del the, passando per il Teatro No alla sensuale danza del ventre, il festival dell’Oriente ci offre un impareggiabile affresco sulle abitudini e tradizioni di questi popoli lontani, complessi e affascinanti. Lasciarsi ammaliare dalle danze e dai canti spirituali indiani, assistere a spettacoli di yoga acrobatico, fondersi nel folklore thailandese e nella primordiale cultura giapponese, rappresenterà un’occasione imperdibile per conoscere a fondo gli usi, i costumi e il folklore di un mondo così variopinto e affascinante come quello di derivazione orientale.

Il Festival dell’Oriente 2016 in quel di Napoli, quindi, si annuncia davvero spettacolare e ricco di novità.  Tra le più importanti, di sicuro, c’è il prolungamento degli orari della kermesse: stand e padiglioni, infatti, saranno aperti, ininterrottamente, dalle 10.30 alle 23.00, per dare modo a tutti, anche ai ritardatari, di godere delle incantate atmosfere orientali, per partecipare a workshop, seminari e conferenze.

Inoltre, se il tempo si dimostrerà un valido alleato della kermesse, il Festival dell’Oriente si svolgerà non solo all’interno dei padiglioni coperti della Mostra d’Oltremare, ma si aprirà anche all’esterno, occupando anche l’area a ridosso delle sfavillanti fontane.

Oltre alle mostre fotografiche, i workshop e alle rassegne cinematografiche, scoprirete la vita e i segreti più intimi delle geishe in Giappone e le più importanti tecniche per imparare il vero kung fu cinese. Potrete anche lasciarvi sedurre dalle movenze sensuali delle danzatrici, partecipare ai convegni su salute e benessere – per imparare tecniche olistiche, praticare lo yoga, scoprire le virtù dei fiori di Bach e della meditazione, apprendere le tecniche del massaggio shiatsu e della ginnastica posturale - partecipare alle conferenze sulle religioni e lasciarvi massaggiare da mani sapienti, per rigenerare corpo e mente. E, inoltre, se in voi alberga ancora un pizzico di magia, non perdete la cerimonia inaugurale del Festival dell’Oriente 2016 con l’accensione delle lanterne volanti. Nello spazio antistante le fontane, infatti, i visitatori del festival potranno accendere le proprie lanterne Kongming – prenotabili direttamente dal sito internet della manifestazione – esprimere un desiderio e lasciarle volare nel cielo azzurro trapuntato di stelle che illumina la notte di Napoli. Un momento emozionante e intenso, frutto della più antica tradizione orientale.

Protagonista anche l’alta gastronomia: nei ben diciotto ristoranti previsti per il Festival dell’Oriente 2016, gli stand esporranno e cucineranno prodotti e piatti  tipici provenienti da Sri Lanka, Himalaya, Pakistan, Indonesia, Turchia, Korea, Nepal, Vietnam, Rajasthan, Bangladesh e Tibet, oltre che da Giappone, Cina India, Thailandia e Indonesia. Spazio anche alla cucina macrobiotica, vegetariana, vegana, marocchina e, persino, molecolare.

Mentre i più piccoli si divertiranno a scorrazzare dietro peluche giganti e far volare in alto gli aquiloni, gli adulti potranno cimentarsi nelle sensuali e accattivanti danze indiane. In una delle sezioni del Festival dell’Oriente, infatti, saranno allestite le aree del Ballo Orientale Indiano: al calare del sole, quando l’aria si rinfresca, i migliori danzatori di Bollywood, l’Hollywood indiana, vi coinvolgeranno in quei ritmi travolgenti e passionali famosi in tutto il mondo.

Come da tradizione, uno degli eventi più attesi del Festival dell’Oriente 201, è senz’altro l’Holi Festival, il grande spettacolo dei colori, retaggio della tradizione indiana.

video credit:Holi Festival dell'Oriente

Sabato 24 e domenica 25 settembre, dalle 18.00 in poi, protagonista assoluto, infatti, sarà il colore: un omaggio al misticismo indiano, un vero messaggio di pace, amore e armonia, che si traduce in una festa variopinta e animata, ricca di danzatori e ballerini, per celebrare la forza della vita e abbattere le distanze e le diversità tra i popoli. Le regole della partecipazione all’Holi Festival sono solo due e molto semplici: divertirsi e dipingere e lasciarsi dipingere! I colori, non tossici e anallergici, andranno via semplicemente con l’acqua.
 

BIGLIETTI FESTIVAL DELL’ORIENTE 2016

I biglietti per il Festival dell’Oriente sono acquistabili presso gli sportelli della Mostra d’Oltremare ma comodamente online, sul sito dedicato all’evento. Contenuti i costi: 12€ per il biglietto intero e 8€ per il biglietto ridotto, riservato ai bambini dai 5 ai 10 anni e agli accompagnatori di persone diversamente abili. I bambini di età inferiore a 5 anni e i portatori di handicap certificata da Asl o dal foglio verde, parteciperanno al festival gratuitamente.

Questo, e molto altro, è ciò che vi attende al Festival dell’Oriente: spettacolare, dal programma ricco e intenso, affascinante ed emozionante, ci offre un ritratto colorato dell’Oriente, sospeso tra antico e moderno, tra passato e presente, tra realtà e fantasia.

Festival dell'Oriente: Napoli invasa da colori e magia Valutazione: 4.85 su 5 Basato su 20 voti.
Articolo pubblicato il
Festival dell'Oriente: Napoli invasa da colori e magia
apri
Offerte di viaggio