Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Dimensioni bagaglio a mano: IATA fa marcia indietro

IATA rettifica e chiarisce la sua posizione riguardo alla riduzione delle dimensioni del bagaglio a mano

Dimensioni bagaglio a mano: IATA fa marcia indietro

Aveva scatenato non poche polemiche la decisione del consorzio internazionale delle compagnie aeree IATA di ridurre le dimensioni massime consentite per il bagaglio a mano.

Adesso, a pochi giorni di distanza, è arrivata la rettifica da parte della stesso consorzio che, alla luce delle proteste giunte soprattutto dal Nord America, ha deciso di accantonare momentaneamente l’idea.

L'8 giugno scorso, durante una delle conferenze periodiche che vengono convocate da IATA per discutere con le compagnie aeree della situazione generale dell’aviazione civile, era emersa la volontà di ridurre le dimensioni massime dei bagagli da cabina dei passeggeri da 56 cm x 45 cm x 25 cm a 55 cm x 35 cm x 20 cm.

Un taglio del 39% che avrebbe causato non pochi problemi ai passeggeri e, di conseguenza, alle compagnie aeree.

Il motivo di tale decisione, recitava la nota emessa da IATA, era da ricercare nella volontà di migliorare le procedure di imbarco delle compagnie aeree, riducendo i tempi e permettendo a tutti i passeggeri di portare a bordo le proprie valigie, a differenza di quanto accade ora che, in caso di velivolo completo, gli ultimi passeggeri sono costretti a consegnare i loro bagagli al personale aeroportuale addetto per farlo imbarcare in stiva.

Nella nota, IATA comunicava anche un primo contatto con alcune società produttrici di valigie per la realizzazione di una linea di bagagli specifica approvata dal consorzio, che avrebbe dovuto recare un tagliandino visibile “Cabin OK”. In questo modo il personale di terra avrebbe avuto un riscontro immediato sulle dimensioni della valigia e avrebbe consentito al passeggero l’imbarco della borsa da viaggio anche in caso di aereo completo.

Inizialmente sembrava che la scelta del consorzio avesse catturato l’interesse di molte compagnie aeree, alcune delle quali sembrava avessero già dato la loro disponibilità ad apportare le modifiche al regolamento: tra queste spiccavano i nomi di tre colossi dell’aviazione civile americana, American Airlines, Delta Air Lines e United Airlines.

Sembra, invece, che l’associazione statunitense Airlines for America, che rappresenta le maggiori compagnie aeree del Nord America, abbia iniziato un braccio di ferro con gli uffici di Ginevra di IATA, affermando che nessuna compagnia dell’associazione avrebbe aderito all’iniziativa del consorzio.

Il motivo di tale presa di posizione è stato attribuito agli sforzi, economici e organizzativi, sostenuti dalle compagnie aeree nell’ultimo periodo e tesi al miglioramento delle condizioni di volo dei passeggeri. Complessivamente, infatti, i vettori aerei statunitensi hanno speso l’incredibile cifra di 1,2 miliardi di dollari al mese per le migliorie che, tra le altre, comprendono anche l’aumento delle dimensioni degli spazi di alloggiamento dei bagagli in cabina.

L’associazione Airlines for America ha un peso specifico internazionale non indifferente e la sua influenza ha creato un piccolo terremoto in IATA, tanto che il consorzio si è visto costretto a correggere il tiro, dichiarando che le misure proposte non sarebbero state obbligatorie e vincolanti per le compagnie aeree, che avrebbero dovuto interpretare l’iniziativa IATA come un consiglio per migliorare l’organizzazione complessiva delle operazioni di imbarco.

In ogni caso, per ora sembra essere tutto rimandato a data da destinarsi e l’idea di rivoluzionare un aspetto tanto delicato quanto fondamentale è momentaneamente riposta per essere valutata con maggiore cura e attenzione.

Una buona notizia per tutti i passeggeri che, almeno per il momento, non saranno costretti a ricomprare le valige e potranno continuare a viaggiare e a litigare per lo spazio con i loro amati bagagli anche se ora, in prospettiva di un eventuale e concreto progetto di ridimensionamento, quello attualmente disponibile non sembrerà più così modesto.

Dimensioni bagaglio a mano: IATA fa marcia indietro Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 2 voti.
Articolo pubblicato il
Dimensioni bagaglio a mano: IATA fa marcia indietro
I Più Letti
  • del giorno
  • della settimana
apri
Offerte di viaggio