Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Berlino tra passato e presente. Terza e ultima puntata

La città raccontata attraverso i simboli che ricordano i tempi bui della guerra e del Muro, e la sua rivincita, con i musei che raccontano la rinascita

Berlino tra passato e presente. Terza e ultima puntata

L’ultima tappa del nostro viaggio a Berlino ci conduce attraverso le strade della storia contemporanea che hanno segnato il passato della città, della Germania e dell’Europa intera. I primi riferimenti risalgono alla Seconda Guerra Mondiale e al periodo caratterizzato dalla dittatura nazista di Hitler, che sconvolse il mondo intero con la sua "soluzione finale" antisemita.

Oltre alle numerose opere storiche, a testimonianza del passaggio della guerra, e le ricostruzioni di interi angoli della città distrutti dai bombardamenti, Berlino ricorda le vittime dell’olocausto attraverso una serie di monumenti e musei, quasi tutti a cielo aperto.

Il primo è il Memoriale per gli ebrei assassinati d’Europa, che sorge tra la porta di BrandeburgoPotsdamer Platz: un insieme di circa tremila blocchi di cemento di dimensioni differenti per commemorare i più di 6 milioni di ebrei sterminati e sotto i quali è collocato il Centro di Documentazione, ovvero l’esposizione permanente che racconta gli orrori di quegli anni attraverso i volti e gli effetti personali delle vittime.

Raccoglie invece foto, documenti ufficiali e ritagli di giornale la Topografia del Terrore, costruita nel quartiere di Kreuzberg, dove un tempo sorgeva il quartier generale della Gestapo, la famigerata polizia segreta tedesca.

In quest’area è possibile osservare da vicino anche un pezzo lungo 200 metri di quel Muro che per 28 anni divise Berlino Ovest dal territorio della Germania dell’Est. Innalzato nell’agosto del 1961, il Muro vide l’avvio della sua distruzione il 9 novembre 1989, ma ancora oggi sono visibili dei resti in varie parti della città.

Emblematico, a questo proposito, il Checkpoint Charlie, noto posto di blocco situato sull’ex confine. Oggi chi oltrepassa questa frontiera sente ancora su di sé gli occhi dei due soldati raffigurati, uno americano e uno sovietico, che guardano entrambi nel territorio controllato dall’altro.

Anche se non è stato facile, Berlino è riuscita a lasciarsi alle spalle questo periodo buio della sua storia, mostrando le ferite del passato, e oggi accoglie i suoi visitatori come un libro sempre aperto.

FINE 

Berlino tra passato e presente. Terza e ultima puntata
Articolo pubblicato il
Berlino tra passato e presente. Terza e ultima puntata
apri
Offerte di viaggio