Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Cosa vedere a Berlino: luoghi simbolo e angoli poco noti

Un tour indimenticabile nella splendida Berlino: cosa vedere nella capitale tedesca? Ve lo raccontiamo noi!

Cosa vedere a Berlino: luoghi simbolo e angoli poco noti

Ich bin ein berliner!
 
(io sono berlinese) tuonò John Kennedy nel giugno 1963 in una Berlino gremita. Nonostante l'errore grammaticale che passò alla storia (tecnicamente disse: "io sono un krapfen"), quell’immagine del presidente americano a Berlino rappresentò a lungo l’immagine di un popolo che chiedeva libertà perché diviso in due da un muro di cemento. Oggi la capitale tedesca riunificata si presenta come una città affascinante e sofisticata: sospesa nel tempo ma proiettata decisamente verso il futuro. Perciò in nome della città che fu e che sarà vi raccontiamo cosa vedere a Berlino!

(Se Berlino rientra tra le tue prossime mete di viaggio, dai uno sguardo qui:  >>bit.ly/travelWAberlinvl<<)

Berlino: cosa vedere
 
Berlino suscita sempre una sensazione di austerità e "freddezza" in chi la visita per la prima volta: eppure, questo pregiudizio finisce sempre per scomparire una volta giunti qui. Il suo fascino sospeso fra la Mitteleuropa e l'Est costituisce una magia che forse solo la poesia di Brecht ha saputo raccontare, mescolando malinconia ed eleganza. Ecco le cose da vedere a Berlino che non potete assolutamente perdere (la Berlin Welcome Card può essere un utile strumento!):

Porta di Brandeburgo: simbolo della città, in stile neoclassico, si trova fra i quartieri di Mitte e Tiegarten; un tempo simbolo della separazione fra le due Germanie, divenne il teatro principale dell’abbattimento del celebre muro la notte del 9 novembre 1989. Proprio qui davanti, infatti, i cittadini tedeschi iniziarono spontaneamente a picconare i lastroni di cemento decretando, di fatto, la fine della guerra fredda;


Cosa vedere a Berlino? Di sicuro la Porta di Brandeburgo è un must

Muro di Berlino: dei 161 chimometri originari oggi restano in piedi solo alcuni tratti del celebre muro eretto nel 1961. Il tratto più lungo (circa 1,13 km) è la East Side Gallery in Muhlen Strasse: qui i resti sono diventati tele a cielo aperto per artisti di strada e writers. Su questa parete potrete ammirare la celebre Trabant che sfonda il muro o il provocatorio bacio tra Honecker e Breznev. Il Checkpoint Charlie, invece, storico confine fra le due Berlino, si trova su Friedrichstrasse;


Checkpoint Charlie: storico confine fra le due Berlino, si trova su Friedrichstrasse; quello che rappresentava il simbolico passaggio dall’ovest all’est, dal capitalismo al comunismo, dalla libertà alla privazione, oggi ospita il Museo del Muro, esposizione permanente dedicata alla storia e alle storie della Germania divisa in due. Emozionante la collezione di oggetti appartenuti ai fuggiaschi che tentarono di attraversare il confine;

Reichstag: inaugurato nel 1894 era la sede del parlamento tedesco. Incendiato nel 1933, è tornato ad essere la sede del parlamento 1999. Non perdetevi la visita alla cupola di vetro da cui si gode di un panorama mozzafiato. Ricordatevi di prenotare il tour almeno 3 giorni prima!

Pergamonmuseum: uno dei più importanti musei archeologici del mondo. Qui è custodita l'intera ara di Pergamo (Turchia) smontata e rimontata nell'ordine originale: questa ala, purtroppo, è chiusa al pubblico per opere di restauro fino al 2019. Ma non disperate: c’è molto altro da vedere! Oltre ad una serie di reperti preziosi provenienti da tutto il globo, vi lascerà senza parole la porta di Ishtar, un tempo a guardia dell'antica Babilonia;

Il famoso bacio Il Pergamonmuseum








                                                                                                                                                    Photo credit: 584A0974.jpg via photopin (license)

