Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Città fantasma: le 10 ghost city più affascinanti d'Europa

Alla scoperta delle ghost city d'Europa: viaggio fra le città fantasma su e giù per il Vecchio Continente

Città fantasma: le 10 ghost city più affascinanti d'Europa

Città fantasma, in inglese ghost city: cosa sono? Chi non ne ha mai sentito parlare si stupirà nel sapere che il mondo ne è incredibilmente pieno. Città, borghi, paesini, piccoli villaggi un tempo abitati e ora completamente isolati. Senza un’anima, senza vita.

Luoghi che hanno visto passare popoli, gente vivere la loro indaffarata vita, per poi essere abbandonati o spazzati via da un terremoto o da un'altra calamità naturale.

Ognuno di loro ha una storia diversa, ma tutti hanno in comune lo stesso destino. Oggi parecchi sono diventati attrazioni turistiche, altri set cinematografici, altri ancora nemmeno questo.

L’Europa, con le sue origini antichissime e le innumerevoli invasioni subite è ricca di città fantasma. Molti infatti sono i paesi che per un motivo o per un altro sono stati abbandonati. Noi ne abbiamo raggruppate dieci tra le più caratteristiche e con le storie più particolari.

Dall’Italia a Cipro, un viaggio “spettrale” tra le ghost city più affascinanti.


1. Craco, Basilicata, ItaliaLa città fantasma di Craco, nei pressi di Matera, abbandonata dal 1963Partiamo dall’Italia con forse l’esempio più famoso di città fantasma, in provincia di Matera. Abbandonato nel 1963 a causa di una frana, il borgo è divenuto un’attrazione turistica non solo per la sua architettura ma anche perché, secondo molti, sarebbe infestato da fantasmi. Qui proverete l’ebrezza di passeggiare nelle stesse strade dove ha camminato un nudo e sanguinante Mel Gibson: è infatti in questo luogo che è stata girata la famosa Passione di Cristo.


2. Valle Piola, Abruzzo, ItaliaIl piccolo borgo di Valle Piola, Abruzzo, ultimamente è stato anche addirittura messo in vendita In provincia di Teramo, c’è invece una città disabitata dal 1977. Non si trattò di nessuna calamità naturale né di una guerra. Semplicemente gli abitanti del piccolo paese decisero, fin dagli anni cinquanta, di spostarsi per cercare di ricostruirsi una vita altrove. Il borgo risultava troppo stretto per le loro esigenze. Tuttavia il paese resta un piccolo patrimonio artistico culturale anche per la presenza degli antichi gafii, dei balconi in legno molto utilizzati in epoca longobarda. Negli ultimi anni diversi sono stati i tentativi di ridare vita a questo centro abbandonato. Tra ristrutturazioni di antichi casali e raduni di Cavalieri, chissà che un giorno la ghost city abruzzese non venga ripopolata.


3. Cirella Vecchia, Calabria, ItaliaDall'alto della sua collina Cirella Vecchia domina la nuova, ricostruita dopo i bombardamentiCi troviamo nella costa cosentina e in particolare nello splendido paesino di Cirella, meta estiva amata da molti vacanzieri. Dal piccolo centro del paese, così tranquillo e spesso solitario (a parte nei pochi periodi estivi), alzando gli occhi si scorge non troppo in lontananza un piccolo paesino di case vecchie, troppo vecchie per essere abitate, arroccato su una piccola collina. Si tratta di Cirella vecchia o dei meglio conosciuti Ruderi di Cirella, una città fantasma abbandonata in seguito al bombardamento da parte dei francesi nel 1806. Quando cala il buio il paesino viene avvolto da un’affascinante atmosfera di mistero, grazie alle luci che mettono in risalto le ombre. Ma c’è un piccolo anfiteatro che è rimasto ancora in vita e che ogni estate si popola di gente per spettacoli e concerti.


4. Monterano, Lazio, ItaliaNella splendida Riserva naturale di Canale Monterano le rovine di questa ghost city incantano visitatori e turistiQuesto vecchio feudo abbandonato si trova nella Riserva parziale naturale Monterano, non lontano da Roma. Ha una storia antichissima che parte dall’età del bronzo per terminare nel 1799, quando le invasioni francesi e la malaria contribuirono al definitivo abbandono da parte degli abitanti. La cittadina conserva ancora il bellissimo Castello risalente al VIII secolo, su cui più tardi ci mise mano anche il famoso artista e architetto Gian Lorenzo Bernini. Bellissima è la sua Fontana del Leone.


