Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Drinking in L.A.

Los Angeles è la metropoli americana più aperta allo stile di vita e all'amore LGBT. Ecco le attrazioni preferite da gay, lesbiche e bisessuali di tutto il mondo

Drinking in L.A.

Anni di lotte, di manifestazioni, di prese in giro, di campagne per gridare al mondo che quando si tratta di amore non esistono differenze. Anni di verità nascoste e temute, di lacrime e paure, non hanno ancora assicurato un posto tranquillo nella società a chi ha avuto il coraggio di gridare a tutti la propria omosessualità. Ma da quando amare una persona è sinonimo di debolezza? Molti Stati si rifiutano ancora oggi di accettare una realtà così forte e decisa come quella degli LGBT, si dimostrano bigotti davanti a un mondo in continuo cambiamento, tradizionalisti di fronte a tutto ciò che costituisce una novità.

Per fortuna, però, esistono città come Los Angeles, in cui essere gay, lesbiche, bisessuali e transessuali non costituisce di certo una diversità. Anzi, lo stile di vita elegante e raffinato e la possibilità di organizzare un vero e proprio matrimonio, hanno trasformato la metropoli americana, in uno dei più grandi centri LGBT al mondo.

Il quartiere West Hollywood, ad esempio, ospita ogni anno la Gay Pride Parade che accoglie mezzo milione di persone in occasione del famosissimo Halloween Carnaval, in cui gli omosessuali provenienti da ogni angolo del pianeta si riuniscono per divertirsi insieme e celebrare, con l'aiuto di maschere e travestimenti, il loro modo di essere non ancora riconosciuto a livello mondiale.

Durante il resto dell'anno, comunque, Los Angeles rimane un centro attivo e dinamico per tutti coloro che vogliono divertirsi e conoscere gente nuova. In modo speciale, zone come Silver Lake, o sempre il West Hollywood, sono i punti caldi della vita notturna LGBT. Il locale che ha ottenuto per due anni di fila il titolo di Miglior Gay bar nel mondo è il popolatissimo The Abbey. Lo stile accogliente ed elegante, la presenza di arredi lussuosi e di deliziosi martini o mojito, hanno trasformato questo posto in una delle principali attrazioni della capitale californiana. Per cui, se vi trovate in zona, non dimenticate di farvi visita ma preparatevi anche a mettervi in posa: potreste essere immortalati nelle foto di alcuni paparazzi in cerca di vip!

Molto simpatica è, inoltre, l'idea di scoprire i luoghi principali nella storia degli LGBT della città, attraverso un tour esclusivo organizzato dalla compagnia di viaggi Out & About Tours www.outandabout-tours.com, che ha creato un vero e proprio itinerario contro gli stereotipi comuni da effettuare a piedi o in autobus. I posti più rappresentativi sono, sicuramente, il One National Gay & Lesbian Archive, la più grande biblioteca  dedicata del mondo costruita per onorare e archiviare la nascita dei primi gruppi LGBT, nonché la cultura queer; il Celebration Theatre che, fondato nel 1982, costituisce un centro della produzione teatrale e musicale omosessuale di alto livello mondiale e il One Archives Gallery & Museum dedicato alle mostre artistiche gay. Per informazioni si può consultare il sito dell'organizzazione .

Da non sottovalutare, poi, la possibilità di organizzare proprio a Los Angeles un matrimonio tra persone dello stesso sesso. La Città degli Angeli, infatti, si presenta talmente favorevole alla celebrazione di questo tipo di nozze, da avere un abbondante numero di centri e officianti desiderosi di realizzare il sogno di una vita.

Los Angeles, quindi, si mostra come la città americana più incline all'uguaglianza e al riconoscimento dei diritti di ogni singolo uomo. È la metropoli contro le differenze!

Drinking in L.A. Valutazione: 4.80 su 5 Basato su 5 voti.
Articolo pubblicato il
Drinking in L.A.
apri
Offerte di viaggio