Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Croazia: incanto oltre l'Adriatico

La perla dell'Ex Jugoslavia, affacciata sulla sponda est dell'Adriatico, è stata eletta una degli angoli più incantevoli del Pianeta

Croazia: incanto oltre l'Adriatico

Tra le perle della Ex Jugoslavia, la Croazia è ancora oggi un paradiso incontaminato che si è guadagnato nel tempo la definizione di meta giovane e alla moda. Ma la Croazia non è solo spiagge, paesaggi mozzafiato e relax: possiede, infatti, il tipico fascino delle "terre di mezzo". Un po’ Europa, un po’ balcanica, fonde perfettamente i caratteri di queste due culture.

A venti anni dalla fine del sanguinoso conflitto che ha frantumato la Ex Jugoslavia, vi portiamo alla scoperta di cosa vedere in Croazia, esplorando una dimensione meno conosciuta e ancora autentica di questo Paese.

Pur trattandosi della capitale, Zagabria è una città che si può visitare velocemente e che non ha particolari centri d’attrazione. Infatti, la città è in bilico tra l’austerità degli edifici austro-ungarici, eleganti e maestosi e l’uniformità dei palazzi socialisti, pesanti e decadenti. La capitale croata mostra il meglio di sé durante le stagioni primaverili ed estive, quando brulica di gente per le strade e si anima con festival culturali che invadono le vie del centro.

La perla della Croazia: Dubrovnik

Qualsiasi tour della Croazia, non può prescindere invece dalla sua perla: Dubrovnik. Immersa in un’atmosfera retrò, è perfettamente incorniciata dal mare e dalle sue antica mura: passeggiate lungo questi 2 chilometri nelle ore più assolate del giorno o al tramonto. Porta Pile con il suo ponte levatoio è il punto di partenza per visitare la città e vi condurrà verso lo Stradun, la via principale di Dubrovnik. Gli antichi palazzi della città ricordano i fasti di un’epoca passata. Il Palazzo del Rettore è ornato di magnifiche sculture ed un mirabile esempio di stile gotico-rinascimentale con capitelli finemente scolpiti. Il cinquecentesco Palazzo Sponza accoglie i visitatori con un superbo portico a 6 colonne. Per chi volesse visitarla d’estate ricordate che tra luglio e agosto si tiene il Festival Estivo di Dubrovnik: 5 settimane di spettacoli di teatro e danza sparsi per la città.

Lasciamo il fascino delle città per recarci in un vero paradiso difficile da descrivere con le parole: un mix di paesaggi fantasy e natura incontaminata vi attendono nel parco di Plitivice, situato nella regione di Karlovac a circa 140 km da Zagabria. In questo parco, eletto patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, potrete camminare su passerelle di legno spostandovi tra laghi e cascate per chilometri: nel parco potrete spostarvi solo a piedi, bici, barca o trenino. E badate bene: nessuna traccia di strutture artificiali per chilometri!

Lo splendore incontaminato del Parco di Plitivice in Croazia

Percorrendo verso sud la costa Dalmata, circa 30 km a nord di Spalato, Trogir è un angolo d’Italia in Croazia. Patrimonio Unesco dal 1997, è un vero gioiello medievale chiuso all’interno delle mura su un piccolo isolotto collegato alla terra ferma. La cattedrale di San Lorenzo è una costruzione veneziana mentre altre costruzioni, come il palazzo del Camerlengo e il palazzo del Municipio ricordano lo stile veneziano. In molti invece paragonano Trogir all’italiana Taranto, per via delle somiglianze con la sua pianta urbana e il colpo d’occhio sulla piazza principale.

Ma adesso lasciamo la terra ferma per raggiungere l’isola di Dugi Otok, situata di fronte alla costa dalmata ad ovest di Zara. 43 kilometri di lunghezza e appena 4 di larghezza, l’isola Lunga (Dugi Otok vuol dire questo) è un vero paradiso, soprattutto nella bassa stagione.

Chi ama le immersioni può fare un’escursione al parco marino delle Isole Kornati, con fondali limpidissimi e grotte sottomarine.

Croazia inesplorata: la selvaggia isola di Dugi Otok

La Baia di Telascica, che racchiude 5 piccole isole e 5 isolotti incantevoli costituisce un angolo di Maldive in Dugi Otok: pietra calcarea bianca, acque azzurre cristalline, scogliere a picco con un salto 166 metri di altezza.

Accanto alla baia si trova il Lago di Mir che nasce grazie ai canali sotterranei di acqua salata che arrivano dal mare: immerso nelle pinete è un acquario a cielo aperto.

Dulcis in fundo, una delle estreme propaggini croate: Spalato. Una città che ricorda un tempo antico, raccontato dal color grigio fumo della sua città antica. Il Palazzo di Diocleziano è una delle principali attrazioni della città: un quadrilatero che racchiude a suo interno il cuore della città, un labirinto di vicoli animato da negozi, bar e ristoranti, caratterizzato da stradine, cortili, animate dalla gente del posto, una specie di cittadella fortificata dotata di mura, porte, templi e palazzi. La Cattedrale di San Doimo avrebbe dovuto ospitare il mausoleo di Diocleziano e conserva l’originale pianta ottagonale a 24 colonne.

Meraviglia dell'era antica il Tempio di Diocleziano a Spalato, Croazia

La Croazia, a sole poche miglia al di là dell’Adriatico è una terra incantevole, sospesa tra la terra e il mare, che vi resterà negli occhi e nel cuore.

Croazia: incanto oltre l'Adriatico Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 6 voti.
Articolo pubblicato il
Croazia: incanto oltre l'Adriatico
apri
Offerte di viaggio