Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Europei di calcio 2016: gli stadi

Gli Europei di calcio 2016 sono alle porte. Una panoramica sugli stadi che ospiteranno le partite di un torneo secondo solo ai mondiali per importanza

Marco Minei
Europei di calcio 2016: gli stadi

photo credit: ogcnice.com

24 squadre, un solo obiettivo. 24 compagini che si contenderanno fino all’ultimo respiro quello che a livello internazionale è considerato da tutti, il secondo titolo più prestigioso per quanto riguarda le nazionali. Gli Europei di calcio 2016 sono una kermesse che mette sul prato verde i migliori giocatori del pianeta. Arrivata alla sua 15° edizione, la Coppa Henri Delaunay (dal nome del suo fondatore) o comunemente chiamata Europeo, è un appuntamento che ogni 4 anni chiama a sé più di due miliardi di telespettatori da tutto il mondo. Per l’ultimo anno inoltre, tutte le partite saranno disputate in un solo stato ovvero, la Francia, dato che dal 2020 diverrà un torneo itinerante che vedrà le squadre affrontarsi in tutti gli stadi d’Europa.

Francia – Romania del 10 giugno allo Stade de France a Saint Denis, sarà la partita inaugurale degli Europei di calcio 2016. La manifestazione durerà esattamente un mese in quanto e i campioni di quest’anno potranno alzare la coppa il 10 luglio, giorno della finalissima.

La Francia ha lavorato intensamente per rendere le proprie strutture adeguate sia dal punto di vista del gioco che della protezione per gli spettatori. Gli impianti sono già tutti pronti dall’inizio del 2016: cinque stadi europei sono stati ristrutturati mentre l’altra metà è stata costruita da zero. Maestose poi le misure di sicurezza: dalle migliaia di forze dell’ordine dispiegate all’ingresso e dentro le strutture, alla no fly zone per i droni sul manto erboso. 

Le città che ospiteranno le partite saranno nove, dieci se si conta anche Saint-Denis, comune della periferia di Parigi dove si trova lo Stade de France: Bordeaux, Lens, Lille, Lione, Marsiglia, Nizza, Parigi, Saint-Denis, Saint-Etienne e Tolosa.

Ed è proprio partendo dallo Stade de France, il quale ospiterà la finale, che prenderemo in rassegna gli stadi europei che la nazione transalpina sfoggerà come un abito da sera per quest’evento di gala.


>> VIVI GLI EUROPEI 2016 CON LE NOSTRE OFFERTE <<


1. Stade de France - Saint Denis

Stadi Euro 2016: palcoscenico d'onore per lo Stade de France di Saint Denisphoto credit: Stadiony.net

E’ lo stadio più grande. Costruito per i mondiali francesi del 1998 (come dimenticare la traversa di Di Biagio), ha una capacità che supera gli 81.000 posti a sedere. Sorge, come detto, a Saint Denis, città di circa 100mila abitanti a pochi km da Parigi ed ospiterà sia la partita inaugurale che quella finale degli Europei di calcio 2016. Vedrà disputarsi inoltre, 4 partite della fase a gironi ed un quarto di finale. L'impianto è tra l'altro utilizzato per le finali delle coppe nazionali, oltre che per il rugby, l'atletica e per molti altri eventi a carattere nazionale. Infine, proprio per l’evento calcistico, i grandi operatori telefonici francesi si sono uniti per poter dare una copertura wi-fi a quasi tutti gli stadi. Saint Denis, proprio per la sua importanza, ha visto l’istallazione di 32 antenne che permetteranno ai tifosi di “partager leurs émotions sans probleme de connexion”, ovvero, condividere le proprie emozioni senza alcun problema di connessione.


