Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Bizarrestò, la nuova app per i ristoranti alternativi

Le città sono ricche di locali stravaganti: con Bizarrestò, con un touch, si può trovare quello che stuzzica maggiormente la curiosità!

Bizarrestò, la nuova app per i ristoranti alternativi

In vacanza o nella propria città, capita a tutti di voler fare un'esperienza diversa, di allontanarsi dai soliti ristoranti, pizzerie e bar per trovare qualcosa che lasci davvero a bocca aperta. Sono tanti, infatti, i locali allestiti in maniera originale e stravagante ma, purtroppo o per fortuna, sono spesso sconosciuti ai più.  

Si incontrano solitamente per caso, nelle pieghe delle città, sono mimetizzati nella massa di ristoranti tradizionali e non sempre attirano l'attenzione però, una volta dentro, "wow" è la prima parola che si riesce a dire.  

Per aiutare a scovare questi luoghi del piacere esiste da poco una app, disponibile negli store Google e iOS: si chiama Bizarrestò e con una semplice ricerca, tematica e geolocalizzata, si possono trovare tutti i ristoranti più "bizarre". 

Federica Capezzone ideatrice di BizzarestòAbbiamo parlato di Bizarrestò con Federica Capezzone, ideatrice del progetto, che ci ha raccontato come è nata l'idea e come funziona esattamente quest'applicazione, immancabile tra i tools di ogni viaggiatore.  

 

- Ciao Federica, innanzitutto complimenti per l'idea. Ci spieghi cos'è Bizarrestò? 

Bizarrestò è un'applicazione per dispositivi mobili, completamente gratuita, che ti permette di conoscere ristoranti e locations particolari sia in Italia che all'estero, dove trascorrere una serata diversa all'insegna del divertimento e dell'effetto sorpresa. Il suo funzionamento è semplice ed intuitivo: attraverso sei categorie - location, conceptstore, a tema, intrattenimento, verybizare, design; è possibile scegliere il ristorante che più soddisfa le nostre aspettative, oppure, cliccando su una città verranno proposte le locations disponibili in quella regione.  

 

- È stata una tua idea? In quanti siete a lavorarci? 

L'idea è mia e al momento sono sola però sono stata fortunata, perché per la parte tecnica mi sono appoggiata a un'agenzia di Napoli, la Pushapp, segnalata da conoscenti e composta da giovani preparati e molto avanti. 

 

- Quando e dove nasce l'idea di un'applicazione come Bizarrestò? 

L'idea nasce a Maggio 2015 quando ancora vivevo a Roma. Un gruppo di amiche decide di venirmi a trovare “dichiarandomi” subito l'intento di trascorrere la serata in un ristorante “simpatico” e diverso dai soliti. Immediatamente mi mobilito e comincio una ricerca su internet che mi porta a scoprire meravigliose locations fuori dal comune, presenti non solo a Roma, ma anche in tante altre città italiane. Da qui il passo è naturale, mancava infatti un “contenitore”, un qualcosa che raccogliesse tutti questi ristoranti e bistrot e desse loro la meritata visibilità.  

 

- In base a quali caratteristiche un ristorante viene incluso nell'applicazione? 

Un ristorante per essere incluso nell'app deve avere solo una caratteristica: deve essere bizzarro, distinguersi dagli altri perché offre un servizio, una location, un design, un intrattenimento diverso e inusuale.Per esempio, nel database Bizarrestò, nella categoria "a tema", a Roma è possibile trovare il Romeow Cat Bistrot, che si ispira ai Nekocafé giapponesi, ovvero bar in cui vivono colonie feline. La location è, infatti, arredata come una casa, creata apposta per loro e qui vivono sei splendidi gatti. Propone ottimi piatti vegani. Per la categoria "location", invece, si può portare l'esempio del Trabocco Punta Isolata, in Abruzzo, un ristorante a base di pesce realizzato in un tipico trabocco sul mare. La struttura, elegante e rustica insieme, il rumore delle onde e il panorama lasciano a bocca aperta.


Romeow Cat Bistrot per gli amanti dei gattiL'affascinante e curioso Trabocco Punta Isolata











- È prevista la nascita di una community attraverso il rilascio di feedback ai locali?
 

È naturalmente prevista la creazione di una community, si tratta solo di capire quando metterla in moto.


- Quanti ristoranti conta attualmente l'applicazione e in quanti Paesi? 

Al momento Bizarrestò ha nel suo database 400 ristoranti. I paesi coinvolti oltre l'Italia sono: Francia, Inghilterra, Spagna e Germania. Ma l'obbiettivo è quello di coprire tutta l'Europa, poi l'America e infine i ristoranti bizzarri presenti in tutto il mondo. Ogni giorno aggiungo delle nuove locations. 

 

- Quali sono le aspettative per il prossimo futuro?     

Bella domanda... Diciamo che il mio obbiettivo è quello di creare un marchio che raggruppi tutti i ristoranti... Vedremo dove mi porterà!

Ringraziamo Federica per la disponibilità e le auguriamo tanta e meritata fortuna con Bizarrestò! 

Uscire fuori dai luoghi comuni e sentirsi dei turisti, anche nella propria città. Grazie a Bizarrestò tutto questo è possibile ed è a portata di mano, in Italia e all'estero.

Bizarrestò, la nuova app per i ristoranti alternativi Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 6 voti.
Articolo pubblicato il
Bizarrestò, la nuova app per i ristoranti alternativi
apri
Offerte di viaggio