Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Aurora boreale 2016: dove e quando vederla

L'aurora boreale è uno dei fenomeni naturali più affascinanti del pianeta: dalla Norvegia all'Islanda vi sveliamo dove e quando inseguirla!

Aurora boreale 2016: dove e quando vederla

Mix di suggestioni, scienza e leggende, laurora boreale è uno dei momenti più suggestivi delle regioni artiche dove questo particolare fenomeno ottico (protoni ed elettroni solari che incontrano la ionosfera) tinge di mille sfumature di giallo, azzurro e violetto il cielo.

Il popolo Inuit, uno dei più legati al fenomeno tinto dei colori della leggenda e del mito, chiama le aurore boreali “fuochi della volpe”, credendo sia un’enorme volpe a disegnare con la sua coda mille sfumature nel cielo.

Se anche voi siete affascinati da questa magia ecco tutte le dritte per godervi il vostro appuntamento con l’aurora boreale 2016!

Quando assistere all’aurora boreale 2016

Il periodo migliore per assistere all’aurora boreale è sempre compreso tra il tardo autunno e l’inizio della primavera: per intenderci, tra fine ottobre e il mese di marzo; per ciò che riguarda l'orario migliore per godere del panorama, gli esperti consigliano le 9 di sera come momento migliore della giornata per osservare questo spettacolo.

Le aurore boreali sono un fenomeno legato al ciclo del sole (11 anni) ed è questa la ragione che le lega ai minimi e ai massimi dell’attività magnetica solare: gli studiosi sostengono che tra il 2015-2016 il fenomeno sarà ancora intenso per poi ripresentarsi con massima evidenza nel 2025. Perciò affrettatevi!

Sapete che c’è perfino chi ne ha fatto la ragione principale dei propri viaggi, dando vita ad una vera community di cacciatori aurore boreali?

Dove osservare l’aurora boreale 2016

I luoghi migliori dove recarvi ad osservare questi strambi arcobaleni magnetici si trovano tutti nelle zone oltre il Circolo Polare Artico: Islanda, Svezia, Norvegia, Finlandia, Alaska, Canada e Russia. Con un po’ di fortuna anche Stati Uniti, Scozia e Gran Bretagna possono regalare questi spettacoli.

Ovviamente vi saranno punti ben precisi per osservare l’aurora boreale ed una località non equivale ad un’altra: bisogna essere più a nord che si può ma soprattuto il cielo deve essere limpido e privo di precipitazioni. Il sito finlandese Auroras è un’ottima guida per ottenere notizie, consigli, curiosità e periodicità delle aurore boreali: un must per chi sceglie di partire con questo intento!

Ecco allora alcuni punti di osservazione, nazione per nazione, dove potrete godere in prima fila di uno degli spettacoli più belli che Madrenatura abbia inventato. Armatevi di piumino, colbacco, caffè bollente e buona visione!

I fantastici effetti di luce dell'Aurora Boreale

Foto di: Marcelo Quinan licenzaCC BY-SA 2.0

Parco Nazionale di Thingvellir, Islanda: a 20 minuti dalla capitale Reykjavik, è Patrimonio UNESCO dal 2004;

Territori dello Yukon, Alaska: qui, proprio sul finire della stagione delle aurore boreali, viene disputata la più grande corsa con cani da slitta del mondo, lo Yukon quest;

Baia di Hudson, Canada: oltre la cittadina di Whitehorse, mirabile la visione anche nell’area compresa tra il lago Ontario e la tundra del nord;

Isole Lofoten, Isole Svalbard, Tromsø, Norvegia: la città di Tromso, in particolare, ha dedicato alle aurore boreali uno dei più gettonati fra i festival “nordici” il Nordlyfestivalen;

Blue Hole di Abisko, Svezia: un’area del cielo della Lapponia svedese che risulta sempre priva di nuvole e che vi consentirà una visione nitida del fenomeno. Si trova nell’Abisko National Park;

Nellin e lago di Inari, Finlandia: in piena terra di Babbo Natale, sarà soprattutto il grande lago di Inari a donarvi sensazioni magiche, con l’aurora boreale che si riflette nelle acque gelate;

Isole Faroe, Danimarca: uno degli stati più piccoli del pianeta. L'aurora boreale, qui, trasforma questa micronazione in un luogo fatato;

Murmansk, Russia: alle estreme propaggini della Russia Occidentale, nella baia di Kola;

Kulusuk, Groenlandia: uno dei villaggi più facilmente accessibili da coloro i quali si collocano a metà strada tra i pigroni e il dott. Livingstone;

Nonostante non si trovino oltre il Circolo Polare Artico, l’aurora boreale spesso premia anche altri luoghi. Infatti, anche l’aurora boreale 2016 potrebbe tornare a lambire i cieli di queste località, proprio come ha fatto in passato:

Isola di Skye, Scozia: è uno dei paradisi dei cacciatori di aurore boreali che qui hanno fatto capolino perfino nel mese di settembre;

Whitley Bay, Gran Bretagna: protagonista di un panorama mozzafiato lo scorso anno, quando il cielo si tinse di porpora attirando curiosi e turisti da tutto il mondo;

Zona dei Grandi Laghi, Stati Uniti: il fenomeno in questa zona è visibile a latitudini inferiori rispetto a quelle necessarie in Europa. Qui infatti il Polo Nord magnetico si trova spostato rispetto al Nord geografico verso il Canada;

Che ne dite, dunque, di festeggiare l'arrivo del freddo o del nuovo anno con uno spettacolo come l'aurora boreale? Ricordatevi di coprirvi bene e di disattivare il flash della macchina fotografica per avere delle bellissime foto ricordo: immagini preziose di una magia tutta da vivere.

Aurora boreale 2016: dove e quando vederla Valutazione: 4.88 su 5 Basato su 8 voti.
Articolo pubblicato il
Aurora boreale 2016: dove e quando vederla
apri
Offerte di viaggio