2. Grande Stade OL – Lione

Tra i più grandi degli stadi degli Europei 2016, il Grande Stade dell' Olympique de Marseillephoto credit: Di AsGunReview - Opera propriaCC BY-SA 4.0, Le Stade Des Lumières

Con i suoi 60mila spettatori è uno tra gli stadi europei della nazione transalpina più capiente. E’ stato inaugurato il 9 gennaio 2016 e si trova nel comune di Décines-Charpieu, nella zona metropolitana di Lione. Ospita le partite casalinghe dell’Olympique Lione, formazione che si è posizionata al secondo posto nella Ligue 1, dopo gli alieni del Paris Saint- Germain. La struttura ospiterà un ottavo di finale ed una delle due semifinali. Sarà inoltre la sede della prima partita degli azzurri che se la vedranno con la fortissima compagine belga, una delle nazionali più accreditate per la vittoria finale.


3. Stadium Municipal - Tolosa

L'Ovale, lo Stadium Municipal di Tolosa
Ristrutturato recentemente, ha una capienza di circa 35mila spettatori. Ospita le gare sia calcistiche che rugbistiche della squadra locale. Tolosa è infatti una delle diverse località francesi in cui il rugby è seguito in maniera quasi eguale al calcio, questo fa della città un luogo dove si fondono sport diversi in un unico grande cuore. Oltre a 3 partite della fase a gironi, accoglierà anche un ottavo di finale. Sarà inoltre il palcoscenico dell’attesissima Italia – Svezia del 17 giugno, partita che molto probabilmente sancirà quale delle due squadre riuscirà ad accedere alla fase ad eliminazione diretta degli Europei di calcio 2016.


4. Stade Pierre Mauroy - Lille

Stade Pierre Mauroy di Lille con il suo tetto apribilephoto credit: www.v-p.com / www.archiferret.eu

L’impianto è la sede delle partite interne della compagine del Lille ed è stato costruito nel 2012 sostituendo il vecchio stadio, il Lille Métropole. Ha una capienza di 50mila spettatori e si trova nella zona di Villeneuve d’Ascq, importante centro tecnologico ed universitario. E’ uno stadio polifunzionale in quanto può essere trasformato in palazzetto dello sport grazie ad un tetto mobile. Anche lo stesso campo da gioco può essere ridotto: metà viene sollevata da alcune macchine idrauliche e posizionata sopra l'altra metà. Questa stupenda struttura vedrà impegnata il 22 giugno la nazionale italiana nell’ultimo turno della fase a gironi contro la Repubblica d’Irlanda. Si giocheranno inoltre, un ottavo ed un quarto di finale.


5. Nouveau Stade de Bordeaux – Bordeaux

Molto più che uno stadio, un'opera architettonica a tutto titolo, il Nouveau Stade de Bordeaux a Bordeauxphoto credit: Herzog & de Meuron

Progettato dall'importante studio di architettura svizzero Herzog & de Meuron e costruito appositamente per la manifestazione, può ospitare circa 40mila spettatori. E’ uno stadio all’avanguardia e come gli altri ha una copertura wifi. Il complesso dove gioca la squadra del Bordeaux, vedrà disputare diverse partite dei gironi Euro 2016 nonché un ottavo di finale.


6. Stade Bollaert-Delelis - Lens

Lo stadio di Lens dedicato al suo Fondatorephoto credit: rclens.fr

Costruito nel 1931, porta il nome del suo fondatore Félix Bollaert. Ristrutturato nel 2015 è l’unico impianto di questa kermesse che vede giocare tra le sue mura una squadra di seconda divisione del campionato francese, il Lens per l’appunto. Inoltre, con una capienza di 42mila posti a sedere supera di circa 2mila unità gli abitanti dell’intera città. Come per il complesso di Bordeaux anche il Bolleart – Delelis ospiterà partite della fase a gironi ed un ottavo di finale.


7. Allianz Riviera – Nizza (foto copertina)

Inaugurato nel 2013 è sponsorizzato dalla compagnia assicurativa Allianz, è considerato da molte società di calcio come un modello da imitare sia per il tempo in cui è stato costruito sia per i costi sostenuti. Un vero e proprio gioiello in grado di assicurare 35mila posti a sedere. Ospita le partite casalinghe dell'OGC Nizza e grazie a pannelli fotovoltaici posti sul tetto dell'impianto, lo stadio è autosufficiente. Si giocheranno tre partite dei gironi ed un ottavo di finale.


