Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

A Roma riapre la Rampa Domizianea

Dopo oltre un secolo dalla sua scoperta, a Roma apre al pubblico la Rampa Domizianea, costruzione simbolo dell'architettura romana

A Roma riapre la Rampa Domizianea

Foto: Bert Kaufmann from Roermond, Netherlands [CC BY-SA 2.0], via Wikimedia Commons

Un edificio straordinario nel cuore di Roma: la Rampa Domizianea apre finalmente le sue porte a i visitatori e si mostra in tutta la sua grandezza. Dal 20 ottobre, infatti, la Soprintendenza ha svelato questo nuovo sito, che collegato al Foro Romano, conduce fino al colle Palatino.

 

La storia

Il primo riscontro tangibile all’esistenza della Rampa Domizianea, nominata in un più di un documento storico, è avvenuto nel 1900 con la scoperta dell’immenso edificio che, fino a oggi, non era mai stato reso accessibile al pubblico. I lavori di restauro sono durati diversi anni e hanno permesso di portare alla luce un sito archeologico unico nel suo genere, che gli esperti considerano importantissimo per il suo immenso valore storico.

La Rampa Domizianea è un corridoio coperto lungo più di 200 metri con un dislivello piuttosto marcato di 40 metri, che parte dal Foro Romano per arrivare al colle Palatino. La sua realizzazione si fa risalire al I secolo d.C. ed è stata fortemente voluta dall’Imperatore Domiziano, che desiderava avere un ingresso trionfale e ciclopico ai palazzi di sua proprietà sul colle Palatino.

Un'immagine della Rampa Domizianea, alla quale si accede dal Foro Romano

La struttura è arrivata straordinariamente intatta, o quasi, fino ai nostri giorni ed è quindi possibile apprezzare tutt’oggi il gigantismo che caratterizza le costruzioni imperiali, simbolo di potenza e di grandezza dell’Impero più esteso del mondo. È possibile ammirare le pareti murarie in pietra a secco e alte tra i 9 e i 12 metri, oltre che la pavimentazione originaria in pietra, che si è conservata in perfetto stato.

La Rampa Domizianea, in realtà, è una costruzione ben più complessa che prevede diversi corridoi che si diramano da quello principale e alcuni spazi di servizio che venivano utilizzati a supporto del cammino primario.

 

Le visite alla Rampa Domizianea

Con l’apertura di questo importante sito archeologico romano, la Soprintendenza ha regalato alla città di Roma una straordinaria testimonianza del suo passato. La Rampa Domizianea è stata già inserita nei percorsi guidati dei monumenti di Roma, con ingresso dal Foro Romano, e sono già pervenute tantissime richieste da parte dei turisti ma, soprattutto, dei cittadini della Capitale, impazienti di ammirare un monumento che è rimasto chiuso per più di un secolo e che, oggi, può essere quasi considerato un vero e proprio museo.

Come spiega l’architetto che ha curato gli ultimi 5 anni del restauro, infatti, le pareti della rampa ospitano una parte dei reperti che sono stati rinvenuti al suo interno dal 1900 a oggi.

Dopo oltre 2000 anni, Roma non smette ancora di stupire e di regalare sorprese: la Rampa Domizianea è solo uno degli ultimi tesori restituiti alla città, ma sicuramente non sarà l’ultimo.

Roma è un museo a cielo aperto, una scoperta continua. È un immenso sito archeologico senza fine amato in tutto il mondo. Perché non approfittare dell’apertura della Rampa Domizianea per immergersi nella sua straordinaria e vivace atmosfera senza tempo?

A Roma riapre la Rampa Domizianea Valutazione: 4.75 su 5 Basato su 4 voti.
Articolo pubblicato il
A Roma riapre la Rampa Domizianea
I Più Letti
  • del giorno
  • della settimana
apri
Offerte di viaggio