Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

CERN: 60 anni ma non li dimostra

Andiamo in Svizzera per scoprire qualcosa in più sul CERN, il più grande laboratorio al mondo di fisica delle particelle che il 29 settembre compirà 60 anni

CERN: 60 anni ma non li dimostra

Nato nel 1954 nella piccola località di Meryn, nella periferia di Ginevra, il CERN è il più grande laboratorio del mondo specializzato in fisica delle alte energie: da qui sono passate le più illustri menti del Pianeta e sono state fatte le più importanti scoperte dell’ultimo mezzo secolo di storia. Al suo interno vi è il Large Hadron Collider (LHC) – in italiano “ il Grande Collisore di Adroni” -  il più grande e potente acceleratore di particelle mai realizzato.

Il prossimo 29 settembre ricorreranno 60 anni dalla fondazione dell'Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare (CERN): è proprio qui che è stato scovato il bosone di Higgs e che il “nostrano” Carlo Rubbia ha scoperto la forza elettrodebole. Ma sono decine e decine le scoperte e invenzioni che hanno visto la luce fra queste mura, tra cui quella che è forse la più importante  degli ultimi decenni: la nascita del World Wide Web, che ci ha rivoluzionato la vita.

Ma i primati del CERN non finiscono qui: gli scienziati che vi lavorano sono ispirati dai più nobili principi che muovono verso un utilizzo pacifico della conoscenza. Non a caso il CERN è nato pochi anni dopo dal lancio della prima bomba atomica e in piena guerra fredda: nel 1954, infatti, venne fondato da ben 12 nazioni con l'intento di cooperare solo per fini pacifici senza alcun tipo di applicazione militare delle scoperte. Da quel sogno, coltivato sulle macerie dell'Europa distrutta dalla guerra, oggi l’Organizzazione Europea per la Ricerca gode della compartecipazione di 21 stati.

Dal 1 luglio di quest'anno si sono aperte a Ginevra le celebrazioni per festeggiare questo compleanno speciale che, proprio per questa ragione, si concluderanno il 29 settembre dopo 3 mesi di eventi in onore della scienza che porteranno qui studiosi, turisti, ricercatori e curiosi per una visita un po' insolita ma assolutamente interessante.

Un tunnel nel Large Hadron Collider (LHC)

Da anni, infatti, il grande istituto apre le sue porte ai visitatori: indossati camici e caschetti antinfortunistica, si procede alla visione di un film sulla storia del laboratorio a cui segue un tour di circa tre ore nelle aree di sperimentazione fino alla scoperta di uno dei grandi acceleratori di particelle. Prenotare una visita di gruppo è semplicissimo: basta consultare il calendario interno e procedere con la richiesta. Se invece siete dei viaggiatori solitari, potrete anche godere di questa meraviglia della scienza in solitudine, prenotando un tour individuale di circa due ore, con guida in inglese o francese.

Attenzione però: questa non è una visita al British Museum o un passeggiata sulla 5th Avenue. Esistono delle regole precise da rispettare e consigli utili da seguire: innanzitutto munitevi di carta di identità. Elemento fondamentale, poi, le scarpe. Niente tacchi a spillo o altri trampoli pericolosi: il pavimento del laboratorio e la visita nel sottosuolo consuma qualsiasi tipo di scarpa ed è sdrucciolevole per cui  via libera solo a scarpe comode e chiuse! Per ragioni di sicurezza, inoltre, la visita non è permessa ai minori di 16 anni ed è sconsigliata alle signore in dolce attesa e a chi soffre di claustrofobia.

(LHC) L'acceleratore di particelle visto dall'interno
L’ingresso al CERN è assolutamente free e per raggiungere il laboratorio basta seguire queste semplici istruzioni con qualunque mezzo voi siate. Visitare il CERN può essere un'insolita e originale idea per un’escursione “fuori dagli schemi” per chi è nel bel mezzo di una vacanza in Svizzera, o meglio ancora se nei dintorni di Ginevra.

Al tradizionale tour del laboratorio si aggiungono poi delle interessanti mostre che, a seconda dei periodi, vi insegneranno qualcosa sui misteri della scienza. Al momento le due principali sono "Universe of Particles", che vi permetterà di fluttuare nel misterioso universo delle particelle, e "Microcosm", la mostra interattiva che vi condurrà dal mondo dell'infinitamente grande a quello dell'infinitamente piccolo.

Pronti a superare i confini della conoscenza? Il CERN vi aspetta per un viaggio verso l'infinito...e oltre.

CERN: 60 anni ma non li dimostra Valutazione: 4.90 su 5 Basato su 10 voti.
Articolo pubblicato il
CERN: 60 anni ma non li dimostra
apri
Offerte di viaggio