8. Stade Geoffroy-Guichard - Saint-Étienne

E' qui che il Saint-Étienne disputa le gare casalinghe, allo Stade Geoffroy-Guichard - photo credit: By KevFB - Own workCC BY-SA 3.0, Geoffroy-Guichard stadium

Sul manto erboso di questo campo ha cominciato a far sognare milioni di francesi un certo Michel Platini. Il “Calderone”, come viene soprannominato il complesso dai tifosi del Saint – Étienne, è stato costruito nel 1931 ed ha subito vari restyling: prima nel 1984 poi nel 1998 ed infine nel 2014. È uno stadio in "stile inglese", ovvero, aperto agli angoli e presenta quattro tribune. Con una capienza di 42mila spettatori accoglierà 3 partite della fase eliminatoria ed un ottavo di finale.


9. Parco dei Principi - Parigi

Uno degli stadi più belli e famosi di Francia e d'Europa, Il Parco dei Principi di Parigi
E’ il tempio del Paris Saint – Germain
 e di stelle del calibro di Ibrahimovic, Cavani, Di Maria, Thiago Silva e Pastore. Prima della costruzione dello Stade de France a Saint Denis, questo stadio era adibito ad ospitare le partite casalinghe della nazionale francese e i maggiori eventi calcistici e rugbistici della nazione. Ristrutturato più volte, mantiene ancora le fattezze dell’ultimo intervento, ovvero quello del 1972 ma, con l’acquisto della società da parte della Qatar Investment Authority, l’impianto vedrà aumentare il numero di posti a sedere: dagli attuali 48mila a 54mila. Riceverà diverse partite eliminatorie ed un ottavo di finale.


10. Stade Vélodrome – Marsiglia

Lo Stade Vélodrome di Marsiglia, curve sinuose per una delle tifoserie più calde di Franciaphoto credit: By Challengeputeaux - Own workCC BY-SA 4.0, Stade Vélodrome

Secondo per numero di posti solo allo Stade de France, il Vélodrome è un vero e proprio gioiello. Dopo tre anni di ristrutturazione, il nuovo stadio è stato ufficialmente inaugurato il 16 ottobre 2014. Con una capienza aumentata a 67.000 posti rispetto ai 60.000 precedenti, il nuovo impianto vanta una copertura bianca ondulata di 65.000 metri quadrati progettata per proteggere i tifosi dell'Olympique de Marseille dalle intemperie. Nel complesso di Marsiglia si disputeranno alcune partite dei gironi, un quarto di finale e una delle due semifinali dei campionati Europei 2016.


I gironi Euro 2016
 non sono stati di certo favorevoli alla compagine italiana che dalle urne ha visto uscire i nomi di Svezia e Belgio oltre che a quello della più abbordabile Repubblica d’Irlanda. La nazionale si presenta a quest’appuntamento con una squadra tutta da costruire. Con gli infortuni dell’ultima ora di giocatori del calibro di Marchisio, Verratti e probabilmente Darmian, il team azzurro vede, soprattutto a centrocampo, la perdita di due pedine fondamentali per il gioco di Conte.

Sulla carta quello dell'Italia è tra i gironi Euro 2016 più difficili. Se nel girone A, B, C, D ed F sembrano alquanto scontate le qualificazioni di Francia, Inghilterra, Germania, Spagna e Portogallo, la nostra nazionale dovrà vedersela con il Belgio, seconda nel ranking mondiale dopo il sorpasso dell’Argentina avvenuto ai primi di marzo, e la Svezia di un certo Zlatan Ibrahimovic. Grande assente di turno degli europei di calcio 2016 sarà l’Olanda.

Chissà che non vi sia qualche gradita sorpresa.

Forza azzurri! 

Europei di calcio 2016: gli stadi Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 4 voti.
Articolo pubblicato il
Autore: Marco Minei
Europei di calcio 2016: gli stadi
apri
Offerte di viaggio