Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Com'è la percezione del mondo da parte dei giovani?

Come i giovani percepiscono il mondo? Ci sono Paesi che offrono più possibilità per il lavoro, altri per il divertimento: quel che importa è partire

Com'è la percezione del mondo da parte dei giovani?

Ci chiamano Millennial Generation, Generazione Y. Più semplicemente, siamo i giovani degli anni 2000, abbiamo un'età compresa tra i 18 e i 34 anni e siamo cittadini del mondo, perché abbiamo in parte perso il mito della Patria. Siamo quelli sempre pronti a partire, non importa per dove, non importa con chi: abbiamo sempre una borsa pronta e un biglietto in tasca. Siamo quelli che non si spaventano a lasciare la loro città natia per cercare fortuna all'estero, per trovare la loro strada, per realizzarsi come persone nella vita e nel lavoro. Siamo noi, i Millennial, i nativi digitali con tanti sogni nei cassetti troppo piccoli e con un'idea ben precisa sul mondo e sulle possibilità che ha da offrirci.  

 

DOVE ANDARE PER FARE CARRIERA? 

Per molti di noi la risposta è semplice: lontano dall'Italia. In realtà, il nostro Paese è una miniera ancora in parte inesplorata e le sue potenzialità sono infinite. Tuttavia, i giovani, attualmente vedono la Cina come il Paese in cui è più facile e stimolante iniziare una nuova carriera. È un Paese emergente, che sta investendo ingenti capitali nello sviluppo e ha grandi risorse da mettere a disposizione di chi ha buone idee da mettere in pratica. In questa speciale classifica su base mondiale seguono la Germania e gli Stati Uniti. I giovani italiani, invece, mettono gli Stati Uniti al primo posto tra le loro preferenze, con il 32% degli intervistati che si dice pronto a lasciare l'Italia per trovar fortuna oltre l'oceano.  

 

DOVE TRASFERIRSI PER GODERSI LA VITA? 

Per la generazione Y è l'Australia il Paese in cui trovare le migliori condizioni di vita: ottime prospettive lavorative, cultura cosmopolita e grandi possibilità di divertimento. In Australia i laureati hanno grandi possibilità di fare fortuna, il mercato del lavoro è ancora in una fase di espansione e la qualità della vite è tra le migliori del pianeta. Se l'Australia è un po' la terra promessa per noi Millennials, l'America che i nostri nonni hanno sognato nei primi anni del XX secolo, al secondo posto di questa classifica si trova il Canada, un po' per gli stessi motivi precedentemente descritti mentre, al terzo posto, c'è sorprendentemente l'Italia. Quindi, se noi giovani italiani vorremmo fuggire da questo Paese, all'estero i nostri coetanei inseriscono il Belpaese tra le loro destinazioni preferite per vivere. In effetti, come dare loro torto? Abbiamo il patrimonio culturale più ampio del mondo, una ricchezza paesaggistica che tutti ci invidiano e un clima mite tutto l'anno: abbiamo il Paradiso in mano e molte volte sembra che non ce ne rendiamo nemmeno conto.  

 

DOVE ANDARE PER TROVARE L'AMORE? 

Negli ideali dei giovani intervistati, il Brasile è senza dubbio il miglior Paese in cui incontrare la propria anima gemella oppure, più semplicemente, una persona pronta a scambiare esperienze ed emozioni. Al secondo posto, invece, torna il nostro bistrattato stivale, seguito dalla Spagna. Paesi calienti, dall'anima latina, dove pare si trovino i ragazzi e le ragazze più belle del mondo e forse, da questo punto di vista, noi Millennials italiani non possiamo che trovarci in accordo con i nostri coetanei del resto del mondo. 

 

MA QUALI SONO IN ASSOLUTO I MIGLIORI PAESI IN CUI TRASFERIRSI? 

Incrociando i dato forniti nelle interviste, prendendo in considerazione differenti parametri, i tre Paesi che in assoluto vengono percepiti come quelli ideali in cui la maggior parte dei giovani non esiterebbe un attimo a trasferirsi sono il Canada, la Germania e la Gran Bretagna. Questo podio non stupisce nessuno, dal momento che sono tra i Paesi che da diverse generazioni vengono percepiti come i migliori, quelli dove è possibile trovare lavoro, dove realizzarsi, dove condurre una vita sociale e familiare tranquilla e soddisfacente. Non solo Millennial, ma già dagli anni Settanta questi tre Paesi erano in cima alle scelte dei giovani di allora, segno che i tempi cambiano, è vero, ma in realtà non quanto ci vogliono far credere. 

 

Il punto di vista sul mondo da parte dei giovani è una lunga lista di destinazioni in cui loro sperano di andare, prima o poi, di vivere magari, di stabilirsi qualche anno, per poi cambiare, spostarsi, andare alla ricerca di qualcosa di nuovo. Per i giovani di oggi non esistono confini, esistono solo spazi da attraversare e nuove avventure da vivere e non importa dove, ma solo quando.
Com'è la percezione del mondo da parte dei giovani? Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 3 voti.
Articolo pubblicato il
Com'è la percezione del mondo da parte dei giovani?
apri
Offerte di viaggio