Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

1 gennaio 2015: la Lituania entra nella zona Euro

La grande famiglia dell'Europa unita sotto la stessa moneta si allarga: anche la Lituania con il nuovo anno entra in eurolandia e apre le porte al turismo

1 gennaio 2015: la Lituania entra nella zona Euro

Lituania e Euro: questo il prossimo matrimonio tutto europeo. Dal 1 gennaio 2015 anche questo Stato, già membro dell'Unione Europea dal 1 maggio 2004, entrerà ufficialmente a far parte dell’Unione Monetaria Europea con l’introduzione dell'Euro. L’ultimo Stato a entrare nella zona euro è stato la Lettonia, il 1 gennaio 2014, il secondo dei tre Paesi Baltici, mentre il terzo, l'Estonia, è parte di eurolandia già dal gennaio 2011.

I Paesi dell'eurozona al 1 gennaio 2014. Il 1 gennaio 2015 entrerà la Lituania

L’Unione Europea negli anni ha saputo espandere i suoi confini, accogliendo al suo interno gli Stati che hanno dimostrato capacità economiche e politiche tali da essere inserite con successo all’interno di un delicato equilibrio internazionale. Questo ha significato un’apertura verso l’oriente, verso i Paesi Mitteleuropei, che negli ultimi anni hanno accelerato la loro crescita dopo la difficoltosa uscita dall’ex URSS che ne ha condizionato la politica e l’economia per i decenni successivi.

Oltre alla Lituania, l’ultima in ordine di tempo che aderirà alla moneta unica, sono 18, su 28 Paesi membri dell'Unione Europea, gli stati ad aver abbandonato la propria moneta nazionale per l'Euro.

La Lituania con l’Euro avrà la possibilità di rendere più semplice ed immediato l'ingresso di stranieri, in particolar modo europei dell'eurozona, e ampliare così il proprio appeal turistico richiamando l’attenzione di un certo bacino di visitatori che desiderano andare alla scoperta di questo Paese che, attualmente, è lontano dalle rotte del turismo di massa.

Un villaggio di pescatori lungo la costa del Mar Baltico

L’offerta turistica della Lituania è particolarmente variegata: il breve tratto di costa sul Mar Baltico su cui affaccia, è molto affascinante con le sue dune sabbiose, caratteristica peculiare di queste spiagge che, seppur non è in cima alla lista degli amanti del nuoto in mare, vi stupirà con la bellezza di alcuni tratti costieri caratterizzati da villaggi di pescatori che colorano l’orizzonte con le loro casette tipiche.

Nella penisola curlandese (chiamata anche di Neringa o penisola dei Curoni o Curi), in particolare, a pochi km da Klàipeda, potrete respirare a pieno questa atmosfera tradizionale e mangiare il più buon pesce della Lituania a prezzi davvero contenuti, godendo della vista sulla duna più alta, quella di Parnidis, detta anche il "Sahara lituano", che misura ben 52 metri.

L'affascinante duna di Parnidis, detta anche il

Dalla parte opposta del Paese si trova Vilnius, la capitale, dove a Capodanno ci saranno anche grandi festeggiamenti per l’ingresso della Lituania nella zona euro.

Questa è una città giovane e dinamica, che sta avendo una grandissima espansione secondo i modelli occidentali. Allontanandosi dal piccolo e caratteristico centro storico della città, dove sono ancora ben visibili i palazzi nobiliari del 1500 e le chiese cattoliche e ortodosse, la forte influenza della dominazione sovietica è ancora palpabile in alcune zone, mentre a poca distanza sono sorti maestosi grattacieli, moderni e avveniristici, dalle linee innovative e dal profilo accattivante, che si stagliano nel cielo di Vilnius sovrastando la città.

L'antico centro storico di Vilnius, la capitale della Lituania

Vilnius è stata per tantissimi anni la capitale culturale dei Paesi baltici, tanto che in questa città è nata la prima università dell’Europa Orientale. Tutt’oggi è meta particolarmente ambita per gli studenti di tutto il mondo e, anche grazie alla massiccia presenza di giovani, la cultura qui sta vivendo una seconda giovinezza: mostre, esposizioni temporanee e tantissimi altri eventi movimentano quotidianamente la vita cittadina.

Nella contea di Vilnius da non perdere una visita al Castello di Trakai, adagiato su un'isola dell'omonimo lago, una delle mete turistiche più visitate del paese. Originario del XIV secolo fu più volte ricostruito pur conservando un fascino unico e regalando al paesaggio un'atmosfera davvero particolare.

La parte più moderna di Vilnius, una capitale europea in continua evoluzione e mutamento

Attualmente, l’economia lituana è la meno sviluppata delle tre nazioni baltiche, ma la speranza è che con l’ingresso il 1 gennaio 2015 nell’eurozona, possa svilupparsi anche il settore turistico: una maggiore visibilità a livello europeo, finanziamenti comunitari e prezzi più bassi rispetto al resto d’Europa, possono rappresentare la forza propulsiva per una rapida crescita del Paese. Da non sottovalutare l'impatto sociale di un maggior movimento turistico, con la creazione di nuove possibilità di lavoro e una maggiore mobilità dell’economia.

La Lituania ha tantissimo da offrire ai suoi visitatori: accoglienza calorosa, città vivaci e piene di giovani in fermento, quell'atmosfera semplice e antica di un paese in cui vivono ancora le tradizioni e dove si respira la vera cultura Mitteleuropea. Un mix di ingredienti su cui puntare per crescere e mostrare quanta bellezza e ricchezza sia nascosta in questo angolo ancor poco esplorato di Europa.

1 gennaio 2015: la Lituania entra nella zona Euro Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 6 voti.
Articolo pubblicato il
1 gennaio 2015: la Lituania entra nella zona Euro
apri
Offerte di viaggio