Potsdamerplatz: al confine tra i quartieri di Mitte e Tiegarten, ha seguito le vicende alterne della città. Devastata dalla costruzione del muro, è stata al centro, negli anni Novanta, del più bel progetto di riqualificazione urbana della città. Perdetevi col naso all'insù: la maggior parte di questi edifici, ora sedi di importanti studi legali, sono frutto del genio del famoso architetto italiano Renzo Piano

Alexanderplatz: "quattro passi a piedi verso la frontiera", cantava Franco Battiato nell'omonima canzone. Situata nel quartiere Mitte, è il fulcro della Berlino orientale: un tempo centro commerciale della città, oggi ospita i più importanti edifici come la “Casa della statistica” o la “Casa dell’industria elettronica”.

Torre della televisione: alta 368 metri, disegna lo skyline della città. Salendo in cima potrete godere non solo di un panorama mozzafiato ma anche delle prelibatezze di  un meraviglioso ristorante panoramico che ruota di 360° ogni 30 minuti.

La famosa torre della televisione svetta nel cielo di Berlino
Berlin city skyline philipp von ostau" by Philipp von Ostau - Own work. Licensed under CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons.

Luoghi Insoliti

Ma la capitale tedesca è anche un intreccio di piccole storie e luoghi nascosti che non troverete negli itinerari comuni su Berlino: cose da vedere col cuore più che con gli occhi.

Casa di Osman Kalin: "l'uomo che si prese gioco della guerra fredda". Nel quartiere di Kreuzberg, quest'uomo, originario dell'Anatolia, ha costruito la sua casa proprio lungo la linea del muro. Come ci riuscì? Con la scusa di allargare il suo orto costruito in una zona del muro che la DDR aveva "dimenticato" nella zona ovest. Ancora oggi Kalin e la sua famiglia accolgono chiunque voglia ascoltare questa storia;

Cimitero di Dorotheenstadt: in Chausseestrasse 126, questo antico cimitero ospita le spoglie del poeta Brecht (e di sua moglie) e quelle dei filosofi Fichte, Marcuse e Hegel. Assieme a questi uomini celebri riposano anche alcuni oppositori del regime nazista, così come gli autori del fallito attentato ad Hitler nel luglio 1944;

Berlino sotterranea: vi si accede dalla metropolitana di Gesundbrunnen. pPotete scegliere due percorsi: uno storico, che vi guiderà fra bunker e rifugi antiaerei, ed uno più folkloristico, alla scoperta dei vecchi depositi per la fermentazione della birra, le condotte pneumatiche utilizzate un tempo per la posta e, anche, i tristemente famosi tunnel legati ai tentativi di fuga da Berlino est;

Kunsthaus Tacheles: il più famoso centro sociale di Berlino. Situato in Oranienburgerstrasse, è una fucina di creativi e writers. Si tratta di un palazzo in stile liberty riqualificato grazie ad un gruppo di artisti di Berlino est nel 1990;

Tangoloft: se vi trovate in Gericthestrasse e improvvisamente vedete uomini e donne vestiti da ballerini di tango che si intrufolano in un vecchio edificio decadente, siete nella più grande milonga della città! Potrete restare lì a curiosare e lasciarvi incantare dal ballo!

Per chi vuole uscire dai circuiti classici un'altra delle cose da vedere a Berlino è sicuramente il centro sociale Kunsthaus Tacheles
photo credit: 
HOW LONG IS NOW via photopin (license)


Ancora indecisi su cosa vedere a Berlino? La scelta è vastissima. Il consiglio per assaporarla a pieno è quello di perdervi. Fra le strade, i quartieri, i sottoscala e i cortili di questa grande anima europea che è Berlino: cosa vedere lo sceglierete passo dopo passo, solo con gli occhi della curiosità. E alla fine del viaggio potrete esclamare anche voi: Ich bin ein berliner!
Cosa vedere a Berlino: luoghi simbolo e angoli poco noti Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 14 voti.
Articolo pubblicato il
Cosa vedere a Berlino: luoghi simbolo e angoli poco noti
apri
Offerte di viaggio