Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Caracas: pericolosa o vittima di pregiudizi?

Un viaggio in Venezuela alla scoperta della capitale Caracas: pericolosa, poco sicura, teatro di lotte e scontri, ma affascinante e ricca di storia

Caracas: pericolosa o vittima di pregiudizi?

Terra di forti contrasti e di sanguinose lotte, la capitale del Venezuela, l’affascinante Caracas, è una città suggestiva, affascinante, quanto pericolosa e letale. 

A circa 15 km dal mare Caraibico, Caracas - città natale del rivoluzionario Simon Bolivar - fondata nel 1567 dall'esploratore Diego de Losada, Caracas è la capitale più settentrionale del Sud America e principale centro economico culturale del Paese. 

Nonostante gli scorci panoramici – dal monte Avila alla Piazza Bolivar, passando per l’incantevole Parco Los Chorros – e l’intensa e frenetica vita notturna che anima la città sin dalle prime luci del tramonto, la capitale del Venezuela, purtroppo, non è considerata un centro sicuro. E qui, apprendiamo di un’altra Caracas: pericolosa, turbolenta e persino ostile. 

La situazione già difficile al tempo di Chavez - ma ancora gestibile, grazie alle condizioni economiche stabili e un reddito pro capite più elevatocon l’avvento al potere di Nicolás Maduro, è andata sempre più peggiorando: fame, povertà, condizioni disagiate, fanno di Caracas una città in cui vivere non è certo facile.

Ciò che rende Caracas pericolosa è l’alto tasso di criminalità che scuote le fondamenta stessa della capitale: basti pensare che solo nel 2013, il numero di omicidi registrato dall’Osservatorio Venezuelano sulla Violenza (OVV) è addirittura superiore ai 24.000.

Un dato allarmante e sconcertante che deve far riflettere. E, circostanza ancora più agghiacciante, è la non punibilità dei crimini. Va da sé che il Venezuela sia considerato uno dei paesi meno sicuri al mondo, soprattutto dopo i sanguinosi scontri del 2014, finiti in tragedia, con la morte dei manifestanti e gli arresti dei dissidenti, riuniti per combattere le politiche repressive messe in atto da Maduro.

I motivi delle manifestazioni sono i soliti: l’alto tasso di criminalità, la carenza dei prodotti di uso quotidiano come latte e carta igienica, le frequenti interruzioni nella fornitura di acqua e di energia elettrica che hanno esasperato i cittadini, minando, di fatto, anche il settore turistico.

Dolore e morte, fiaccano oggi Caracas: invivibile e rischiosa, la città è diventata il teatro di aggressioni, stupri, violenze, sequestri e rapine pressoché quotidiani.

Se il caso, il lavoro o la vostra voglia di viaggiare e conoscere luoghi nuovi vi portassero a Caracas, sappiate che ci sono alcuni luoghi da evitare assolutamente, onde evitare conseguenze ed esperienze poco piacevoli. Tra questi, infatti, troviamo:

  • Ranchitos o Barrios, i quartieri più poveri della città, in cui nemmeno le forze dell’ordine possono entrare per sedare rivolte e scontri;
  • Zulia, Táchira e Apure, ossia le zone al confine con la Colombia, regno dei sequestri a scopo di estorsione e del narcotraffico, sconsigliate se non per viaggi necessari ma sempre in compagnia di tour operator che conoscano il territorio;
  • Tutta l’area urbana, soprattutto di notte.

Caracas pericolosa o no che sia, comunque, può esser tranquillamente vissuta e visitata senza incorrere in rischi e pericoli, osservando alcune, semplici cautele:

  • Non mostrate mai oggetti di valore - occhiali di marca, orologi e gioielli – e soprattutto attenzione nel maneggiare il denaro;
  • Non esibire cellulari, macchine fotografiche e videocamere;
  • Fate attenzione a non smarrire e a riporre con cautela documenti personali;
  • Non indossare abiti appariscenti e accessori particolari;
  • Evitate manifestazione e cortei;
  • Non fate uso di stupefacenti in pubblico, pena l’arresto:
  • Evitare i taxi nelle ore notturne.

Nonostante le immani difficoltà, Caracas non è abbandonata a se stessa e la gente non è mai sazia di vita: anche se convive con la paura, la voglia di riscatto di questa metropoli è tangibile.

Questa è la capitale del Venezuela, la difficile Caracas: pericolosa, brutale e sanguinosa, soffoca la poesia e la spettacolarità dei suoi paesaggi e delle sue attrazioni in un grido di disperato dolore. Un grido che non può restare inascoltato ancora per molto. 

Caracas: pericolosa o vittima di pregiudizi? Valutazione: 4.62 su 5 Basato su 13 voti.
Articolo pubblicato il
Caracas: pericolosa o vittima di pregiudizi?
apri
Offerte di viaggio