Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Dormire nella camera di Van Gogh... a Chicago

Dormire nella camera di Vincent Van Gogh diventa un sogno realizzabile a Chicago, dove la stanza di Arles, dipinta ben tre volte, è riprodotta fedelmente

Dormire nella camera di Van Gogh... a Chicago

Vincent Van Gogh oggi è, a ragione, considerato un maestro dell'arte fiamminga. Non a caso, nel 2007, un gruppo di storici connazionali del pittore, ha compilato il Canone di Storia olandese da insegnare nelle scuole, includendolo, insieme ad altre icone nazionali quali Rembrandt e De Stijl, come uno dei cinquanta temi del canone. Il successo di Vincent si concretizzò postumo. In vita si avvicinò all'arte da autodidatta, guardando a Millet, a Rembrandt e al Seicento olandese. Classico esempio della sua prima produzione realistica che deforma già ambienti e fisionomie è rappresentato da I Mangiatori di patate (1885). Nel soggiorno parigino durato dal 1886 al 1888, risente in parte della pittura impressionista, con conseguente schiarimento della tavolozza, studia con interesse le stampe giapponesi e guarda al puntinismo, di cui rifiuta la rigorosa disciplina scientifica. La pittura di Van Gogh infatti, è fatta di pennellate vibranti, vigorose e di colori usati in chiave simbolica. Steso a tratti e a filamenti, il colore diventa nella pittura di Vincent espressione di uno stato d'animo. Non a caso, infatti, l'artista è considerato uno dei precursori dell'Espressionismo.


>> SCEGLI DI VIVERE I LUOGHI DEI TUOI IDOLI <<


Una delle opere sue opere più celebri è La camera da letto ad Arles (1888-1889), di cui esistono tre versioni. La camera di Vincent è il luogo in cui il pittore attende con trepidazione l'arrivo di Gaugain che doveva giungere ad Arles per lavorare al suo fianco. La stanza è anche l'ambiente in cui, in un momento di disperazione, si mutila un orecchio. Ma è pure lo spazio in cui lavorare e vivere in raccoglimento e tranquillità, secondo quanto scriveva al fratello Theo.

video credit: nadiamante


LA CAMERA DI VAN GOHG A CHICAGO

Chissà cosa penserebbe oggi Van Gogh se sapesse che la sua camera di Arles, così com'è riprodotta nel quadro, è stata ricostruita in un appartamento di Chicago. Sì avete capito bene, parliamo di una ricostruzione fedele. Dal 9 febbraio 2016 è possibile, per gli amanti dell'arte, prenotare un soggiorno nella camera di Vincent riprodotta a Chicago. La prenotazione potrà essere effettuata su AirBnb al costo di 9 $ a notte. Ma a chi si deve l'iniziativa bizzarra e originale? All' Art Insitute di Chicago che, dal 14 febbraio al 10 maggio, ospita la mostra "Van Gogh's Bedrooms", incentrata sull'esposizione di dipinti, lettere e oggetti personali del pittore. Visibili ai visitatori anche le tre versioni de La camera da letto di Arles: com'è noto, il primo esemplare fu danneggiato, il secondo venne dipinto a mo' di rimpiazzo del primo e il terzo fu un omaggio di Vincent a madre e sorella. L'occasione di dormire nella camera del pittore è di certo irripetibile. Sarà, infatti, l'opportunità di vivere in un quadro, di farne un tableau vivant. L'ospite della stanza abiterà lo spazio come faceva Van Gogh a suo tempo. Dal 9 febbraio al prossimo 10 maggio gli appassionati della personalissima arte dell'artista, potranno entrare letteralmente in uno dei suoi quadri più celebri.

C'è da chiedersi che sensazioni proveranno. Una sindrome di Stendhal che colpisce chi vive nell'arte e non si limita solo a fruirla potrebbe verificarsi? Ai viaggiatori più audaci e appassionati della pittura di Van Gogh l'ardua sentenza.
Dormire nella camera di Van Gogh... a Chicago Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 2 voti.
Articolo pubblicato il
Dormire nella camera di Van Gogh... a Chicago
apri
Offerte di viaggio