Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

A Giza per visitare le piramidi

Un percorso alla scoperta dei gioielli di una vasta area archeologica che comprende templi, piramidi e la Sfinge

A Giza per visitare le piramidi

Se state programmando un viaggio non perdete l’emozione della visita di uno dei siti archeologici più famosi al mondo, la necropoli di Giza in Egitto. A soli 25 km dal centro del Cairo, l‘area monumentale conserva le tre piramidi di Cheope, una delle sette meraviglie del mondo antico, Chefren e Micerino. A vegliare sull’ampio complesso svetta una splendida Sfinge, dal corpo leonino e il volto umano.

Non meravigliatevi di trovare la necropoli a ridosso di un’affollata zona abitata, e di incontrare lungo la strada per giungere alle piramidi una serie di guide improvvisate che assaliranno la macchina in cui siete proponendovi giri turistici o suppellettili varie. Lo stesso dicasi per la zona a cui si accede dopo il pagamento del biglietto, venditori ambulanti e cammelli enormi vi chiederanno attenzione continua mentre da lontano appaiono le strutture di ingresso all’area sacra.

Nonostante le immagini delle piramidi e della Sfinge siano ormai ovunque, la loro visione dal vivo vi stupirà ugualmente: vedrete gli enormi massi posti l’uno sull’altro come per magia e rapiti da tanto splendore ammirerete gli oltre 136 metri di altezza e il mistero della loro costruzione.

Prima di accedere alle piramidi, ovviamente solo in gruppi e in orari stabiliti, il percorso prevede l’entrata ai templi che vi sono addossati. Non è rimasto molto degli antichi splendori ma godrete delle gigantesche colonne e delle finissimi incisioni sulle poche mura rimaste.

Non perdete l’ingresso alla piramide di Cheope, detta la “Grande Piramide”. Una lunghissima, irta e stretta scala porta alla camera (ormai vuota) in cui si trovavano il sarcofago e il corredo funerario. L’aria è rarefatta e la salita non è proprio semplice, sarete costretti a stare rannicchiati ma avrete la netta sensazione della sacralità del luogo, di come l’inerpicarsi sia un’ascensione alla divinità, il faraone.

Una volta usciti avvicinatevi al complesso funerario di Chefren dove si trova la Sfinge, simbolo protettivo, che meravigliosa si offre allo sguardo e agli scatti fotografici di frotte di turisti. Lunga 73 metri e alta 20, all’affascinante monumento mancano alcuni pezzi, come il naso e la barba cerimoniale, simbolo del potere del faraone, ma il suo profilo non ha certamente perso smalto con il passare dei secoli.

La necropoli dà il meglio di sé al tramonto, quando la luce cala e le ombre avvolgono parzialmente il silenzio del deserto,  non lasciatevi sfuggire questo spettacolo unico al mondo! 

A Giza per visitare le piramidi Valutazione: 4.33 su 5 Basato su 3 voti.
Articolo pubblicato il
A Giza per visitare le piramidi
apri
Offerte di viaggio