5. Oradour-sur-Glane, Limosino, FranciaOradour-sur-Glane in Francia, dove anche i cittadini, brutalmente uccisi nel 1944, sono ormai fantasmiOggi è il Villaggio Martire, una volta era un paese di meno di mille abitanti. Tutti massacrati e uccisi senza pietà. Era il 10 giugno 1944 e la gente del paese viveva la sua vita tranquilla. Finché non arrivarono i tedeschi. Per far fronte ai ribelli, le forze naziste misero in atto un vero e proprio massacro. Prima raggrupparono gli uomini e li gambizzarono tutti, poi le donne e i bambini chiusi in una chiesa vennero fatti saltare in aria. Niente rimase fuorché vecchie pietre, resti di una vita normale spazzata via per sempre. Questa città fantasma resterà per sempre il simbolo dei massacri nazisti.


6. Ochate, Castiglia e León, SpagnaIl grande fascino di un cielo stellato su Ochate, avvolta nel mistero e nelle leggendeAbbandonata del tutto negli anni 20 per ragioni economiche, questa città fantasma conserva ben poco. A parte case in rovina, una torre campanaria e poche mura di una chiesa, nulla rimane dell’antico borgo di Ochate, in provincia di Burgos. Forse è per questo che numerosi turisti ne vengono attratti. O perché anche intorno a questo luogo sono nate numerose leggende legate al paranormale. Sembra che strane presenze si aggirino per le strade vuote di Ochate.


7. Tyneham, Dorset, InghilterraTyneham in Inghilterra è fra le tante città evacuate a causa della seconda guerra mondialeA Tyneham, un villaggio situato sulla Jurassik Coast, il tempo si è fermato al 1943. Durante la seconda guerra mondiale la città venne fatta evacuare per trasformarsi in un campo militare. Ancora oggi esso è un poligono militare visitabile solo in alcuni periodi. Molte zone sono ancora pericolanti e pericolose per la presenza di ordigni inesplosi.


8. Pryp'jat', Kiev, UcrainaPryp'jat', abbandonata dopo il disastro della centrale nucleare di Cernobyl, visibile in lontananzaDopo il disastro di Chernobyl, numerose furono le città abbandonate perché altamente contaminate dalle radiazioni. Tra queste ricordiamo Pryp'jat', evacuata dopo lo scoppio della centrale. Il villaggio venne costruito proprio per ospitare le famiglie delle persone che lavoravano nella centrale. Ironia della sorte, la stessa centrale che gli portò via le loro case e la loro vita. Oggi, una volta all’anno, i vecchi abitanti si recano lì per fare visita alle loro case ormai distrutte dal tempo.


9. Duecastelli, Istria, CroaziaTante le vicessitudini che trasformarono Duecastelli in città fantasmaQuesto bellissimo borgo medioevale conserva oggi poche mura, resti di edifici e vecchie torri. Tra questi spuntano anche i ruderi della Chiesa di Santa Sofia. L’abbandono del paese è dovuto a diversi sfortunati episodi: prima gli scontri interni, poi la pestilenza. Nel 1715 venne abbandonato definitivamente.


10. Varosia, Famagosta, CiproDa ridente località di mare a ghost city: lo strano destino di Varosia, a CiproUna volta era un fiorente centro turistico, probabilmente il maggiore di Cipro, poi nel 1974 il quartiere della città di Famagosta venne invaso dai turchi. In seguito dunque alla guerra tra greco-ciprioti e turco-ciprioti la piccola ghost city venne abbandonata. Oggi la città ha un aspetto da brividi a causa delle strade isolate, i palazzi totalmente in rovina. Solo piccole tartarughe ancora fanno la loro presenza sulle belle spiagge della città.

Termina qui il nostro viaggio, ma tantissime sono le città fantasma sparse per il mondo. Piccoli mondi abbandonati dove riecheggia ancora la voce delle anime che una volta lì vi vivevano.

Città fantasma: le 10 ghost city più affascinanti d'Europa Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 5 voti.
Articolo pubblicato il
Città fantasma: le 10 ghost city più affascinanti d'Europa
apri
Offerte di viaggio