Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

40 anni di punk. Londra festeggia la storia del movimento

Il 2016 sarà l'anno del punk a Londra. Dodici mesi di celebrazioni in onore della cultura ribelle che ha lasciato il segno in più di una generazione

40 anni di punk. Londra festeggia la storia del movimento

"Clash 21051980 12 800" by Helge Øverås, http://www.helgeoveras.com/concertphoto.shtml - Own work. Licensed under CC BY 2.5 via Commons.

Il 2016 sarà l'anno del punk a Londra. Dodici mesi di celebrazioni in onore della cultura di ribellione giovanile.

Il movimento punk è molto complesso e ramificato, difficilmente inquadrabile in un'ideologia definita. Per capirlo, bisogna andare oltre le pettinature stravaganti e le borchie appuntite ed analizzare i motivi di comportamenti sfrenati e, a volte, poco condivisibili. Esso si aggrappa a valori come la ribellione, la provocazione e il caos, utilizzando droghe e alcool per imprimere alla vita la direzione di un'autodistruzione nichilista.

Ma per quanto siano radicali e a volta spaventosi gli ideali alla base di questa sub-cultura, è innegabile il valore che essa ha avuto nell'influenzare la società, non solo per quanto riguarda costumi e consumi, ma anche per l'importanza che ha avuto dal punto di vista artistico. È in questo contesto che si inseriscono i Ramones, Iggy Pop, The Who, i Clash e i Sex Pistols. Quando ci innamoriamo delle atmosfere malinconiche di Blade Runner o rimaniamo sconvolti di fronte alla trama di Sid e Nancy, è perché questa corrente ha cambiato per sempre il modo che hanno alcuni registi di vedere la realtà.

Per questo motivo, il sito punk.london sta promuovendo una serie di eventi per festeggiare i 40 anni dalla nascita del movimento punk. Concerti, proiezioni ed esibizioni a tema si susseguiranno nell'arco dei dodici mesi. Si inizierà con il Resolution Festival dal 4 al 14 gennaio al The 100 Club, in onore del 100 Club Punk Special, che nel '76 si svolse nello stesso luogo e che vide l'alternarsi di artisti del calibro di Joe Strummer e Sid Vicious.

video credit: SexPistolsVEVO

Ma il tentativo è quello di coinvolgere tutto il mondo. Nel sito è infatti presente l'area “Do It Yourself”: gli appassionati potranno programmare un evento ed inserirlo nel Culture Diary (calendario ufficiale), usando liberamente il logo progettato da Neville Brody, famoso designer della capitale inglese. L'obiettivo è quello di allargare il più possibile la portata degli sforzi pubblicitari.

Allo scopo, sarà possibile chiedere un finanziamento al Fondo Heritage Lottery. Attraverso gli incassi della Lotteria Nazionale, si potrà promuovere e salvaguardare il patrimonio storico e artistico del Regno Unito.

Insomma, chiunque sia affascinato dal mondo punk e dalla musica rock oppure voglia solo sapere di più su questa sub-cultura, quest'anno non potrà evitare di andare a Londra. Se desiderate trasgredire, urlare la vostra rabbia sulle note di un rock ferito o anche soltanto vivere una nuova esperienza di vita, al The 100 Club vi fonderete con la stessa atmosfera che negli anni '70 e '80 hanno respirato alcuni dei più grandi artisti della storia contemporanea.

40 anni di punk. Londra festeggia la storia del movimento Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 3 voti.
Articolo pubblicato il
40 anni di punk. Londra festeggia la storia del movimento
apri
Offerte di viaggio