Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

10 cose che bisogna sapere prima di andare a Cuba

Alcuni consigli a chi parte per Cuba: cosa è necessario sapere, cosa può tornare utile e, sopratutto, da cosa guardarsi per evitare disagi e godere pienamente della vacanza

10 cose che bisogna sapere prima di andare a Cuba
Musica dal ritmo travolgente, atmosfera caliente, spiagge incantevoli su un mare cristallino, donne bellissime dalle movenze sensuali e uomini dal fisico statuario e sguardo ammaliante. In una parola: Cuba. 

Un viaggio in questo Paese è il sogno di molti, ma è bene conoscere alcuni aspetti peculiari per gestire al meglio la vacanza e non incorrere in situazioni spiacevoli.

Di seguito un elenco con alcuni consigli pratici su abitudini, usanze, leggi e altre cose che bisogna sapere prima di partire per questa bellissima isola:

1. Documenti:
è necessario essere in possesso del passaporto in corso di validità e del visto turistico (reperibile presso le agenzie di viaggio, gli aeroporti o i consolati cubani) che consente un soggiorno fino a 30 giorni, eventualmente rinnovabili previa autorizzazione della polizia migratoria  cubana. Da qualche anno è richiesta, inoltre, una polizza assicurativa con copertura delle spese mediche.

2. Denaro: il dollaro USA non è accettato così come la carta American Express o la Diner's. Il turista deve usare il CUC (peso cubano convertibile chiamato dai cubani chavito), una delle due valute ufficiali di Cuba, che potrà procurarsi al CADECA dell'aeroporto o presso le filiali di determinate banche  (il Banco Financiero Internacional, il Banco Metropolitano e il Banco de Credito y Commercio) attraverso il cambio con altra moneta o acquistandolo con carta di credito Mastercard o VISA. E' possibile effettuare il prelievo dalle casse automatiche con la Poste Pay. L'altra moneta locale - il peso cubano (CUP) - infatti è utilizzata solo dagli abitanti dell'isola, non essendo "convertibile", motivo per cui è impossibile per il turista venirne in possesso.

Banconota da 3 CUC: Pesos cubani convertibili
3. Abbigliamento:
indumenti leggeri, calzature comode, costumi da bagno e teli per il mare è tutto quello che serve. Per precauzione si possono portare magliette di filo o giubbini leggeri per ripararsi dall'umidità della notte.

4. Clima: praticamente a Cuba è sempre estate. La temperatura è infatti non meno di 25° anche nel mese di gennaio. Il sole è rovente e il caldo intenso, ma fortunatamente la temperatura viene mitigata dalla brezza degli alisei. Da tener presente che nel periodo da maggio a ottobre, cosidetto "delle piogge" , si verificano quotidianamente temporali improvvisi, violenti e di breve durata, generalmente nel primo pomeriggio.

5. Profilassi: non sono richieste vaccinazioni. E' opportuno, tuttavia, tenere in valigia farmaci e medicamenti di uso generico come antibiotici a largo spettro, analgesici etc., perchè sono difficili da reperire a Cuba. E' inoltre preferibile bere acqua in bottiglia ed evitare bevande con ghiaccio per prevenire infezioni da eventuali contaminazioni.

6. Comunicazioni: il gestore di rete fissa è Ectesa che garantisce la presenze di cabine telefoniche in tutte le città. Per le chiamate a Cuba il prefisso è 0053 seguito dal numero identificativo della città e dal numero dell'abbonato. Per quanto riguarda la rete mobile il gestore è Cubacel che, oltre al servizio di roaming internazionale, noleggia anche carte ricaricabili con cui si possono effettuare chiamate all'estero con tariffa al minuto. E' possibile usufruire di un servizio fax  disponibile presso gli hotel.

7. Energia elettricageneralmente si trova la corrente a 110 volt con prese di tipo americano. In alcuni hotel è presente la corrente a 220 volt con prese elettriche di tipo europeo.

Presa elettrica americana di tipo B

8. Religione: Cuba è formalmente un paese cattolico ma, in realtà, non si trovano chiese aperte e attive e il culto diffuso è quello denominato "santeria" con una serie di figure e rituali molto particolari. Si può citare, ad esempio, la Madonna negra con in braccio un Bambino biondo e chiarissimo che richiama il dualismo dell'origine etnica dei cubani, in parte ispanica e in parte africana.

9. Trasporti pubblici: a Cuba ci si può spostare spendendo poco prendendo un risciò, un taxi, oppure, con un pò di pazienza, con gli autobus, anche se non sono molto frequenti e sempre affollatissimi. E' divertente il fatto che alle fermate si deve chiedere chi è l'ultimo e rispettare l'ordine della fila al momento di montare sull'autobus. Meglio evitare di noleggiare un'auto: in caso di incidente grave/mortale è prevista addirittura la carcerazione e l'impossibilità di allontanarsi dall'isola in attesa del processo.

Un divertente mini taxi cubano fra le strade de L'Avana, capitale di Cuba

10. Raccomandazioni generiche: non farsi tentare dai cubani che propongono acquisti di rhum o sigari per strada a prezzi "d'affare" perchè non si tratta di merce di qualità, nè accettare di essere condotti in ristoranti o ritrovi  che potrebbero rappresentare situazioni d'illegalità. Infine, meno che mai convertire denaro: quasi sempre è una truffa.

Sigari cubani Cohiba Siglo VI Gran Reserva

Per il resto lasciatevi travolgere dalla speciale atmosfera di Cuba, affascinante in ogni suo aspetto e pronta ad essere esplorata per viverne a pieno la sua esotica bellezza.

10 cose che bisogna sapere prima di andare a Cuba Valutazione: 3.00 su 5 Basato su 15 voti.
Articolo pubblicato il
10 cose che bisogna sapere prima di andare a Cuba
I Più Letti
  • del giorno
  • della settimana
apri
Offerte di viaggio