Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Aerofobia? No problem!

Per viaggiare in aereo senza più paura: consigli e rimedi per affrontare l'aerofobia

Aerofobia? No problem!
Il cuore che balza in petto, salivazione azzerata, battiti del cuore accelerati e una sensazione di malessere fisico che s'irradia per tutto il corpo. Questi, i sintomi principali dell'aerofobia, della fear of flying, della paura di volare.

Questo comune disturbo, che colpisce cinque persone su dieci, per lo più donne, si manifesta appena messo piede in aereo o nelle fasi più particolari del volo:atterraggio e decollo, quelle che più incutono timore nei passeggeri. 

Una vera e propria fobia che condiziona pesantemente la vita dei viaggiatori abituali, gettendoli nel panico ogni volta che devono salire su di un aereo, che si tratti di un volo d'affari o di piacere. In quanto fobia, questa paura è totalmente irrazionale, soprattutto perché si basa su ragioni ben poco chiare, considerando che, secondo le statistiche, l'aereo è il mezzo di trasporto più sicuro al mondo.

Viaggiare in aereo sereni, il sogno di moltiManifestandosi con diversi gradi di intensità tali da deficitare la persona affetta da tale disturbo, l'aerofobia è un disturbo nient'affatto da sottovalutare. 
Contrariamente a ciò che molti ritengono valido come rimedio, è assolutamente da evitare l'assuzione di bevande alcoliche a ridosso del volo:lo stordimento provocato dall'alcool, anzi, potrebbe ulteriormente aggravare la patologia, aumentando le pulsazioni cardiche, generando ansia, vomito e cefalea.

Del pari, andrebbero evitati anche gli ansiolitici e i calmanti: l'effetto è transitorio e, com'è ovvio, non forniscono una soluzione efficace al problema. Difatti, il disturbo si ripresenterà al volo seguente, magari con maggiore intensità.

Imparare a conoscere il proprio corpo, a respirare in modo corretto, avvalendosi di esercizi mirati, consente di rilassarsi e focalizzare il problema:se esso è rappresentato dall'altitudine, da ciò che succede all'esterno della carlinga, sarebbe opportuno non occupare il posto accanto all'oblò;se la paura è condizionata dalla durata del viaggio, acquistare un buon libro, ascontare musica rilassante, può aiutare a mitigare l'ansia e l'attesa.

Spesso, però, è impossibile individuare l'origine dell'ansia. Proprio per questo, alcune compagnie aeree - Alitalia e Lufthansa su tutte - hanno ideato dei corsi specifici per imparare a gestire l'aerofobia. Il progetto "Voglia di Volare", ideato da Alitalia, si tiene a Fiumicino ogni 15 giorni e, grazie ad un simulatore di volo, assistiti da uno psicologo, consente di prendere confidenza con il mezzo, con il comandante e l'equipaggio. Toccare con mano la realtà, sviscerare il disagio e, soprattutto, il dialogo con i compagni di corso, riduce drasticamente la paura di volare e l'ansia da viaggio.

Un comandante alle prese con un corso per combattere l'aerofobia
Lo stesso accade per il progetto "Volare rilassati" di Lufthansa: il rapporto diretto con il comandante, le istruzioni dettagliate su ogni fase di volo, hanno indotto i viaggiatori a seguire questo corso attivamente e a mettere in pratica le teniche di rilassamento suggerite dallo psicoterapeuta.

Un comandante spiega ai corsisti le fasi di atterraggio
Ancora più rivoluzionaria l'Asl provinciale di Palermo. Grazie all'esperienza della dottoressa Maria Teresa Triscari, è stata ideata un'app per Iphone e Android - "Paura di volare? No problem!"- che mette a disposizione degli aerofobici un analista virtuale, con tanto di consigli e di tecniche di rilassamento da mettere in pratica. In qualsiasi momento, basta un click e uno psicologo è a nostra disposizione per aiutarci e supportarci.

La schemata della App Paura di volare? No problem
L'aerofobia può essere un vero e proprio deterrente per chi viaggia. Certo, non è affatto semplice dover fronteggiare ansia e tachicardie, ma si può imparare a tenerle sotto controllo. La padronanza di sè e la convinzione che si può vincere tutto - anche la paura - sarà un incentivo a combattere e a superare i limiti che innalziamo intorno a noi per cominciare a volare, e a viaggiare, serenamente alla scoperta di paesi vicini e lontani. 

Aerofobia? No problem! Valutazione: 4.00 su 5 Basato su 10 voti.
Articolo pubblicato il
Aerofobia? No problem!
apri
Offerte di viaggio