Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Chorizo

Tutto quello che c'è da sapere sul chorizo, celebre salume spagnolo dal sapore unico, speziato e intenso, ottimo "companatico" adatto alle ricette più golose

Chorizo

Paese che vai, prelibatezze che trovi. Quest’oggi siamo in Spagna per saggiare (e assaggiare) le bontà che questa terra baciata dalla geografia e dalla storia offre da secoli ai suoi cittadini e ai viaggiatori. La terra del flamenco è sicuramente una delle più ricche da un punto di vista gastronomico: dalla paella alle tapas, le tavole spagnole ricordano molto quelle nostrane: sarà per questo che in Europa la cucina spagnola è la più gettonata dopo quella italiana.

Il chorizo è uno dei punti forti della gastronomia spagnola: accompagna molte preparazioni ed è buono anche da solo. Ma esattamente cos’è? Col termine chorizo si indicano numerosi insaccati tipici della penisola iberica: le preparazioni, le spezie, la grana della carne, la stagionatura variano di zona in zona, ma in linea generale il chorizo è una via di mezzo tra il nostro salame e un’italica salsiccia.

La carne di maiale però invece di essere tritata è tagliata grossolanamente e condita con pepe e paprica dolce o piccante. E’ proprio la paprica a dare a questo salume il suo colore rosso vivo. Ne esistono poi due varianti principali: il chorizo vela, dalla forma sottile e allungata, condito con paprica piccante, e il morcon, dalla forma grossa a tozza, preparato con aglio e paprica dolce. Esistono poi anche diverse articolazioni locali: ad esempio, in quel di Pamplona la carne viene sminuzzata in maniera più sottile, invece a La Rioja il chorizo ha una grana molto più compatta e un sapore decisamente più piccante: la fama e il gusto di questa tipologia ha fatto guadagnare al chorizo riojano l’indicazione geografica protetta dell’Unione Europea.
Il classico chorizo vela, la versione più speziata e allungata di questo salume spagnolo Chorizo morcon extra, per chi ha davvero tanta fame










Ma se volessimo provare a farlo in casa?

Precisiamo che trattandosi di un insaccato, non è semplice preparalo a mano, ma se si rispettano le norme e igieniche in materia di conserve fatte in casa e la ricetta originale, il gusto è garantito. Innanzitutto bisogna procurarsi del budello che faccia da protezione esteriore al nostro salume (potete procurarvela nella vostra macelleria di fiducia). Poi, vi servono circa 1 kg di spalla di maiale che triterete grossolanamente con un coltello unitamente a pezzettini di lardo (ne bastano 200g) che costituiranno la parte grassa (e  bianca) della vostra salsiccia. Poi aggiungete 25 grammi di sale, 10 di paprika, 10 di pepe nero e 10 di semi di finocchio per speziare il composto a cui aggiungerete 3 spicchi di aglio tritato (siete voi a scegliere la quantità delle spezie e le loro proporzioni). Una volta amalgamato il composto basterà riempire il budello e conservare il chorizo in un luogo fresco e asciutto per un periodo che va da 1 a 3 mesi, a  seconda della stagionatura che preferite. Ed il gioco è fatto! Semplice e buono.

Ora vediamo invece come lo si gusta nelle mille preparazioni che i nostri cugini spagnoli hanno pensato per combinarlo e arricchirlo.

Uno dei modi più tradizionali per mangiarlo è in padella: basterà riscaldare un tegame e rigirare le fette di chorizo un paio di volte fino a fargli assumere un bel colore marrone scuro.

Per i nostri amici spagnoli il chorizo, opportunamente arrostito o rosolato, è anche un ottimo ingrediente per la tradizionale paella di verdure: basta aggiungere alcuni tocchetti e l’aroma intenso del salame darà al riso un sapore speziato e intenso.

Un gustoso bocadillo farcito con il chorizo, il panino tipico spagnolo

Perché invece non mescolarlo alle uova per un’insolita frittata? Anche questa variante da un gusto deciso che rinnova il sapore antico delle uova. Ma per dare al chorizo davvero una destinazione “degna” del suo nome, i legumi sono universalmente riconosciuti come un accoppiata vincente al suo sapore.

Lenticchie, ceci o fagioli si sposano perfettamente alle fette o dadini di chorizo che avrete cotto con amore e pazienza assieme alla vostra zuppa preferita per darle un tocco spagnoleggiante. Ultima variante, ovviamente non italica: il chorizo annegato nel sidro di mele. Una vera leccornia dove il dolce delle mele attenua il sapore pungente della carne.

Se non avete la pazienza di prepararlo, il chorizo sta diventando molto comune nei nostri supermercati anche se il modo migliore per assaporarlo a pieno è degustarlo in uno dei tanti tapas bar che affollano le piazze e le strade di qualsiasi città spagnola, o in un bocadillo, il panino tipico farcito con ogni leccornia, chorizo incluso, un vero e proprio "viaggio" nei sapori di questa terra caliente.

Chorizo Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 5 voti.
Articolo pubblicato il
Chorizo
apri
Offerte di viaggio