Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Catania, cosa vedere nel capoluogo etneo

Dal mare alle montagne, ecco i nostri suggerimenti su cosa vedere a Catania: il capoluogo etneo offre uno straordinario centro storico patrimonio UNESCO

Catania, cosa vedere nel capoluogo etneo

Foto: "Catania BW 2012-10-06 11-32-08 2 fj" by Berthold Werner - Own work. Licensed under CC BY-SA 3.0 via Commons.

Nella regione italiana con più siti UNESCO, Catania si inserisce tra le città più ricche di arte e di cultura grazie a un passato glorioso e florido che l’ha vista dominata da diversi popoli nel corso dei secoli. Questa straordinaria varietà e abbondanza di testimonianze ha reso la città ai piedi dell’Etna uno dei capoluoghi storici più importanti d’Italia, nonostante i disastri naturali abbiano in parte distrutto buona parte dei monumenti più antichi.

Scopriamo, quindi, Catania: cosa vedere nella meravigliosa città siciliana, da una parte sormontata dalla sagoma imponente dell’Etna e dall’altra affacciata sul Mar Ionio.

>> Se ti interessa visitare Catania scopri il modo migliore: http://bit.ly/travelWA_Cataniavl <<


Musei

A Catania non mancano certo i musei e le case museali, segno di un forte legame con il passato e con i personaggi che hanno contribuito a rendere grande questa città sul piano culturale.


Casa Museo Giovanni Verga
- Via Sant'Anna, 8, 95124 Catania

È stata la casa natale di uno degli scrittori più importanti del nostro Paese e si trova nel cuore di Catania, al secondo piano di una palazzo signorile. L’appartamento è stato lasciato immutato, così com’era quando il giovane Verga viveva qui con la sua famiglia.
 


È possibile visitare lo studio, completo dei 2600 volumi di proprietà dello scrittore, e le stanze della casa, dove sono conservate delle copie dei manoscritti dello scrittore: gli originali, per cautela, sono conservati nella Biblioteca dell’Università di Catania.


Museo Civico Belliniano - Piazza S. Francesco d'Assisi, 3, 95100 Catania
 

Foto: www.cataniatravel.com

In uno dei palazzi nobiliari di Catania, in posizione centralissima nel centro storico, si trova la casa natale di Vincenzo Bellini, storico compositore catanese che visse in questa abitazione fino al compimento del sedicesimo anno. L’allestimento segue un ordine cronologico in cui, grazie ai cimeli del Bellini, si ripercorre la sua vita e la sua straordinaria carriera musicale. Non mancano gli spartiti originali e gli strumenti musicali, ma anche la sua maschera funebre.


Museo Civico Castello Ursino - Piazza Federico II di Svevia, 95121 Catania
 

Foto: "Castello Ursino (2761235338)" di Leandro Neumann Ciuffo  Castello UrsinoUploaded by bjs. Licenza CC BY 2.0 via Wikimedia Commons.

All’interno del maestoso Castello Ursino, un maniero imponente del XIII secolo, sono state raccolte le opere provenienti soprattutto dalle collezioni Biscari e dei Benedettini, ma non mancano testimonianze elleniche e romane. Tra i reperti archeologici spiccano anche alcune collezioni d’arte di maestri pittori operanti soprattutto nel periodo barocco. Nella visita al museo è compresa anche quella al castello e ad alcune delle sue magnifiche sale.

 

Monumenti

Nonostante siano andate perse molte testimonianze della dominazione ellenistica nella zona catanese, la città conserva numerose vestigia archeologiche del periodo romani, in buono stato di conservazione. Non mancano poi edifici storici e simbolici della città, che hanno contribuito a scrivere importanti pagine della storia di Catania. Non è un caso che l’intero centro storico cittadino sia stato posto sotto la tutela dei Beni Patrimonio dell’UNESCO.


Parco archeologico greco-romano - centro storico
 


Foto: "Catania anfiteatro romano2423". Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons.

Un teatro e un anfiteatro romani risalenti al II secolo a.C., l’Odeon del III secolo a.C., diverse terme romane, ma anche abitazioni, il foro, edifici funerari e il Mausoleo del Carmine sono solo alcuni dei principali monumenti facenti parte del parco, che comprende anche numerose testimonianze minori visitabili dal pubblico. Le affascinanti rovine sono sparse nel centro storico della città.


Monastero dei BenedettiniPiazza Dante
 

La fontana rinascimentale del secondo cortile, recentemente restaurata. Insieme al colonnato del chiostro è quanto di imponente rimaneva del convento precedente al 1693Foto: "Fontana Benedettini" di Io' 81 - opera propria. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikipedia.

Un complesso ecclesiastico di rara bellezza in una delle piazze più rappresentative di Catania: risale al XVI secolo e si trova all’interno delle mura della città, perché in quei tempi le zone rurali erano preda dei briganti e, inoltre, l’Etna faceva molta paura. Per la sua bellezza, fu definito dal grande scrittore Patrick Brydone come la Versailles siciliana: tanto basta a far capire la grandezza e l’assoluta unicità di questo edificio.


Fontana dell’elefante - Piazza Duomo, Catania
 

Foto: "Elefante, Catania" di Lucarelli - Opera propria. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons.

È sicuramente il monumento più rappresentativo di questa città: si erge maestoso al centro della Piazza Duomo e il suo elemento più importante è, appunto, l’elefante, la cui realizzazione in pietra lavica è incerta ma pare sia databile al periodo bizantino. L’obelisco che lo sormonta, invece, sembrerebbe arrivato a Catania durante il periodo delle crociate da Syene, l’attuale Assuan.

È impossibile soggiornare Catania e non "visitare" alcuni luoghi in cui si "costruiscono" i profumi e i sapori della sua cucina, rigorosamente da strada: l’Arrusti e mangia, in inglese street food, è un vero e proprio stile di vita qui, tanto che sono numerosissimi i locali in cui fermarsi per deliziare delle ottime pietanze cotte e mangiate, in prima linea N’ta Za’ Carmela in Via Plebiscito e Etoile D’Or in Via Dusmet dove assaporare, tra le altre specialità, i famosi arancini catanesi.

Catania è una città da scoprire, da vivere e da amare: è uno di quei posti in cui è necessario perdersi per trovare la bellezza più autentica e sincera del suo territorio e della sua gente. A Catania, cosa vedere è sotto gli occhi di tutti, basta passeggiare per le sue strade e le sue piazze per trovare inestimabili tesori della cultura e dell’arte.

Catania, cosa vedere nel capoluogo etneo Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 3 voti.
Articolo pubblicato il
Catania, cosa vedere nel capoluogo etneo
apri
Offerte di viaggio