Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Baviera, il medioevo nel terzo millennio

Tra cittadine medievali, ma anche metropoli moderne e pulsanti di vita, per scoprire una regione che è la prima meta turistica della Germania

Baviera, il medioevo nel terzo millennio

La Baviera è il più grande land tedesco per superficie, ed è una delle regioni della Germania che raccoglie maggiori attrazioni turistiche. Vista la posizione tattica, incastonata nel cuore dell’Europa, è stata fortemente danneggiata durante la Seconda Guerra Mondiale, anche se le molte città sono state velocemente ed efficacemente ricostruite.

Situata sul fiume Meno, Würzburg è una popolare meta, perché è da qui che parte la Strada Romantica, un famoso itinerario turistico tedesco. La città è dominata dalla collina detta Marienberg, su cui sorge l'omonima fortezza, composta da poderosi bastioni a forma di stella e muniti di torri. Il monumento più importante è la Residenz, palazzo residenziale dei vescovi principi, in stile barocco, che contiene un famoso affresco di Giambattista Tiepolo. Qui vi sorgono due musei, uno dedicato a pittori veneziani ed uno al mobilio barocco e roccocò.

A circa 100 km sorge Norimberga, una delle città “protagoniste” del XX secolo: è stata sede del tribunale chiamato a giudicare i criminali nazisti e città nella quale furono emanate le leggi razziali del 1935. Anch’essa sorge sulle rive di un fiume, il Pegnitz, sul quale, dall’alto di una collina, si affaccia l’imponente Castello Imperiale, che rappresenta una delle fortificazioni storicamente e architettonicamente più significative del Medioevo in Europa. Di origini medievale è anche la Chiesa di San Sebaldo, che ben combina stile romanico e gotico; proprio qui apprese i primi rudimenti musicali il compositore ed organista Johann Pachelbel. Due cinta di mura, con oltre 80 torri, circondano il vivace centro storico della città, animato da una movimentata vita notturna con locali e pub.

Più a sud est sorge Ratisbona, con la sua bellissima cattedrale gotica di San Pietro, i cui alti campanili, terminati nel XIX secolo, sono visibili da tutta la città, sviluppata sulle sponde del fiume Danubio. I moltissimi edifici e le piazze che caratterizzano il centro storico sono state dichiarate nel 2006 patrimonio dell’Unesco, e sono caraterizzati da una crescente vivacità, data anche dal fatto che Ratisbona è la città con la più alta concentrazione di locali. Quì è possibile gustare le molte prelibatezze della cucina bavarese, come l’ottima carne di manzo e i wrustel con patate, “innaffiati” con litri di ottima birra locale.

Tra buona cucina, ottima birra e città tutte da vivere, la Baviera è l’ideale per una vacanza, preferibilmente nei mesi primaverili ed estivi, visti i rigidi inverni. Grazie agli efficaci  ed economici collegamenti ferroviari, è possibile anche visitare più città in pochi giorni, immergendosi a pieno nella cultura e nella vita bavarese.

Baviera, il medioevo nel terzo millennio Valutazione: 4.00 su 5 Basato su 1 voti.
Articolo pubblicato il
Baviera, il medioevo nel terzo millennio
apri
Offerte di viaggio